• 1 Commenti

LineBarrels of Iron

Hayase Koichi, un pacifico ragazzino delle elementari, durante una visita d’istruzione con la scuola ad un cantiere navale rimane coinvolto in un incidente che la stampa ha descritto come la caduta di un saltellite artificiale; dopo sei mesi il ragazzo si risveglia dal coma ma la sua vita non è più quella di prima.

Tre anni dopo mentre stava facendo un giro con i suoi amici, viene attaccato da un gruppo di umanoidi; il ragazzo, nonostante sia diventato molto forte, è in difficoltà contro di loro e quando la situazione diventa critica, un grande robot viene in suo aiuto. Appena lo rivede gli torna in mente l’episodio di tre anni prima: non era un satellite artificiale ad essere caduto ma quel robot!

Dopo un altro attacco di un gruppo di robot Koichi capisce di riuscire a comandare il suo, LineBarrels; a questo punto entra in scena un altro robot simile al suo comandato da Moritsugu Reiji, egli è un impiegato dell’azienda Juda e spiega al protagonista che il machina LineBarrels e il suo factor, koichi stesso, appartengono all’azienda. Il ragazzo non vuole seguire Moritsugu il quale,prima di essere richiamato alla base, sconfigge LinBarrels.

Koichi nonostante la sconfitta si crede il più forte e proprio questa sua arroganza lo porta contro un sua amico che lo ha sempre aiutato prima dell’incidente. Proprio quando i due si stavano chiarendo, un machina randagio (senza il suo factor), li attacca uccidendo l’amico; Koichi accecato dall’ira richiama LineBarrels ed inizia ad attaccarlo.

A quel punto arriva Moritsugu e un’altro nuovo machina comandato da Yamashita Satoru che si mettono in mezzo al combattimento; Koichi ancora più infuriato per l’intrusione, spara un raggio con LineBarrels di una potenza inaudita ed inizia a battarsi come un folle, l’energia che il raggio gli ha sottratto però è troppa e non riesce a difendersi dall’attacco di Moritsugu.

Quando il protagonista si risveglia scopre di trovarsi nell’agenzia Juda; conosce il presidente, un tipo molto esuberante ma anche saggio, che gli spiega come è diventato un factor e che l’azieda si occupa di impossessarsi di tutti gli 11 machina esistenti. A Koichi viene proposto di entrare a far parte della Juda per concretizzare il suo sogno di diventare un paladino della giustizia, in cambio del suo aiuto infatti la Juda gli darebbe un nemico con cui combattere: l’agenzia Kato, responsabile della morte del suo amico!!!

Iniziano da qui le avventure di Koichi agli ordini della Juda che lo porteranno a battersi contro arma e machina sotto il comando dell’agenzia Kato. La trama prosegue con numerosi colpi di scena, anche sulla natura di LineBarrels.

I disegni del manga sono molto curati, specialmente quando si tratta dei personaggi e dei robot. La trama è ben realizzata ed invoglia il lettore a continuare la lettura, grazie anche ai numerosi colpi di scena.

L’edizione è a cura di FlashBook che offre una buona qualità nella stampa delle pagine e una bella sovracopertina; l’ultimo volume uscito è il quinto e attualmente la pubblicazione è trimestrale.

Un bel manga, inperdibile per gli amanti dei robot ma consigliato anche per chi l’azione è il pane quotidiano!

LineBarrels of Iron, 4.4 out of 5 based on 8 ratings

Autore: Demyx

Scritto da Demyx il nelle categorie: