• 0 Commenti

Zero no Tsukaima: Ultimo volume della novel

Ebbene sì, come avrete letto nel titolo è stata da poco rilasciata in anteprima sull’account Twitter del dipartimento editoriale di MF Bunko J la cover del 22° ed ultimo volume della light novel di Noboru Yamaguchi ambientata in un universo fantasy alternativo, ovvero Zero no Tsukaima (Il Famiglio di Zero), che sarà in vendita dal 24 Febbraio.

Inoltre, l’illustratore della novel, Eiji Usatsuka, pubblicherà un libro di illustrazioni intitolato Finale Zero no Tsukaima Complete Illustration Collection Usatsuka Eiji Artworks. Questo libro di illustrazione sarà spesso ben 320 pagine con oltre 500 illustrazioni che Usatsuka ha disegnato per la serie, e sarà disponibile dal 25 Febbraio.

L’autore originale della serie di light novel, Noboru Yamaguchi, è morto il 4 Aprile 2013 dopo una battaglia di due anni contro il cancro, senza smettere mai di lavorare anche quand’era ricoverato in ospedale, e aveva già pianificato lo svolgimento e la fine della serie per il volume 22.

Sou Yurugi, caporedattore della rivista di Kadokawa (Media Factory) MF Bunko J, annunciò nel Giugno 2015 che la serie sarebbe continuata, visto che Yamaguchi, di fronte all’impossibilità di concludere la sua serie, ha dettato il resto della storia, incluso il finale della serie agli editor. Gli editor hanno riconosciuto le richieste dei fan, che hanno inondato nel tempo la redazione con richieste di completare la serie, aggiungendo di aver avuto il via libera dalla famiglia del romanziere per portare a termine la serie.

Media Factory ha pubblicato lo scorso Febbraio il 21° volume, il primo volume pubblicato dalla stampa del 20° nel 2011, ed il primo scritto dopo la scomparsa di Yamaguchi, sempre illustrate da Eiji Usatsuka, anche se Media Factory non ha voluto rivealare nel nuovo volume il nome del ghost writer, adducendo che rivelarne l’identità avrebbe portato ai lettori dei “preconcetti sulle nuove novel.”

La serie di Zero no Tsukaima ha avuto molto successo in patria, tanto da godere di diverse trasposizioni animate (quattro serie animate stagionali, uno special e una serie di picture drama nei DVD e BRD di Princess Rondo).

Il romanzo segue le vicende di Louise Françoise le Blanc de la Vallière, una giovane maga aristocratica molto testarda e snob, seppur totalmente incapace. Frequentando un istituto di magia, ogni volta che viene chiamata per eseguire un incantesimo dai professori, inevitabilmente fa saltare in aria l’intera classe ed è per questo e per il fatto di essere piatta che è nota in tutto l’istituto con l’appellativo di Zero.

Durante i primi giorni del secondo anno scolastico i maghi sono chiamati ad evocare il proprio “famiglio“, un animale o un mostro fedele al mago che lo ha evocato e che ne rispecchia diverse peculiarità, Louise si vede piombare davanti un ragazzino giapponese, che non capisce cosa gli stia succedendo e nemmeno una parola della lingua locale. La maghetta si rintana nella propria stanza in preda alla vergogna. Attraverso un incantesimo, e la solita esplosione collaterale, fa sì che il ragazzo giapponese riesca a comprendere il suo linguaggio. Saito Hiraga, questo il nome del giovane, non capisce cosa succeda, specialmente il motivo per cui venga trattato come uno schiavetto da Louise e prima di riuscire ad ambientarsi ne combina di tutti i colori facendo indispettire ancora di più la povera Zero. Finché in uno scontro con un altro mago, Saito non scopre di aver in sé un enorme potere che deciderà di utilizzare per proteggere la propria padrona.

Fonte: ANN

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: Nanoda News