• 0 Commenti

Mazinkaizer SKL Versus

Mazinkaizer SKL Versus Manga

Siete pronti per una serie con un protagonista grezzissimo ed un altro freddo e pacato, pronti a portare l’inferno ovunque vadano?

Mazinkaizer SKL Versus Trama

Ci troviamo in un futuro prossimo, in un mondo post-apocalittico (questa introduzione fa molto Kenshiro XD). Il mondo è prostrato in ginocchio e mentre nelle nazioni si cerca di ripristinare l’ordine, per le città e nelle strade vige la legge del più forte, con crudeli e spietati briganti e assassini che uccidono, stuprano e derubano a proprio piacimento. A difesa dei più deboli però si erge un potente e terribile alleato, Mazinkaizer, un robot potentissimo guidato in coppia da due abili membri della WSO, l’irruento e animalesco spadaccino Ken Kaidou, ed il freddo e razionale pistolero Ryo Magami.

Condotti dal capitano Scarlet Hibiki, una bellissima donna dai capelli lunghi che pilota un altro mecha aggraziato e potente, il Wingle, i due si lanceranno a testa bassa in ogni battaglia, distruggendo e massacrando tutti i nemici che gli si porranno innanzi, gonfi della potenza del Mazinkaizer, ma senza mai scordare che tale potenza sarebbe nulla senza la loro abilità e il loro istinto di piloti.

Mazinkaizer SKL Versus Valutazione

Avevo già visto la serie OVA e mi ha fatto piacere che questo manga non fosse uno sterile adattamento dei tre episodi. Ken e Ryo sono gli stessi bastardi attaccabrighe e assetati di sangue della serie, il Mazinkaizer la solita terribile e inarrestabile arma da guerra, in aggiunta finalmente possiamo goderci un po’ la presenza di Scarlet, la pilota del Wingle che muore all’inizio della missione del primo episodio, di contro Tsubasa Yuki, che nella serie aveva una parte importante, fa solo delle brevi comparsate tra una missione e l’altra, quando i nostri si ritrovano nell’hangar. Mi è piaciuto molto il capitolo prequel, più o meno a metà volume, dove viene presentato un altro personaggio che non era presente nell’anime, la professoressa Uzuki, che dopo l’ennesimo fallimento nella ricerca di un pilota per il Kaizer, finisce per scovare Ken in un penitenziario militare. Spero che nei prossimi due volumi ci sia anche qualche prequel sulla creazione del Mazinkaizer. Tantissimi i riferimenti ad altre opere di Nagai in alcuni personaggi e soprattutto nei mecha, che a fine volume vengono anche identificati precisamente con mostri presenti in Devilman o lo stesso Wingle, che sembra Devilady. Ovviamente se vi chiedete il significato di SKL, basta dare un’occhiata al teschio del pilder per capire che è un abbreviazione (codicefiscalese XD) di Skull. Ultima cosa… leggere un manga con la voce di Maurizio Merluzzo in testa non ha proprio prezzo! XD

Il tratto è una via di mezzo tra lo sporco e il pulito, ricordandomi con nostalgia un po’ lo stile del compianto Ken Ishikawa, riuscendo a rendere bene sia i momenti cupi e truculenti, sia quelli più tranquilli.

L’adattamento mi ha lasciato un po’ incerto. In generale è buono, con le note a fondo vignette per spiegare termini giapponesi, ma per un certo verso non mi ha convinto, visto che speravo utilizzasse termini più grezzi e volgari oltre a un buon uso delle parolacce. A parte qualche errore, la traduzione è ottima.

Il manga è pubblicato da J-Pop nel formato deluxe, con sovracopertina in carta patinata al prezzo di 5,90 €.

Consigliato ai fan di Go Nagai e delle serie robotiche piene di mazzate.

Mazinkaizer SKL Versus, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: