• 0 Commenti

TOP10 – Le migliori ending degli anime del 2015

La cara Marlen di ScreenWeek ha pubblicato l’altro giorno un articolo sulle TOP10 – Le migliori opening degli anime del 2015, considerando nella sua classifica non solo la canzone, ma anche l’animazione nella sigla.

Con lo stesso metro di giudizio mi appresto ad illustrarvi una classifica delle 10 migliori ending (sigle finali) delle serie animate giapponesi del 2015.

Questo è di certo uno scontro più arduo, perché solitamente le ending sono meno fighe delle opening e hanno anche meno impatto, tanto che spesso e volentieri le saltiamo a pié pari per vedere il preview del prossimo episodio. Ma in questi dieci casi immagino che non siate riusciti a saltare le sigle, anzi, come me, le abbiate sentite ogni volta a fine episodio.


10 – Sore ga Seiyuu! – Anata no Omimi ni Plug In! delle Earphones

All’ultimo posto della classifica, una canzoncina molto allegra di un anime che tratta dei doppiatori giapponesi, Anata no Omimi ni Plug In!, cantata appunto dalle tre protagoniste della serie che formeranno appunto il gruppo delle Earphones. Nonostante il video non sia questo granché, mostrando solo le protagoniste in superdeformed bidimensionale, ma sicuramente l’avrete vista fino in fondo ogni volta perché oltre alla canzoncina le protagoniste parlavano di avvenimenti avvenuti proprio nell’episodio ed essendo ideata come se fossero nel loro programma radio, arriva la richiesta di una popolare sigla delle serie animate ad ogni episodio.

 

9 – Chaos Dragon – Delta decision di Eykha, Lou, Meryl

Sigla finale cantata da tre delle coprotagoniste di Chaos Dragon, è una rockeggiante sigla un po’ triste, cercando di mantenere anche nella sigla un po’ della drammaticità straripante nella serie.

8 – Arslan Senki – One Light di Kalafina

La bella voce delle componenti di Kalafina, in questa ending riesce a illuminare letteralmente lo schermo, accompagnata dalle animazioni dell’efebico principe Arslan assieme ai suoi gregari e confidenti, a capo del suo esercito, anche se ormai, almeno io collego le canzoni delle Kalafina con l’universo di Fate, ma non voglio spoilerarvi nulla…

7 – Soukyuu no Fafner: Dead Aggressor – Exodus 2 – Horizon degli angela

Prima sigla per la seconda parte della nuova serie di Fafner, che riesce a commuovere quasi ad ogni episodio per le tematiche e le tristi dipartite dei vari protagonisti. Oltre a una meravigliosa opening, gli angela ci donano come sempre una fantastica ending, visto che anche loro sono legati indissolubilmente alla serie di Fafner.

6 – Owarimonogatari – Sayonara no Yukue di Alisa Takigawa

Come ormai siamo stati abituati, questa sigla bellissima viene accompagnata da animazioni elementari di una versione dei personaggi disegnati in schizzi grotteschi. Anche in questo caso, la sigla cambia animazione a dipendenza della saga (Ougi formula e Sodachi riddle/lost e Shinobu Mail).

5 – Fate / Stay Night: Unlimited Blade Works S2 – ring your bell delle Kalafina

Ancora un posto afferrato dalle Kalafina per questa bellissima e dolce ring your bell, che accompagnata da bellissimeillustrazioni dei vari servant e maghi protagonisti della popolarissima serie della Type Moon.

4 – Tokyo Ghoul Root A – Kisetsu wa Tsugitsugi Shindeiku degli Amazarashi

Nonostante il video di questa sigla finale, Kisetsu wa Tsugitsugi Shindeiku, sia abbastanza statico, ha una particolarità, oltre alla bellezza della melodia e della voce ammaliante di Hiromu Akita, cantante della rock band alternativa, ovvero il fatto che ogni episodio avesse una sigla con illustrazioni nelle stile dell’autore dell’opera originale completamente diverse episodio per episodio, spesso basate sugli avvenimenti dell’episodio stesso.


3 – Shokugeki no Soma – Spice dei Tokyo Karankoron

Spice, una divertente sigla pop un po’ speziata e molto melodica, che finisce con la divertentissima rappresentazione dell’Ultima Cena, reinterpretata magistralmente dagli inquilini del Dormitorio della Stella Polare.


2 – Subete ga F ni Naru: The Perfect Insider – Nana Hitsuji di Scenarioart

Una canzone che mi ha particolarmente colpito per le tante sfumature ed un video collegato al tema dell’informatica trattato nella serie. Kousuke, Kumiko e Takahisa si alternano in canto e controcanto, riuscendo a intessere una melodia pop davvero eccellente e coinvolgente.

1 – Kekkai Sensen – Sugar Song and Bitter Step degli Unison Square Garden

Al primo posto Sugar Song and Bitter Step, una coinvolgente e scoppiettante sigla ballata dai folli personaggi di Blood Blockade Battlefront.

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: Classifica