• 0 Commenti

STAY

ATTENZIONE: Consigliato ad un pubblico maturo

STAY

Questo non è un gioco fatto di combattimenti frenetici, o un puzzle game divertente… e se resterete lo scoprirete con i vostri occhi!

STAY Gameplay

STAY Trama

Quinn, il protagonista, è uno psichiatra che un giorno, di punto in bianco viene rapito e si risveglia in una strana stanza.

Al suo interno c’è un poster, delle scritte in latino, un computer connesso alla rete wi-fi e dall’altro capo di una chat in cui l’uomo chiede disperatamente aiuto ci sei proprio tu, il giocatore. Raccontandoti più o meno quello che gli è successo, il ragazzo sembra in preda alla frustrazione e alla paura, visto che è stato rapito e chissà che diavolo gli vogliono combinare. Inizialmente pensa che si tratti di un qualche gioco perverso alla Saw – L’Enigmista, ma rapidamente capisce che per il momento la sua vita non è in immediato pericolo. Confidandosi con te, il ragazzo ti descrive di volta in volta cosa sta succedendo, le sue paure e cerca in te un’ancora di salvezza per riuscire a capire come uscire da questo maledetto buco.

Controllando nei paraggi, troverà via via degli indizi che gli permetteranno di allargare il suo reame di ricerca, spostandosi in quella che sembra una casa piena di simbolismi e assurdità.

Ma quale sarà la realtà sulla permanenza del ragazzo e chi l’ha rinchiuso qui dentro?

STAY Valutazione

La trama è molto psicologica, accompagnandoci attraverso il digitare del protagonista nei 24 capitoli in cui è diviso il gioco, tra scelte, incoraggiamenti e rompicapo, a volte davvero semplici, come rimettere assieme i pezzi di un piatto decorato, a volte complicati, come trovare la combinazione giusta attraverso tentativi per attivare una fornace. L’angoscia che prova il personaggio è palpabile e a volte è dura restare a guardare, mentre si sta arrovellando e impazzendo, domandandosi chi l’abbia spedito qui.

Molti di questi rompicapo non hanno una spiegazione, per cui ci troviamo come il protagonista allo sbaraglio, a volte andando per eliminazione, mentre cerchiamo di far proseguire il gioco e capire che sorte toccherà a Quinn.

Il gioco, come viene presentato subito prima di iniziare, parla di temi come l’ansia, la paura, la morte, la solitudine e la depressione, per cui è consigliato a un pubblico maturo che possa apprezzarlo appieno.

Il gioco ha sette finali, tutti uguali tranne per alcuni dettagli che arricchiranno la narrazione e dipenderanno da diversi elementi, ovvero quanto tempo sei stato lontani dal gioco (ci sono due orologi, quello del tempo passato con Quinn e quello in cui siamo stati lontani dal gioco, per esempio dopo un salvataggio automatico se spegni per poi riaccendere dopo 3 ore) e il rapporto che sei riuscito a stringere con Quinn, ovvero come ti considera a livello di fiducia.

L’indicatore emozionale salirà o scenderà a dipendenza dai consigli che gli darai di volta in volta, se dimostrerai più affetto nei suoi confronti o semplicemente un freddo compagno con cui condividere i quiz che questa casa nasconde.

Il gioco è interessante, ma per completarlo completamente richiede davvero molto tempo, visto che non c’è un modo rapido di skippare le scene del digitare di Quinn sulla tastiera per giungere rapidamente alle scelte che potrebbero condurre verso un altro finale. Una normale partita con la velocità di digitazione al massimo può richiedere 4 o 5 ore, e dover ripercorrere di nuovo tutto dall’inizio per altre 6 volte lo trovo abbastanza frustrante, anche se si desidera completarlo al 100%.

La grafica è quanto di più retrò si possa chiedere, con animazioni composte da illustrazioni pixellose.

Principalmente ci sono due brani che ti accompagneranno durante il grosso del gioco, con alcuni pezzi di variazione durante le scene più tese, uno con violini e un altro al pianoforte, entrambi bassi, con una cadenza tranquilla ma allo stesso tempo inquietanti.

Questo titolo è giocabile in diverse lingue (Inglese, Spagnolo, Portoghese, Francese, Tedesco, Russo, Coreano, Cinese mandarino e semplificato, Giapponese), ma purtroppo non esiste un adattamento in italiano.

Il videogioco è pubblicato da PQube per Steam e XboX One, ma vedrà a breve una versione anche per PS4 (quella che ho provato) e Nintendo Switch al prezzo di circa 12 € (prezzi relativi ai vari store delle console).

Consigliato a un pubblico maturo che ama i drammi psicologici e i rompicapo.

STAY Voti

Trama: 4/5

Gameplay: 3/5

Musiche: 3/5

Animazioni: 1/5

Adattamento: 3,5/5

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: Games