• 1 Commenti

Intervista: Vita da Cosplayer di Yuuki

Bentornati a tutti alla rubrica Vita da Cosplayer! Era un po’ che non ci facevamo sentire, no? Ultimamente ci sono arrivate poche risposte dai cosplayer che abbiamo contattato, per cui abbiamo deciso di pubblicare le ultime interviste che avevamo da parte perse nei meandri del pc e chiediamo scusa alle interessate se ci abbiamo messo così tanto a pubblicarle.

L’ultima volta abbiamo avuto ospite il giovane cosplayer romano Marco Palermo, questa volta faremo la conoscenza di un’altra bravissima cosplayer italiana, Yuuki.


Shinji Kakaroth: Ciao potresti presentarti ai nostri lettori?

Yuuki: Ciao a tutti,mi chiamo Anna in arte nel cosplay Yuuki e sono una ragazza di 25 anni che abita in provincia di Verona. Nella vita attualmente lavoro come segretaria in una ditta di piscine!


Shinji Kakaroth: Puoi parlarci un po’ di te e di come è nata questa passione per il Giappone e il cosplay e da quanto fai cosplay?

Yuuki: Ho iniziato a far cosplay per gioco nel 2008 grazie al consiglio di qualche amico ma soprattutto perché già a quel tempo ero affascinata di chi già faceva cosplay nelle fiere e sognavo anch’io di immedesimarmi in qualche personaggio! Da lì poi è stato un crescendo di curiosità, non solo del cosplay, ma anche di altre passioni bene o male inerenti ad esso! Come ad esempio il makeup, dopo il cosplay è la mia seconda passione del cuore, di tanto in tanto mi piace realizzare dei makeup ispirandomi a quelli già esistenti o creandone di nuovi!

Shinji Kakaroth: Hai avuto qualcuno che ti ha aiutato all’inizio di questo hobby, dandoti consigli?

Yuuki: Purtroppo quasi nessuno, mi sarebbe piaciuto avere più pareri da persone che stimavo, evidentemente ero troppo timida per fare il primo passo! Comunque quei pochi ricevuti, li avevo molto apprezzati, trovo che in questo hobby si abbia sempre ogni volta qualcosa da imparare di nuovo!


Shinji Kakaroth: Quanti cosplay hai indossato fino ad ora?

Yuuki: Non ricordo, forse tanti… non sono una persona che bada ai numeri in generale! :)

Shinji Kakaroth: I tuoi cosplay li fai personalmente o li acquisti?

Yuuki: Generalmente li realizzo sempre io e con pochi aiuti esterni. Mi piace realizzare cose con le mie mani anche se non sono perfette al 100%, penso che qualsiasi cosa fatta è comunque una piccola soddisfazione! Poi con tempo e pratica si impara a migliorare e a migliorarsi. Non nascondo però che a volte capita di acquistare qualcosa di già fatto sia per mancanza di tempo o per una collaborazione. Il consiglio generico che posso dare è quello di informarsi sempre su cosa si va ad acquistare, ovvero leggetevi prima le recensioni, confrontate le foto con quelle dei acquirenti e magari scegliete gli ordini di gruppo dove solitamente selezionano bene i siti dove meglio acquistare! :)


Shinji Kakaroth: Ne hai mai fatti su commissione?

Yuuki: Poche volte, sia per mancanza di tempo e sia perché non credo di essere ancora così “brava” da permettermi di fare tante commissioni. Capita a volte che me lo chiedano amici e allora li lo faccio volentieri anche se sono iper lenta, è uno dei miei difetti più grossi!

Shinji Kakaroth: Quanto tempo ci vuole per realizzare o mettere assieme un cosplay?

Yuuki: Dipende dalla difficoltà, solitamente bisogna dedicarci il tempo giusto, un’uniforme può richiedere qualche giorno come una settimana, stessa cosa per le parti sartoriali più complesse. Se dovessi dire un tempo preciso probabilmente direi da uno a due mesi. Il tempo, secondo me ideale, sia per programmare un cosplay da acquistare [perché poi le spedizioni ci impiegano quel tempo per arrivare a destinazione] e sia per realizzarlo da soli!


Shinji Kakaroth: Qual è stato il cosplay più complicato da indossare e quanto tempo ci vuole solitamente per truccarsi e indossarlo?

Yuuki: Non ho avuto cosplay davvero complessi, forse potrei dire Madokami per via della gonna e delle ali! È un cosplay che mi ha dato soddisfazioni e che, nonostante il makeup e il resto, ha uno studio personale alle spalle!

Shinji Kakaroth: Ricordi qual è stato il primo cosplay che hai fatto e che hai provato?

Yuuki: Penso fosse Misa da Death Note, molti hanno iniziato proprio da lei come primo cosplay! xD Ricordo che era super improvvisato, nessuna parrucca o trucco pesante! Ma nel complesso mi sono divertita tanto a portarlo ad un festa, è un cosplay che sinceramente non provo vergogna a raccontare!


Shinji Kakaroth: Qual è stato il cosplay che ti è piaciuto di più tra quelli che hai fatto?

Yuuki: Tra tutti Akane da Psycho Pass, non tanto per il livello sartoriale ma per la interpretazione e forse la somiglianza. È un personaggio a cui sono molto legata e che porto sempre con molto entusiasmo, oltre al fatto che mi ha dato tantissime soddisfazioni personali come quella di collaborare per un piccolo periodo con una ditta giornalistica giapponese! Aggiungerei anche Saber da Fate, perché pure lei è un personaggio che adoro e nel corso dei anni ho voluto portarlo con la speranza di migliorarlo!

Shinji Kakaroth: Qual è stato l’ultimo cosplay che hai fatto e per quale evento l’hai realizzato?

Yuuki: L’ultimissimo è stato Judy da Zootropolis e l’ho portato al Naoniscon.


Shinji Kakaroth: Hai partecipato a dei contest durante le fiere? Se sì, hai mai vinto qualche premio?

Yuuki: Partecipare ai contest è una cosa che mi piace molto, perché ti da la possibilità a 360 gradi di mostrare ma soprattutto far conoscere in parte il tuo personaggio al pubblico! A volte però non partecipo, perché mi mancano le idee o semplicemente preferisco passare il tempo in fiera a girare tra gli stand e stare con gli amici a divertirmi! Non ho vinto tanti premi importanti, ma per me la cosa più soddisfacente è magari sentire i complimenti o le critiche costruttive di chi mi ha vista sul palco e apprezzato o riconosciuto l’esibizione!

Shinji Kakaroth: Quali sono le tue serie anime/manga/videogame preferite?

Yuuki: Psycho Pass, Fate/Zero e in generale prediligo i generi sul fantasy ed horror!


Shinji Kakaroth: Secondo te qual è l’essenza del cosplayer?

Yuuki: Immedesimarsi in qualcosa che ci piace, confrontarsi con gli altri, crescere e migliorarsi. Ma soprattutto cosplay significa amicizia e tanto divertimento! È un hobby che può darti veramente tanto, ma bisogna mantenere sempre i piedi ben piantati per terra ed essere umili verso gli altri!

Shinji Kakaroth: Che ne pensi del cosplay in Italia?

Yuuki: Il cosplay in Italia, nel corso dei anni, si è fatto strada facendosi conoscere bene o male da quasi tutti! È migliorato e cresciuto veramente tanto anche grazie ai tutorial e la presenza dei social e web a favore del cosplay. Senza ombra di dubbio siamo un paese talentuoso, abbiamo tanti riferimenti di cosplayer che sono riusciti a trasformare il cosplay in un fattore di qualità da portare e far conoscere anche all’estero. Come tutto ha un suo pro e contro, ci sono persone che ancora non capiscono cosa facciamo e ci etichettano come “problematici” ma pazienza, sono comunque contenta di come si sia evoluto e stia evolvendo!


Shinji Kakaroth: Hai un sito web, una pagina Facebook o un canale YouTube?

Yuuki: Per ora mi sto tenendo attiva su diverse piattaforme,in primis facebook, twitter, instagram e worldcosplay, se volete spulciarli ;)

Shinji Kakaroth: Qual è il tuo sogno per il futuro?

Yuuki: Sentirmi realizzata, sia a livello personale che sociale, senza però dimenticarmi di provare felicità nelle piccole cose e cercare di circondarmi di buone persone! Nel cosplay mi piacerebbe farmi conoscere, è una cosa difficile ma spero che con il tempo avrò qualche altre grande soddisfazione!


E anche per questa volta è tutto.

Come sempre ringraziamo tutti i fotografi (Silvano Candeo, Matteo Grella, Eugenio Chen, Manuel Moggio) che hanno immortalato i suoi cosplay.

Ci sentiamo prossimamente con le ultime interviste in programma, tra cui la prossima a un’artista abbastanza nota da noi.

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: Cosplay, Intervista