• 4 Commenti

Viaggio in Giappone: Tokyo Akihabara e Ramen

Ciao eccoci qui di nuovo con la seconda puntata del nostro viaggio a Tokyo, dopo esserci riposati un po in albergo abbiamo deciso di uscire a fare quattro passi, dovevamo ancora familiarizzare con le nuove vie di Tokyo, come prima meta, abbiamo scelto il quartiere di Akihabara, Akihabara è un grande centro pieno di palazzi e insegne luminose, qui la vita è frenetica, vi si trovano centinaia di negozi, su più piani, è il quartiere dell’elettronica e dei manga, questo è un vero paradiso per ogni tipo di acquisto fuori dai negozi ci sono sempre dei giapponesi che con un microfono urlano le ultime offerte del negozio e per attirare l’attenzione, il quartiere brulica di persone, che entrano ed escono dai negozi, i grandi schermi pubblicitari bombardano con le loro pubblicità accattivanti e tutto è in continua evoluzione.

Quartiere di Akihabara detto anche Akiba

Akihabara la si raggiunge con la JR Yamanote Line, alla fermata Akihabara, il momento migliore per visitarla è la sera presto, stranamente alle 11 è già tutto chiuso, ogni quartire ha infatti i propri orari di apertura e succede spesso di passare da un quartiere deserto ad uno affollatissimo. Noi dato che stavamo ad OchaNoMizu potevamo andare ad Akihabara direttamente a piedi.
Andando a piedi si può scegliere di percorrere questa strada, Akihabara di vede subito in lontananza, i suoi enormi cartelli colpiscono già da qui

Akihabara quartiere di Tokyo da lontano

Arrivati ad Akihabara già notiamo la grande folla che si ammassa nelle strade e nei grandissimi negozi, qui si vedono le insegne luminose di negozi di CD e DVD, Computer, Giochi e Sale da Karaoke

insegne di Akihabara

Siamo entrati in qualche negozio, e la loro struttura è sempre più o meno simile, negozi su più piani accessibili da un’ascensore o con le scale, le casse per il pagamento degli oggetti sono ad ogni piano e si deve pagare sempre alla cassa nel piano dove si trova l’oggetto, sul bordo frontale delle scale c’è scritto quello che si trova negli altri piani e così succede anche negli ascensori, siamo stati attratti da un poster gigante di Shin Kotetsu Jeeg, la nuova versione di Jeeg, con grafica migliorata e digitale.
Poster di Shin Kotetsu Jeeg, per le strade del quartiere di Akihabara

Shin kotetsu jeeg ad Akihabara

Un’ altra foto in notturna del quartiere di Akihabara, di notte le luci delle insegne illuminano le strade creando un effetto straordinario

Akihabara di notte

La gente che attraversa le strade si compatta tutta vicino alle strisce pedonali, nessuno era fuori posto e si aspettava il verde per passare, la folla sembrava non diminuire mai, qua e la fra i negozi c’erano delle ragazze vestite da cameriera o cosplay che ti porgevano dei fazzolettini per aiutarti a sopportare il caldo, o dei depliant pubblicitari del negozio che rappresentavano.
Se in Italia non vedi l’ora di sbarazzartene, in Giappone se passi davanti ad una di loro e non gli presti la minima attenzione, ti dispiace un casino, forse però questa cosa succede solo agli occidentali, che non sono abituati a questo^^.
I pedoni aspettano ordinatamente il verde per attraversare la strada, un bip bip avvisa quando si può attraversare anche per i non vedenti.

Ponte ad Akihabara con tantissimi pedoni sulle striscie

Nei negozi non era possibile fare foto, il che mi è veramente dispiaciuto, cmq anche se le avessi fatte non credo avrebbero rotto le scatole più di tanto, cmq mi rifarò quando ci andremo l’anno prossimo, nei negozi c’erano abbastanza spesso dei modelli a dimensione umana dei personaggi degli Anime, erano davvero belli e li vendevano a cifre esorbitanti…
Ryu è riuscito a scattare queste due foto di Robottoni, non sono bellissimi ?
Questo è Mazinga Z davanti all’ingresso di un negozio .

Mazinga Z ad Akihabara

Questo invece è un Gundam sempre posto davanti all’ingresso di un negozio, mi sono sempre domandato quanto potessero costare questi tipi di “Gadget” possono arrivare a costare anche 1.000.000 di yen!

Gundam Ad Akiabara

GO493

Girare per Akihabara, fa venire moolta fame, così abbiamo lasciato il quartiere e abbiamo cercato un ristorante dove mangiare qualcosa.
Cosa c’è di meglio che finire una serata di shopping con una scodellona di Ramen Fumante?? Cerchiamo quindi un ristorante di Ramen, e lo troviamo proprio vicino a casa, entriamo e la signora gentilissima ci fa accomodare, prendiamo le ordinazioni, (l’acqua era sempre gratis) e dopo qualche minuto di attesta è finalmente arrivato.
*ç* ecco la nostra prima ciotola di Ramen!! Era davvero buonissimo *ç*

Ramen preso in un ristorante a tokyo

con questa foto termino la puntata di oggi, spero di non avervi fatto venire fame, continueremo nella prossima puntata.
ciao !!
.::Yuki_Sakuma::.

Autore: Yuki Sakuma

Scritto da Yuki Sakuma il nelle categorie: Giappone