• 3 Commenti

Zero no Tsukaima

Presso l’Accademia di Magia di Tristain, Louise Francoise le Blanc de la Valliere è considerata una pasticciona tant’è che viene chiamata “Luise Zero”.

Durante un importante rituale durante il quale le apprendiste devono richiamare un essere magico potente che diventerà il loro famiglio, Luise ne combina un altra delle sue: evoca, trasportandolo nel regno della magia, un normale studente umano, giapponese, Saito.

In questi casi le leggi di quel regno sono chiare: Saito d’ora in avanti, anche se senza poteri, essere il fedele servitore di Luise… e lei non potrà evocarne altri… il patto è oramai sancito!

Fortunatamente per lui, Saito scopre di avere in sé la capacità di utilizzare le rune simbolo della sua fedeltà che gli permetteranno di aiutare la sua padrona: nei momenti più difficili appaiono sulla sua mano attivando il potere di ‘Gandalfr’, che gli permette di maneggiare con maestria qualunque oggetto come arma, tra cui la spada magica parlante Derflinger.

I due dovranno affrontare numerose avventure cercando di stabilire un punto d’accordo, poiché Saito, seppur mostrando un interesse palese per Louise, non accetterà facilmente di obbidire silentemente agli ordini.

Zero no Tsukaima è un progetto che in Giappone vede oltre al manga anche tre serie di anime e soprattutto una novel di successo. La storia della versione a baloon segue fedelmente le vicende dell’anime aggiungendo alcune vicende intermedie inedite e approfondisce gli eventi principali cercando di dare una visione più organica.

Il disegno, totalmente in stile moe, inizialmente poco convincente riesce a trovare il proprio stile mano a mano che i capitoli proseguono finendo per diventare gradevole.

Zero no Tsukaima, 4.5 out of 5 based on 15 ratings

Autore: Pufferbacco

Scritto da Pufferbacco il nelle categorie: