• 5 Commenti

Negima e Azumanga Daiō non arrivano in Italia

Riportiamo il comunicato del sito mangaforever che avvisa tutti gli internauti dello scherzo di cattivo gusto di cui i vari siti sono stati oggetto.

negima

Ieri era cominciata a circolare su internet la notizia, che poi si è rivelata falsa, della licenza acquisita da parte di Planet Manga di Negima e Azumanga Daiō.
Lo stesso sito mangaforever oggi comunica che tutto in realtà era solamente uno scherzo di cattivo gusto diretto a loro per screditarne l’immagine, e che quindi né Negima né Azumanga Daiō sono di prossima pubblicazione da parte di Panini.

Anche noi, allibiti dalla questione, abbiamo contattato Panini che ci ha confermato che la loro azienda non ha alcun progetto editoriale per i due manga sopracitati.

Riportiamo di seguito il comunicato integrale del sito (leggibile originariamente qui).

Scriviamo queste righe per dare a tutti voi lettori che ci seguite con interesse e fiducia una rettifica doverosa: la news che annunciava l’arrivo in Italia di Negima e Azumanga Daioh si è rivelata falsa, questi due titoli non sono stati licenziati in Italia da Panini Comics.
I responsabili della casa editrice ci hanno infatti contattato, e spiegato come il comunicato stampa pervenutoci (non ci siamo di certo divertiti noi a scrivere dati e sinossi degli albi!) non sia stato inviato al nostro ufficio stampa da alcun impiegato dell’editore.

Responsabili che si chiedono (e noi con loro) chi sia stato capace e a quale fine di spacciarsi per un addetto Panini, creando caos e arrecando danno all’immagine e alla credibilità del nostro sito che in quattro anni di attività ha sempre dimostrato di essere serio e autorevole.

Ci auguriamo che Panini possa fare luce sulla questione, e, come abbiamo avuto modo di chiarire in privato, dal canto nostro stiamo già fornendo tutte le informazioni utili per andare fino in fondo alla mail pervenutaci, che anche se camuffata, e rivelatasi successivamente falsa e anonima, è pur sempre rintracciabile tramite le autorità competenti.

Speriamo che la cosa non si ripeta mai più in nessun altro sito che amatorialmente e senza lucro tramite il tempo libero dei propri redattori cerca di dare informazione su un argomento che vede poco risalto nei normali canali informativi generici.

Autore: Pufferbacco

Scritto da Pufferbacco il nelle categorie: Nanoda News