• 0 Commenti

New Gundam Breaker

New Gundam Breaker

Ecco tra i tanti videogiochi giapponesi in uscita, l’ultimo titolo della saga dei Musou ispirati al mondo di Gundam e del modellismo dei Gunpla sorto dalla saga fortunata del Mobile Suit Bianco, New Gundam Breaker!

New Gundam Breaker Gameplay

New Gundam Breaker Trama

Ci troviamo in un futuro prossimo. Le serie di Gundam sono famose in tutto il mondo, portando in questo modo l’espansione dei Gunpla e alle Gunpla Battle, degli scontri tra modellisti che possono avvenire attraverso una realtà virtuale in uno speciale cabinato. Proprio per questo sono state create diverse scuole, dove vengono insegnate tecniche di costruzione dei Gunpla e di pilotaggio degli stessi. La più prestigiosa è proprio la giapponese Gunbre High School, dove Kyosuke (è possibile cambiare il nome a inizio partita), il protagonista, si è appena trasferito come studente del secondo anno.

1 Settembre. Una volta giunto nella nuova scuola, farai un piacevole incontro con Yui Mikagura, una vecchia amica d’infanzia che  non vedi da tanto tempo, visto che vi siete separati dopo il trasferimento per lavoro di tuo padre. Dopo essere passato in sala insegnanti, vieni presentato alla tua classe, la 2*C di cui la docente responsabile Miss Aida. Alla capoclasse, Koura Iori, viene affidato l’incarico di farti fare un tour dell’istituto, e la ragazza ti porta in giro mostrandoti le varie sale e zone, compresa l’Aula da Battaglia, con i cabinati dove è possibile fare le Gunpla Battle. Purtroppo il ragazzo apprende che è possibile usare l’aula solo dopo approvazione del Consiglio Studentesco.

Proprio durante questo tour verrai subito in contatto col vero aspetto dell’istituto, ovvero l’oppressione che il nuovo Consiglio Studentesco ha imposto dopo essersi instaurato. Sarà proprio il comportamento di Shogo Morita, un bulletto che sottrae pezzi dei gunpla altrui, che ci farà infuriare al punto da sfidarlo a una Gunpla Battle assieme a Yui e Koura. Il ragazzo sfrutta infatti il suo ranking oltre all’appartenenza alla squadra Egida di Laplace, per spadroneggiare sugli altri studenti.

Dopo aver compreso l’oppressione dittatoriale del Consiglio Studentesco, i tre decidono di unirsi e assieme a Marika Sakurai del Ottavo Club di Gunpla per formare il team Side 0 e assieme formare una squadra di resistenza per combattere contro il consiglio studentesco.


New Gundam Breaker Valutazione

Partiamo dal presupposto che non ho giocato i vecchi titoli (tre per l’esattezza), per cui il mio articolo sarà completamente avulso da preconcetti basati sui videogiochi vecchi (che secondo la maggior parte dei fan e dei siti erano strutturati meglio).

La trama è abbastanza stereotipata e classica rispetto a queste serie. C’è un nuovo arrivato che giunge in una scuola dove le cose non stanno andando per il meglio e la tua presenza cambierà lo stato delle cose, visto che inizierà uno scontro col Consiglio Studentesco per riportare la pace e l’amore nell’istituto. Diciamo che ci sono centinaia di serie con questo copione, dagli action harem come Armed Girl’s Machiavellism a manga più duri come Fortified School. Giocando alla Modalità Singolo (praticamente la Modalità Storia) invece, mi ha ricordato parecchio Danball Senki Wars, dove il protagonista si trasferisce in una scuola dove studiano modellistica e apprendono tattiche per pilotare, oltre ai combattimenti periodici tra squadre.

A parte i soliti quadretti tipici della serie, è molto divertente vedere le citazioni e diversi stereotipi delle serie di Gundam messe in bella mostra dai personaggi durante i discorsi, o persino nei comportamenti dei personaggi, come il carattere di Koura che cambia totalmente personaità quando si mette alla guida del suo Gunpla, come certi Newtype Artificali della saga di Z Gundam e Gundam ZZ.

Mi fa morire anche l’onnipresenza di Rinko Shakuno, Presidente del Club di Trasmissioni, che spunta fuori dal nulla prima di ogni combattimento per trasmetterlo in tutta la scuola, facendo la commentatrice dell’evento.

La storia è praticamente una visual novel con scelte che non credo cambiano nulla a livello di trama, e che da uno stage all’altro contengono alla fine un combattimento di vario tipo. Man mano che si va avanti è possibile seguire la route di una delle tre ragazze protagoniste, oppure semplicemente seguirle tutte e tre allo stesso tempo, man mano che passano le settimane.

I combattimenti sono abbastanza divertenti, perché le missioni non prevedono solo di distruggere il nemico, ma di distruggere dei container, sconfiggere un determinato nemico o rubargli dei pezzi, per cui è abbastanza interessante inizialmente, tramutandosi in seguito in una mera scusa per poter aumentare la propria collezioni di componenti.

Dal Menù Principale, oltre che poter scegliere le Opzioni (tasti, musica e altro), la Modalità Singolo e la Modalità Multigiocatore online, troverai anche l’opzione Biblioteca, da cui sarà possibile acquistare componenti con il denaro ottenuto dalla vendita delle parti extra e con dei biglietti speciali ottenibili sbloccando la missione giornaliera di combattimento contro una Super Fumina PG (Perfect Grade).

La nota dolente è che certe volte sono molto incasinati e si finisce in ammucchiate di suit senza capire cosa sta succedendo e premendo i tasti nella speranza di dare più mazzate di quante se ne stanno prendendo.

Ogni stage ha anche una particolare scatola di squadra, dove periodicamente è possibile recarsi per lasciare le componenti che si sono ottenute, in modo che la ricompensa a fine missione, in caso di vittoria, sia davvero da leccarsi i baffi. Inutile dire che i pezzi che i nemici perdono, possono anche essere equipaggiati subito dal nostro Gunpla in campo, e i loro attacchi speciali sfruttabili all’istante. Tutti i pezzi recuperati poi faranno parte della tua collezione generale e ovviamente i pezzi doppione che recupererai verranno immediatamente venduti in fase di acquisizione alla fine della missione.

Collezionando pezzi e componenti, è possibile creare il proprio Gunpla da zero, tornando indietro al Menù Principale nell’opzione Attrezzatura. In questo nuovo menù non solo sarà possibile cambiare le componenti del Gunpla, ma persino cambiare la propria predisposizione alla battaglia tramite gli InnerFrame (Balance, Striker, Gunner Enchant, Search), i quali sono predisposti per un certo tipo di combattimento. Utilizzando questi frame, si riusciranno a sbloccare abilità speciali opzionali, tra cui potrete scegliere sempre in questo menù di costruzione. Potrete utilizzare tutti i pezzi che avrete recuperato per creare il vostro Gunpla, scegliere persino delle colonne sonore delle varie serie di Gundam per customizzarne l’entrata e il combattimento, cambiarne i colori e dare un nome alla vostra unità che potrete salvare nei diversi slot a disposizione.

Unità con pezzi di Gundam di varie serie, customizzata con i colori dell’Evangelion 01

Sempre in questo menù di creazione, alla fine delle tante scelte che potrai fare per customizzare come meglio desideri la tua unità, sarà possibile passare scegliere l’opzione Galleria, dove vedrai la tua unità completa nei minimi particolari e potrai fotografarla col tasto Share (per PS4 ovviamente), potendo cambiarne la posa e l’angolazione.

Il combattimento si basa principalmente su due attacchi in corpo a corpo (Quadrato e Triangolo) e un attacco con l’arma a distanza equipaggiata, oltre ad alcune opzioni con R1 o L1 assieme ad altri tasti, che potrete sempre avere visualizzabili nell’angolo in basso a destra, per utilizzare abilità speciali, come ad esempio il Mirage Colloid del Blitz Gundam, che crea una cortina di particelle che vi rendono invisibili.

Solitamente gli scontri sono all’interno di una stanza con diversi mobili e oggetti dietro cui potersi nascondere, mentre in altri casi è possibile combattere in scenari diversi con condizioni atmosferiche di vario tipo, come il deserto o le montagne innevate durante una bufera di neve con visibilità scarsa. Una delle cose che non mi è piaciuta è la camera mobile, che non segue precisamente la direzione del tuo Gunpla, per cui ogni volta vuoi cambiare rotta, devi per forza di cosa girare la levetta destra per cambiare visuale.

La grafica non è male, sebbene spesso sfarfalli e a volte invece la missione si congeli completamente, una cosa un po’ discutibile che si spera venga corretta con future patch al gioco. Stranamente non c’è un filmatino iniziale.

La colonna sonora è fenomenale, con musiche sempre rockeggianti e vistose, oltre ai riarrangiamenti delle serie più e meno famose legate al brand, che è persino possibile customizzare rispetto a ogni gunpla che si costruisce, per poter legare i vostri temi preferiti a dei particolari modelli.

Il gioco è completamente tradotto in italiano, con la possibilità di scegliere il doppiaggio in inglese o l’originale giapponese. L’adattamento purtroppo è un po’ claudicante. A volte segue perfettamente il parlato, altre volte va un po’ troppo a braccio e non traduce per bene quel che viene detto dalle voci dei protagonisti, probabilmente a causa di una traduzione diretta dall’inglese più che dall’originale giapponese.

Il videogioco è pubblicato da Bandai Namco per PS4 e PC al prezzo di 59,49 € (prezzi relativi Amazon).

Consigliato ai fanatici di Gundam e dei Gunpla.

New Gundam Breaker Voti

Trama: 3,5/5

Gameplay: 4/5

Musiche: 4/5

Animazioni: 3,5/5

Adattamento: 3,5/5

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: Games