• 0 Commenti

Quanto costa la felicità?

Vi siete mai chiesti quanto può costare la vera felicità? Soprattutto… ha un costo?

In Quanto costa la felicità? con titolo originale Shiawase ikura de kaemasu ka? troviamo come protagonista una giovane liceale di nome Kiri, rimasta orfana dei genitori fin da piccola a causa di un incidente stradale che li colse mentre si trovavano sulla via del ritorno dal lavoro. Kiri Ishikawa viene così allevata dalla nonna fino alle scuole superiori, ma purtroppo anche quest’ultima muore venendo colta da un malore durante il lavoro, lasciando così Kiri sola al mondo.

Ed è proprio con la cerimonia funebre che comincia il primo capitolo dove farà la sua apparizione uno strano individuo dall’aria trasandata che si scoprirà da subito essere un giovane violinista squattrinato di nome Shiina Takumi.

Dopo la sua presentazione agli invitati, Shiina afferma di essere il nuovo tutore di Kiri, come da testamento scritto dalla defunta, per ripagarla di averlo sostenuto economicamente e permettergli così di studiare le lezioni di violino. La questione del tutore però, sembra non andare molto ad un parente della ragazzina (che tra l’altro non aveva nemmeno mai visto prima e non sapeva nemmeno di avere) e tenterà quindi di convincerla di andare da lui invece che con un estraneo di cui non sapeva nulla e non aveva nemmeno un qualche legame. Da questo fatto, tra il cugino del padre di Kiri e Shiina, nasce un piccolo battibecco sul chi dovrà tenerla, con la conseguente e giusta reazione della ragazza che li “invita” a lasciare la stanza… erano pur sempre ad un funerale!

Finita la cerimonia, Kiri trova il violino dello strano ragazzo in casa sua, ma di lui non c’era traccia. Va quindi a cercarlo, trovandolo nei pressi di un fiume a rovistare tra l’erba in cerca di… cibo!! La ragazzina un po’ perplessa per quello che stava facendo, chiedendosi se quello avrebbe dovuto essere veramente il suo tutore oppure era uno scherzo visto che doveva mantenerla, lo invita in casa per offrirgli qualcosa di decente da mangiare e parlare del testamento lasciatogli.

Da qui Shiina piomberà completamente nella vita di Kiri, installandosi letteralmente in casa sua, seguendola ovunque e… combinando un disastro dietro l’altro! Infatti pare che il ragazzo non sia poi così bravo nelle faccende domestiche o nel lavoro, l’unica cosa che sembra in grado di fare divinamente è suonare il violino.

Per questa “intrusione” in casa propria, Kiri ci metterà un po’ ad abituarsi al nuovo inquilino combina guai (con la mania di infilarsi ogni sera nel suo letto per non farla “sentire da sola”). La situazione poi sembra stabilizzarsi fino a che non fa la sua comparsa una bambina di nome Kotori… bimba lasciata in custodia a Shiina da una persona. Fin da subito, Kiri e Kotori non sembrano andare d’accordo perché in qualche modo gelose delle attenzioni che il ragazzo dà ad entrambe (la prima si sente gelosa perché pensava di essere l’unica a cui doveva “badare”, e la seconda perché lo vuole tutto per sé). Con l’andare degli avvenimenti Kiri scoprirà che in qualche modo si stava innamorando di quel matto di Shiina…

Come finirà quindi tra loro?

L’edizione Italiana è curata dalla casa editrice Flashbook. Nulla da dire sulla qualità della stampa del manga. Come al solito pulita, ottima carta e l’inchiostro non resta sulle mani sfogliando le pagine. Il volumetto, come le altre testate della Casa, ha la sovra copertina brossurata ed è stato mantenuto il senso di lettura originale giapponese.

Traduzioni ben fatte e testo scorrevole aumentano il piacere della lettura di questo fumetto e non sono presenti particolari errori di battitura (a parte due piccoli errorini che però non influiscono nella scorrevolezza del testo.

Questo nuovo shojo è una miniserie di due numeri dai toni comici e romantici, consigliato a chi è amante del genere oppure a chi vuole leggere qualcosa di non troppo impegnativo e semplice. Ciò non toglie comunque che questo è un manga molto carino, con un tratto del disegno molto pulito e ben fatto!

Se poi vi piace il genere ed il tratto di Usami Maki, vi consiglio anche di leggere le sue altre opere, come: Orange Kiss o Caramel Milk Tea.

Quanto costa la felicità?, 3.6 out of 5 based on 5 ratings

Autore: Inuchan

Scritto da Inuchan il nelle categorie: