• 7 Commenti

The Sacred Blacksmith

The Sacred Blacksmith Manga

Trasposizione in manga dell’omonima serie di light novel di Isao Miura, a cui ha fatto seguito una serie animata di dodici episodi, proposto da Ronin Manga, direttamente importato da Media Factory. Un nuovo universo fantasy spalanca le sue oscure porte nel nostro mondo, attraverso le pagine di questo manga del 2009.

The Sacred Blacksmith Trama

Sono passati quarantaquattro anni dalla fine della guerra che ha infiammato il Continente, la Guerra Demoniaca di Valbanill, chiamata così per via dei contratti demoniaci, patti che venivano imposti ai soldati e a volte anche ai popolani  coscritti nelle armate. Tale pratica veniva esercitata dando ai demoni una parte di se stessi, per poi richiamare i poteri demoniaci che possedevano letteralmente i corpi degli umani, una volta detta la parola di morte, parola di comando che fungeva da attivazione alla possessione demoniaca. Una volta conclusa la guerra, i nobili e i potenti restarono così allibiti dalle conseguenze da vietare i contratti demoniaci tacciandoli di taboo.

Ad Houseman, le città commerciali indipendenti, situate al confine settentrionale del continente, la giovane guardia cittadina, Cecily Cambell, si trova di fronte alla sua incapacità e alla sua debolezza, di fronte ad un semplice barbone impazzito che la assale con un ascia, spezzandole l’antica spada di famiglia. A salvarla ci penserà un giovane spadaccino, che taglierà come burro con la sua katana l’ascia del bruto, prima che questa riesca a colpire il viso della ragazza, disarmando poi l’uomo e costringendolo alla fuga. Estasiata da un comportamento così coraggioso, oltre che dall’esposizione della forza della sua spada, Cecily dopo aver scoperto che in realtà il ragazzo, Luke Ainsworth, è un fabbro geniale, si reca a casa sua, pregandolo di forgiare per lei una spada portentosa quanto la sua.

Luke vive con la piccola Lisa, trovatella adottata, e rifiuta la richiesta di di Cecily, visto che alla morte del padre ha giurato di non forgiare mai più katane, tranne che per se stesso. Nonostante il giovane dall’occhio sinistro finto, sia freddo con lei, accetta la richiesta della giovane di assumerlo come mercenario per sgominare una banda di briganti l’indomani mattina. Stranamente i briganti sembrano ben attrezzati ed oltre ad avere al loro servizio dei non-umani, delle bestie simili a grossi licantropi, hanno un uomo che una volta messo alle strette sugella un patto col diavolo, trasformandosi in un demone del ghiaccio.

Sfruttando il potere della piccola Lisa, Luke forgia in pochi minuti una spada con la magia, protetto da Cecily che fa scudo ai due col suo stesso corpo. Con la nuova spada magica, Luke sconfigge il demone e trae tutti in salvo.

The Sacred Blacksmith Recensione

Ho seguito la serie animata e devo ammettere che è praticamente identica al manga. Sono un amante dei fantasy e devo ammettere che questa serie mi ha catturato, sia per lo stile del disegno, che per la trama, sviscerata lentamente, con l’interessante alone di mistero che permea tutta l’opera sul passato di Luke, sulle strane capacità di Lisa e sull’esistenza delle Spade Demoniache.

Ho trovato interessante anche che abbiano mantenuto la piccola parte a fine volume dove Lisa spiega come viene effettuata la forgiatura di una katana, il ringraziamento dell’autore delle light novel e di Luna, l’illustratrice dei romanzi per l’appunto.

L’edizione italiana è a cura di Ronin Manga, il volume è stampato su ottima carta, o almeno mi sembra così perché avendo un largo uso di retini e china per i colori e i fondali, non si intravede mai troppo spazio bianco da cui vedere in trasparenza la pagina successiva. La copertina è in cartoncino colorato, uno dei rammarichi principali per le edizioni Ronin, visto che ormai lo standard vorrebbe che copertine di manga in formati simili abbiano una sovracoperta di carta patinata. Personalmente non apprezzo la maniera neutrale della Ronin per il lettering dei titoli, scritti alla stessa grandezza in due righe colorate, verde pisello con scritte amaranto per i nomi degli autori e amaranto con scritte bianche (e in questo caso anche verde pisello) per il titolo, scritto per tutte le sue serie con gli stessi font. Preferirei un titolo invasivo ma a lettere grosse e possibilmente in tema con lo stile originale. E’ una cosa che dirò sempre quando parlerò dei titoli Ronin, quindi fateci l’abitudine. Mancano inoltre le tavole a colore iniziali, usate nell’edizione su rivista.

La serie è composta di 5 volumi ed è ancora in corso in Giappone, attualmente la Ronin ne ha stampati tre a 5,90€ l’uno.

Consigliato a tutti fan delle serie fantasy piene di combattimenti con spade e magia, ma anche a chi ama trame intricate e complotti!

The Sacred Blacksmith, 3.8 out of 5 based on 4 ratings

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: