• 2 Commenti

The Climber

The Climber Manga

Dopo manga di combattimento quali Kiomaru e Masurao, Shinichi Sakamoto ci stupisce con questo adattamento del romanzo del 1969 di Jiro Nitta, “L’uomo solitario“.

The Climber Trama

Buntaro Mori è un giovane appena trasferitosi al Liceo Yokosuka Nord della prefettura di Kanagawa. Il ragazzo sembra un po’ schivo e il tipo che non ha alcun obiettivo o aspirazione nella vita e preferisce starsene per i fatti suoi, senza che nessuno gli rompa le scatole. Purtroppo finisce sotto le mire di Hajime Miyamoto, un ragazzo che ha la passione per il climbing e che sembra il bulletto capo della classe, data la sua prestanza fisica, stringendo la spalla di Buntaro con una dolorosa stretta da scalatore. Per la seconda ora Buntaro se ne va in terrazza per starsene un po’ per i fatti suoi, ma viene seguito da Miyamoto, che lo spaventa strillando dalla facciata, arrampicatosi grazie all’aiuto di un compagno di classe. A questo punto prenderà per il sedere Buntaro, promettendogli che se il ragazzo riuscisse a scalare la facciata della scuola, lo avrebbe lasciato in pace per sempre. Buntaro non si fa scappare l’occasione di levarsi di torno questa seccatura e inizia a rampicarsi a mano libera su un tubo pluviale, scoprendo pian piano una nuova sensazione mai provata in vita sua. Sarà proprio a causa di questa scalata fortuita da giovane principiante, che il ragazzo riuscirà a interessarsi alle arrampicate e proverà a scalare il Monte Takatori, a causa del consiglio di Masao Oonishi, uno dei suoi professori. Pian piano il ragazzo scoprirà tante cose sulle scalate e scoprirà uno straordinario talento d’apprendimento riguardo questo campo.

The Climber Valutazione

Questo è il tipico manga sportivo che ci mostra un principiante alle prime armi che viene indottrinato sui misteri di uno sport, in questo caso si tratta dell’arrampiacata o climbing. Assieme al protagonista, anche il lettore apprende cose nuove su questo sport e pian piano potrebbe anche sorgere nel lettore la voglia di avvicinarsi a tale sport, proprio per questo nel manga viene più e più volte ripetuto che l’arrampicata non si fa da soli, che bisogna farla in sicurezza e che cadere per azioni sconsiderate potrebbe portare alla morte, un po’ come il tipico disclaimer del wrestling “Don’t Do This At Home“. Davvero molto interessante immedesimarsi nella psicologia del protagonista che vuole scalare da solo, anche se immagino che col passare dei volumi riesca ad aprirsi anche agli altri e farsi tanti amici e compagni di scalata.

Il tratto è davvero ricco e le tavole sono sempre piene di fondali e retinature.

Ottimo l’adattamento che, come sempre inserisce note a margine per termini giapponesi, o spiegazioni riguardo a termini riguardanti il climbing.

Il manga è pubblicato da J-Pop nel formato deluxe con sovracopertina in carta patinata e prime pagine in carta patinata a colori al prezzo di 5,90 €. Potrete trovare anche il primo volume a 2,90 € nella versione Celebration, per festeggiare i 10 anni di J-Pop.

Consigliato agli amanti dei manga sportivi e psicologici.

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: