• 6 Commenti

To Love-Ru – Trouble

To Love-Ru – Trouble Manga

Dalla penna di Kentaro Yabuki, autore di Black Cat, Mayoi Neko Overrun! e dello spin-off To Love-Ru – Darkness, e dal suo partner Saki Hasemi, una simpaticissima commedia harem scolastica proveniente direttamente dalle pagine di Shonen Jump di Shueisha.

To Love-Ru – Trouble Trama

Rito Yuki è uno studente delle superiori che è tanto puro e candido da soffrire di imbarazzo quando si tratta di questioni amorose, tanto da non riuscire a dichiararsi alla sua innamorata, Haruna Sairenji, tantomeno immaginarla in costume da bagno. Una sera, mentre sta facendo tranquillamente il bagno a casa, spunta dal nulla una bellezza mozzafiato completamente nuda con due enormi seni dall’acqua, spaventandolo a morte dall’imbarazzo. Mikan, la sua sorellina accorre a vedere cos’è successo, ma la ragazza è sparita. Convinto d’aver avuto le visioni, Rito torna in camera sua, dove ritrova la ragazza con solo un asciugamano a coprirla e completamente priva di pudore. La ragazza è Lala Satalin Deviluke ed è una aliena venuta sulla Terra che sta fuggendo da biechi inseguitori in occhiali da sole e abito scuro. Grazie al fido robot-costume universale, Peke, la ragazza finalmente indossa il suo normale abito di Deviluke. Mentre sta dando delle spiegazioni al ragazzo stupito, arrivano gli inseguitori e Rito, con tanto coraggio porta la ragazza in salvo fuori dalla finestra, correndo sui tetti. Una volti giunti a un’empasse, la ragazza tira fuori da un suo gadget tecnologico un enorme polpo robotico che aspira tutti gli inseguitori e persino Rito.

L’indomani, quando il ragazzo incontra Haruna, prende il coraggio a due mani e decide di confessarle i suoi sentimenti, ma proprio quando le sta strillando in faccia le parole “Io mi sono innamorato di te!” dall’alto spunta Lala, proprio di fronte alla ragazza e crede che Rito stia parlando con lei, rimanendo felicemente stupita della dichiarazione. Lala decide a questo punto di sposarsi e visto che lei in realtà è la principessa di Deviluke, Rito diventa automaticamente il futuro successore del re di Deviluke, attuale dominatore della galassia. Purtroppo il ragazzo non può ritrarsi indietro da questo piccolo malinteso, visto che il re di Deviluke è tanto potente e scorbutico che se il ragazzo volesse annullare il fidanzamento, il re polverizzerebbe sia lui che il suo pianeta. Da qui Lala, come fidanzata ufficiale, si stabilirà definitivamente a casa sua e cominceranno mille equivoci, agevolati dalle stravaganti invenzioni di Lala che hanno sempre qualcosa che non le fa funzionare correttamente, in un turbinante triangolo amoroso tra Lala, Rito e Haruna, la quale è segretamente innamorata di Rito, ma che, come il ragazzo, è fin troppo timida per ammettere i suoi veri sentimenti.

Il cast ben resto si allargherà a dismisura con altre belle ragazze a rimpinguare le fila di questa commedia harem, tra cui l’amico d’infanzia di Lala, Ren, appartenente di una razza aliena che con determinate condizioni cambia sesso, aspetto e mentalità (Ren che ama Lala e odia rito , mentre la sua controparte femminile è la bella Run innamorata di Rito che odia Lala), Oscurità d’Oro (Konjiki no Yami) o Yami-chan, un’assassina aliena polimorfica assoldata da un pretendente di Lala per ammazzare Rito, Risa e Mio, le amiche di Haruna che si divertono a complicare le cose nel triangolo, Saki Tenjoin, una senpai ricchissima invidiosa della popolarità di Lala, Ryoko Mikado, una prorompente dottoressa aliena che funge da medico per l’ambulatorio scolastico, Yui Kotegawa, la capoclasse pudica sempre pronta a strillare contro Rito e Lala per i loro comportamenti da scostumati, Oshizu, il fantasma di una ragazza morta quattrocento anni prima e le sorelline gemelle di Lala, Nana e Momo.

Rito riuscirà finalmente a chiarirsi le idee e capire con chi mettersi realmente? Riuscirà a dichiararsi alla ragazza che ama?

To Love-Ru – Trouble Valutazione

La serie è una delle più famose commedie harem ecchi degli ultimi anni. I personaggi sono caratterizzati in maniera divertente e anche la componente romantica, seppur col contagocce, viene affrontata seriamente, lasciando comunque dei valori al lettore, come le volte che rito trova il coraggio di dichiararsi, seppur gli vada sempre male a causa di treni che coprono la sua voce, di persone che lo interrompono e così via. Rito è secondo me il personaggio meglio caratterizzato, seppur completamente irreale nella sua castità; sebbene finisca sempre in situazioni equivoche e buschi sempre tante botte, non si dà mai per vinto e chiede sempre scusa, inoltre m’è piaciuto quando ammette a se stesso di provare in fondo qualcosa anche per Lala e non capire bene se si tratti di amore o meno.

Anche le ragazze comprimarie vengono caratterizzate abbastanza bene, ognuna con i suoi tormentoni, i suoi modi di fare e di pensare e le sue piccole manie romantiche, dalla vergognosa Haruna alla prorompete e pura Saki fino a giungere alla tsundere Yuki. In definitiva quando ho cominciato a leggere questa serie, m’è sembrata la fusione di due grandi classici shonen come Lamù/Urusei yatsura (per l’aliena che viene dallo spazio che per un malinteso finisce per innamorarsi del protagonista) e Dr. Slump e Arale (per le invenzioni di Lala, che finiscono sempre per combinare qualche guaio). Nonostante i tanti tormentoni ricorrenti e i continui scivoloni e incidenti che fanno finire le mani e la faccia di Rito sui seni o altre parti del corpo delle varie ragazze della serie e i ricorrenti panty-shot, la serie è decisamente piacevole e, sebbene raramente stupisca davvero, la trovo gradevole e divertente.

Gli autori, Saki Hasemi e Kentaro Yabuki (quest’ultimo discepolo di Takeshi Obata, creatore di Hikaru no Go, Death Note e Bakuman), hanno un tratto e un modo di narrare episodico, che raramente riesce a far storcere il naso o ad annoiare, lasciando sempre piccoli elementi sui caratteri dei personaggi capitolo dopo capitolo. Tra i primi, ogni volume ha sulla copertina una delle ragazze della serie e all’interno alcune spiegazioni degli autori su come è stato ideato il personaggio, che carattere ha e come gli autori hanno intenzione di svilupparlo in futuro.

Gli autori stanno lavorando da Ottobre 2010 su un seguito spin-off, To Love-Ru – Darkness, che ha per protagoniste femminili Momo Belia Deviluke, la sorellina di Lala, e Oscurità d’Oro, mantenendo invariato il ruolo da protagonista maschile rivestito da Rito Yuki. La serie attualmente consta di quattro volumi formati dai capitoli pubblicati su Jump Square, la rivista mensile di casa Shueisha.

La serie viene pubblicata in Italia da Star Comics e potete trovarla sia in edicola che in libreria al costo di 4,20€. La traduzione è davvero buona, posso dirlo avendo seguito la serie animata in lingua originale, e riesce ad adattare alla perfezione i nomi delle stranissime invenzioni di Lala, a volte fornendo spiegazioni sull’adattamento con delle note e a volte no. L’unica grossa pecca di questo formato economico è la mancanza delle belle tavole a colori presenti nella pubblicazione su rivista.

Consigliato specialmente ad un pubblico maschile di amanti di commedie harem scolastiche.

To Love-Ru – Trouble, 4.4 out of 5 based on 16 ratings

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: