• 2 Commenti

Tokyo: L’Estate 2019 ha mietuto oltre 100 vittime

In Italia siamo abituati ad estati torride, anche a causa della vicinanza all’Africa, soprattutto nelle regioni più meridionali (come casa mia XD), ma per i giapponesi sembra sia davvero troppo alta la temperatura estiva di quest’anno, infatti ha raggiunto la soglia dei 101 morti il bilancio delle vittime del caldo straordinario a Tokyo, in quella che i nipponici considerano l’estate più rovente in 150 anni. L’Istituto medico legale riporta che nei 23 comuni della capitale, tra il 1 Luglio e il 18 Agosto, il numero dei morti ha raggiunto quota 101, il 90% dei quali con un’età superiore ai 65 anni, in gran parte deceduti all’interno delle proprie abitazioni.

L’Agenzia meteorologica nazionale ha riferito che per 24 giorni consecutivi, a partire dal 26 luglio, le temperature hanno sempre superato i 31 gradi centigradi, con le medie in agosto che hanno sfiorato i 35 gradi; si tratta dell’estate più calda dal 1876, da quando sono iniziate le rilevazioni ufficiali.

Oltre a questi decessi, tutto il Giappone ha sofferto più o meno l’ondata di caldo causata da temperature che hanno sfiorato in alcune città dell’Hokkaido anche i 40 gradi, con migliaia di ricoveri connessi a patologie causate dal caldo, come insolazioni o malori dovuti alla temperatura elevata.

I picchi estivi di quest’anno e di quelli passati, dimostrano ancora una volta quanto il problema dei cambiamenti climatici causati dall’inquinamento, che causano il surriscaldamento globale, debbano essere presi in considerazione ancor più seriamente dai più grandi paesi inquinanti del mondo, come gli Stati Uniti e la Cina.

Secondo gli esperti, il surriscaldamento globale avrà effetti catastrofici come l’innalzamento del livello del mare, l’incremento delle ondate di calore e dei periodi di intensa siccità, delle alluvioni, l’aumento per numero e intensità delle tempeste e degli uragani.

Fonte: SkyTG24

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: Giappone