• 17 Commenti

Tokyo International Anime Fair 2011: Dieci case editrici giapponesi lo boicotteranno

Dieci famose case editrici giapponesi hanno annunciato che boicotteranno il Tokyo International Anime Fair del prossimo anno a causa dell’approvazione di una proposta di legge da parte del Tokyo Metropolitan Government.

TAF-principale

Dieci case editrici giapponesi di manga hanno annunciato che boicotteranno il Tokyo International Anime Fair del prossimo anno a causa della proposta di legge, effettuata dal Tokyo Metropolitan Government, sull’ordinanza dello sviluppo e la salute dei giovani. Le case editrici boicottanti, appartenenti all’associazione Comic 10-Shakai, includono Shueisha, Shogakukan, Kodansha, Akita Shoten, Hakusensha, Shonen Gahousha, Shinchosha, Futabasha, LEED Publishing Co., Ltd. e il già rivelato Kadokawa Shoten.

Il Tokyo Metropolitan Government ha approvato la proposta di legge alla fine dello scorso mese. L’ordinanza attuale vieta la vendita e la distribuzione di pubblicazioni nocive – materiali che “stimolano la sessualità, incoraggiano la crudeltà e/o potrebbero portare al suicidio o comportamenti criminali” – alle persone sotto i 18 anni di età. La proposta di legge 156 richiederebbe ai produttori anche di autoregolare la vendita e la distribuzione di “manga, anime e altre immagini (fatta eccezione della pornografia reale)” che “ingiustificatamente glorificano o esagerano” certi atti sessuali o pseudo sessuali. Un’altra sezione della proposta di legge vorrebbe permettere al governo di ridurre direttamente la vendita e la distribuzione di questo tipo di immagini se gli atti rappresentati sono anche “considerati eccessivamente di disturbo all’ordine sociale”, come ad esempio lo stupro.

Il Tokyo Metropolitan Government è parte del comitato esecutivo del Tokyo Anime Fair e il governatore di Tokyo, Shintaro Ishihara, è anche il presidente di tale comitato. Ishihara era uno dei principali sostenitori del precedente emendamento che fu rifiutato a giugno e ha fortemente voluto la proposta attuale. Il 29 Novembre, tre gruppi di autori manga – il Japan Cartoonists Association, il Copyright Network for Comic Authors in the 21st Century e Manga Japan – hanno annunciato la loro opposizione alla proposta di legge.

Fonte: http://www.animenewsnetwork.com/news/2010-12-10/10-manga-publishers-to-boycott-tokyo-anime-fair

Autore: SNeptune84

Scritto da SNeptune84 il nelle categorie: Nanoda News