• 0 Commenti

The Bird

The Bird Manga

E ancora una volta torna il maestro Go Nagai, il creatore di Mazinger Z, Devilman e tante altre famosissime serie, sfruttando i temi per cui è stato reso famoso, in una storia che ha lo stesso sapore di Devilman.

The Bird Trama

Ci troviamo nel Giappone dei nostri giorni. Uno strano essere alato sta volando verso la città irrequieta, commentando l’orrendo puzzo dell’inquinamento cittadino e disprezzando gli esseri umani che brulicano nelle strade notturne illuminate a giorno dai neon.

Nel frattempo una giovane infermiera piena di voglia di passione, Lisa Akizuki, dopo una giornata massacrante di lavoro sta tornando a casa, quando l’essere volante la prende di mira, volandole contro e strappandole le vesti con le sue mani e piedi che sembrano in tutto e per tutto gli artigli di un uccello rapace. L’uomo alato, David Bird, è un’arma vivente creata da un’organizzazione segreta come un nuovo super soldato per le guerre che verranno combattute nel futuro, dato che l’utilizzo di armi batteriologiche e nucleari sarebbe deleterio per il pianeta e non produrrebbe alcun vincitore, ma solo vinti. I biosoldier sono esseri umani nati in laboratorio incrociando il codice genetico umano con quello di determinate specie di animali, per trarne dei vantaggi in termini bellici, come la potenza, la capacità di volare, una difesa coriacea e dei sensi più acuti. Preso coscienza della sua natura, l’uomo-uccello è riuscito a sfuggire al lavaggio del cervello dell’organizzazione, scappando dal luogo dove venivano addestrati gli altri biosoldier come lui e cercando di iniziare una sua integrazione nella società, nonostante gli manchi completamente il senso comune.

Dopo aver messo a repentaglio la vita della ragazza, per giocare come un uccello predatore con una preda, Bird finisce per ferire un gruppetto di barboni senzatetto che tentano di abusare della ragazza seminuda e poi finisce per affrontare i suoi inseguitori dell’organizzazione, che sterminano senza pietà i barboni che erano stati testimoni della figura di Bird. Ovviamente per riuscire a convincere l’uomo-uccello non bastano solo le parole, per cui i killer hanno portato con loro Kurtz Woolf, un biosoldier lupo, per riuscire a uccidere Bird nel caso non volesse tornare nelle braccia dell’organizzazione.

Bird riesce a sconfiggere l’ex-commilitone, ma con gravi ferite e un’ala completamente spezzata. Sarà la caritatevole Lisa, che l’uomo-uccello aveva esortato a scappare per non venire uccisa dai suoi inseguitori, a salvare Bird, curandone le ferite e portandolo al sicuro a casa sua. Una volta recuperato completamente dalle ferite, Bird cercherà nuovamente di integrarsi nella società, ma purtroppo gli artigli dell’organizzazione non vogliono mollarlo e continuano a inviargli sgherri biosoldier alle sue calcagna per recuperarlo o ucciderlo, in modo che i segreti dell’organizzazione restino tali. Purtroppo anche Lisa, il cui volto è noto agli inseguitori umani, è a rischio e diverrà il tallone d’Achille dell’uomo-uccello.

The Bird Valutazione

Leggendo questi due volumi ho ritrovato tantissimi dei temi utilizzati più di vent’anni prima da un più giovane Nagai in Devilman. Sebbene alcune situazioni e comportamenti mi siano sembrati un po’ sciocchi, e in un certo modo abbiano subito dei cambi radicali dopo un lasso di tempo abbastanza breve, nel toto si riesce sempre a leggere una condanna alla guerra, che cambia l’animo della gente che ne viene coinvolta, creando dei mostri. Nonostante Bird sia conscio di essere un mostro, un’arma letale creata dall’organizzazione, vuole tentare di fuggire da questo aspetto di sé che gli è stato cucito addosso forzatamente, forse per seguire l’istinto dell’uccello che è stato usato per il suo DNA, e abbracciare la libertà in modo incondizionato. Lisa, dalla sua prima apparizione viene già inquadrata come la ragazza caritatevole che diverrà il fulcro del cambiamento del protagonista e che gli insegnerà ad amare, umanizzandolo ulteriormente. Gli altri personaggi che appaiono fanno molto di contorno alla storia di Bird e Lisa, e a parte alcune assurdità, tipo una scena in cui Bird viene catturato e soffre inviando telepaticamente queste emozioni a Lisa e persino l’indirizzo dove si trova (che manco Bird dovrebbe sapere perché era svenuto) inviando la polizia con una chiamata anonima!!! Oltre a questo, l’ultimo capitolo con lo scontro finale l’ho trovato un po’ troppo velocizzato, stringendo velocemente su argomenti che sembrano buttati lì per chiudere la faccenda, e di cui nei precedenti capitoli non è mai stata fatta menzione, come il gruppetto di amici di Bird che si uniranno alla sua ribellione.

Come sempre il tratto di Nagai è un po’ grezzo e molto scuro, con scene abbastanza esplicite e cruente di combattimenti e torture, oltre alle classiche scene di nudo che sparge in quasi ogni sua opera. I disegni sono sempre molto profondi e dettagliati, con effetti grafici che rendono il dinamismo delle scene a colpo d’occhio.

Buono l’adattamento, con note esplicative a fondo pagina, anche di cartelli. Ho notato uno strano errore di impaginamento nel combattimento finale dell’ultimo volume, con un nemico che prima viene ammazzato, e nella pagina successiva si vede mentre sta attaccando…

Il manga è pubblicato da Hikari Edizioni nel classico formato deluxe con sovracopertina al prezzo di 8,50 €, un po’ costosetto per le tasche di un lettore casual.

Consigliato ai fan delle serie di Nagai e agli amanti dei combattimenti un po’ splatter.

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: