• 5 Commenti

Tekken Blood Vengeance: l’anteprima a Milano

È la serata di mercoledì 27 Luglio 2011 e mi trovo presso il cinema Apollo di Milano, dove è stata appena proiettata l’anteprima mondiale dell’adattamento cinematografico di uno dei videogiochi di lotta più popolari al mondo… Di cosa parlo? Ma naturalmente di Tekken e del nuovissimo film in Computer Grafica Tekken Blood Vengeance, che vede come protagonisti i personaggi del gioco di Tekken 6 per PlayStation 3.

Ti chiederai il perchè di tutto questo preambolo… Beh, io ero presente all’anteprima del film e sto per darti un resoconto della serata!

Tekken Blood Vengeance: l’aperitivo

Prima dell’inizio del film io e gli altri invitati siamo stati accolti dai ragazzi dello staff ricevendo in regalo alcuni gadgets commemorativi dell’evento: una borsa marchiata Bandai e una splendida t-shirt celebrativa del film.

Ci è stato offerto un piccolo aperitivo con salatini e bibite varie, per ingannare l’attesa. Ho potuto notare che gli invitati arrivavano da ogni parte d’Italia, proprio per non perdere quest’anteprima. Infatti alcuni erano “accompagnati” da valige e borsoni. Tra la folla era presente una delle voci più famose del doppiaggio anime italiano. Di chi sto parlando? Ma della grandissima Emanuela Pacotto, con la quale ho avuto l’onore di scambiare qualche parola.

Tra una chiacchiera e l’altra, Manu mi ha fatto notare che il film che avremmo visto di lì a poco sarebbe stato in lingua originale sottotitolato in italiano (anche se, io direi piuttosto adattato, visto che anche chi mastica pochissimo giapponese, si sarebbe accorto degli errori commessi).

Tekken Blood Vengeance: il film

Ore 20:15: con un po’ di ritardo rispetto alla tabella di marcia, finalmente ci hanno fatti accomodare nella sala dove sarebbe stato proiettato il film. La sala era quasi piena, anche se non era molto grande.

Mi sono accomodata al mio posto, porte chiuse (più o meno), luci spente ed il film ha inizio.

Trama:

Tutto ruota attorno a due fazioni: la prima, comandata da Jin Kazama e supervisionata da Nina Williams, e la seconda, comandata da Kazuya Mishima e supervisionata da Anna Williams. Entrambi sono alla ricerca di un liceale, Shin Kamiya, ex compagno di scuola di Jin e portatore di un temibile segreto: unico sopravvissuto del progetto Mutare, possiede il gene G, che fornisce l’immortalità.

Sulle tracce di Shin saranno inviate due ragazze: da una parte la frizzante Ling Xiaoyu in compagnia della sua amatissima Panda che segue gli ordini di Anna, dall’altra Alisa Boskonovitch, un cyborg creato dal Dr. Boskonovitch e sotto i comandi di Jin e Nina.

Ma l’amicizia che si creerà tra le due ragazze darà del filo da torcere ai due membri della famiglia Mishima, e l’apparizione di una terza fazione, comandata dal creduto scomparso Heihachi Mishima, complicherà le cose.

Lo scontro finale vedrà così protagonisti i tre capi e tutte le loro trasformazioni date dal gene Devil.

Trama abbastanza scontata: gli scontri, molto “alla Dragon Ball”, subiscono la prima legge degli shonen, ovvero “se io mi trasformo e divento più forte, allora arriverà un nemico più forte di me e dovrò trasformarmi nuovamente in un qualcosa di altrettanto forte”. Nonostante ciò è stato comunque una pellicola piacevole da vedere. La grafica è la stessa utilizzata per i filmati presenti in Tekken 6, utilizzata per creare un lungometraggio di 90 minuti circa. La più grande pecca è la totale assenza di alcuni dei personaggi più famosi del gioco, tra i quali Hwoarang e Yoshimitsu.

Tekken Blood Vengeance: considerazioni finali

Personalmente mi sono divertita durante la serata. Forse il film non è un capolavoro, e anche i sottotitoli erano abbastanza approssimativi (e con errori di battitura ogni tanto), ma non sono partita con l’idea di vedere un grande film in CG. Forse un buon adattamento italiano del film sarebbe stato più piacevole rispetto alla versione sottotitolata, ma l’onore di partecipare a questa anteprima è stato grandissimo.


Ora ti lascio, sperando di partecipare presto a una nuova anteprima da illustrarti.

A presto.

Autore: SNeptune84

Scritto da SNeptune84 il nelle categorie: Games, Nanoda News