• 6 Commenti

Una ragazza giapponese si “trasforma” in francese.

Spesso il Giappone è invidiato da tutto il mondo per la bellezza della loro cultura che mescola la tradizione, la tecnologia e il mondo anime-manga in una perfetta sintonia.

I giapponesi infatti sono soliti ad essere molto fieri della loro origine e cultura… ma non per tutti è la stessa cosa: è il caso di Vanilla Chamu, ragazza giapponese che ha deciso di diventare francese, sottoponendosi a una massiccia chirurgia plastica.

La chirurgia plastica è utilizzata per cambiare l’aspetto esteriore del corpo, magari per somigliare a una star hollywoodiana. Ma il cambiamento di nazionalità e davvero una novità. A questo cambiamento si è sottoposta, come dicevo, Vamilla Chamu, famosa modella giapponese.
Anche se già considerata molto bella, lei non era soddisfatta e quindi decide di cambiare completamente il suo aspetto orientale.

Andando dal chirurgo plastico, la richiesta fu la seguente:

“Voglio diventare francese!”

30 sono stati gli interventi di Chirurgia, spendendo più di centomilaeuro. Il prezzo per cambiare completamente la sua identità.
Aveva 19 anni quando è cominciato il suo cambiamento. Il primo intervento è stato agli occhi, poi il naso le labbra e altre parti del viso, senza tralasciare il seno.

Tuttavia la ragazza sembra non essere ancora soddisfatta: pare che voglia sottoporsi a un’intervento molto doloroso per diventare un po’ più alta, che consiste addirittura alla rottura dei femori. Nel frattempo, si accontenta di scarpe con zeppe super alte (15 cm).

Qui è possibile vedere una foto del suo cambiamento e un video rappresentativo della ragazza con i particolari illustrativi delle operazioni:

Dal video si vede la forte influenza che le famose bamboline francesi hanno dato alla ragazza. Lei stessa è voluta diventare una di quelle bambole, ma non con semplice legno stoffa e colla. La chirurgia fa miracoli…pericolosi.

Solitamente, in Giappone, la chirurgia estetica è spesso utilizzata per grandezza degli occhi, che consiste nel tagliare un pezzo di palpebra per rendere gli occhi più grandi anziché tenere gli occhi “a mandorla” che caratterizzano la popolazione orientale.
Questo è anche dovuto alla forte diffusione di immagini anime-manga, con i famosi “occhioni” da ragazze shojo, di cui alcune donne giapponesi trovano che sia davvero un segno di bellezza avere occhi grandi.
E per chi ha sospirato almeno una volta dietro le vetrine di quelle bambole francesi o alle vicende di Lady oscar da “Le rose di Versailles”, secondo voi, la giapponese è riuscita ad avvicinarsi alla nazionalità tanto desiderata? L’aspetto esteriore è davvero così importante da rifiutare del tutto il proprio aspetto originario? Vanilla Chamu è diventata la bambolina che tanto desiderava? Di certo adesso è dietro a dei vetri come loro: quelli degli schermi delle tv e dei computer del mondo intero.

FONTE DELLA NEWS

Autore: mefionir

Scritto da mefionir il nelle categorie: Giappone