• 0 Commenti

Dragon Ball FighterZ

Questo fine settimana sono stati aperti i server per la Closed beta di Dragon Ball FighterZ, il nuovissimo picchiaduro dedicato al mondo di Dragon Ball Z, una delle serie più amate in tutto il mondo da decenni.

Innanzitutto bisogna far notare che questa è solo una versione di prova, per cui le possibilità fornite sui server sono molto ridotte, e quando si riesce ad accedere si sceglie la regione e il server in cui si vuole entrare, per essere catapultati in una zona che ricorda il classico torneo Tenkaichi. Principalmente le scelte che possiamo fare qui si limitano a due opzioni: combattimento tra giocatori online (o visione dei combattimenti tra altri giocatori) e sezione replay, dove è possibile assistere a scontri effettuati da altri giocatori.

Per un certo periodio dopo la prima sessione, mentre stavano facendo manutenzione dei server, veniva concessa anche la possibilità di fare uno scontro con delle CPU con una squadra di personaggi casuali da entrambe le parti, ma devo ammettere che non c’era molta partecipazione da parte dell’intelligenza artificiale, che si limitava a pochi attacchi e prendere botte dal giocatore.

Una volta che i server sono satti sistemati per la seconda sessione, finalmente si è giunti agli scontri cruenti e spietati, dove si tentano le combinazioni più disparate di tasti per scoprire le mosse utilizzabili. Al banco principale, dove si puo’ chiedere di entrare in sala d’attesa per un combattimento o di essere spettatore dello scontro di altri due giocatori, c’è anche la possibilità di modificare il proprio party di tre personaggi, con una scelta abbastanza ampia già da questa beta che parte dai classici Goku, Vegeta, Gohan ragazzino, Trunks del futuro e Crilin, oltre ai temibili avversari affrontati nelle saghe, ovvero Piccolo, Freezer, C16, C18, Cell e Majin Bu. Quando si sceglie i personaggi che comporranno la propria squadra (o meglio le proprie squadre, giacché è possibile personalizzarne più di una e poi scegliere di volta in volta quale usare), è anche possibile scegliere le vesti dei personaggi tra quattro colori diversi.

Una volta scelto il party è possibile scegliere anche il luogo del combattimento e la musica di sottofondo. Oltre a questo ci sono degli sticker per salutare gli altri giocatori, visto che non esiste una vera chat di gruppo, inoltre si puo’ scegliere il personaggio del proprio avatar e ovviamente anche una delle quattro varianti di colori.

Una volta pronti inizia lo scontro senza esclusioni di colpi con l’avversario. Oltre a vari attacchi fisici, lancio di onde, inseguimenti e teletrasporti, il giocatore ha la possibilità di chiamare in supporto gli altri due membri del gruppo per degli attacchi speciale, oppure per dare il cambio al personaggio corrente. Oltre questo non c’è molto da dire, tranne il fatto che le animazioni sono davvero spettacolari e accattivanti e non annoiano mai, soprattutto le belle animazioni iniziali e quelle spettacolari dei colpi più duri. Un gioco in grado di catapultarmi indietro di quasi vent’anni, quando vedevo la serie Z su Italia 1 all’ora di pranzo.

Altra cosa degna di nota è l’adattamento, che mantiene il classico audio con i doppiatori originali giapponesi e sottotitoli in italiano.

Le musiche mi hanno molto colpito, veloce, dura e rockeggiata la canzone che accoglie il giocatore all’entrata del gioco, anche durante il gioco tra le varie scelte e musiche di sottofondo ci sono diverse belle canzoni che spesso al loro interno presentano riarrangiamenti di canzoni note agli spettatori della serie animata, che riescono a fare un effetto nostalgia, nonostante siano completamente nuove e staccate da quelle classiche.

Nonostante la limitatezza di questa beta, posso dire di essere stato felicemente appagato da questo assaggio e consiglio l’acquisto a tutti i fan della serie che amano anche i videogiochi.

Il gioco sarà disponibile all’acquisto per PS4 e XboX Onea Febbraio 2018, in versione  standard e in Collector’s Edition ricco di tanti bonus come una figure di Goku Super Saiyan, steelbox, tre art board e ovviamente una scatola che conterrà il tutto.

Stay Tuned and Stay Strong!




Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: Games