• 0 Commenti

Lady Oscar. Amori, segreti ed epiche battaglie

Leggendaria eroina francese d’adozione e giapponese d’invenzione, Lady Oscar è il personaggio che ha reso celebre, prima attraverso i manga, poi con la trasposizione sullo schermo, il nome di Ryoko Ikeda, eclettica disegnatrice nipponica per professione e soprano per hobby.

L’appassionata monografia di Davide Castellazzi – che è riuscito a fare della sua passione un brillante lavoro, prestato anche presso le patinate case editrici Walt Disney e DeAgostini – è una disanima affettuosa e scrupolosa che ripercorre la storia genealogica della protagonista della fortunata serie ambientata a Versailles (il titolo originale è Berusayu no Bara, letteralmente “La rosa di Versailles”) che ha fatto battere i cuori di un folto pubblico di adolescenti e l’animo rivoluzionario di un vasto audience.

Come gli altri notevoli e originalissimi volumi della collana I love Anime, edita dalla lungimirante Iacobelli, anche questo libro ha il pregio di risultare un’accurata mini-enciclopedia senza scadere in un nozionismo didattico e asettico: non siamo però di fronte all’Enciclopedia di Lady Oscar, che l’autore non manca di nominare al lettore, ci troviamo davanti a un’opera che si pone come obiettivo una completezza d’informazione inseguita con gli inserti più disparati e aggiornati, che vanno dalle stampe antiche recuperate con impegno e un imperdibile settei ai wallpaper pescati oggi in rete tra i vari click fino ai disegni “amatoriali” dei fan.

L’autore ricostruisce, verbo caro all’autrice Ikeda, che seppe illustrare magistralmente “gli sfarzi e le tensioni della Francia alla vigilia della rivoluzione”, con precisione e spirito critico (come dimostra nella riflessione sul significato della rosa del titolo) l’evoluzione di Lady Oscar dalle strisce in bianco e nero fino alle immagini a colori in movimento, che, osserva, hanno permesso di apprezzare meglio il tratto del disegno, addolcito dal bravo Shingo Araki, e le ambientazioni regali.

Tra “rose e spine, amori e battaglie” l’analisi scorre lungo una linea temporale progressiva, soffermandosi sulle differenze tra il manga e l’anime e menzionando gli eredi dell’amata eroina francese col naso all’insù come Simone, la Stella della Senna, protagonista femminile del manga-anime Il Tulipano nero, ispirato a I tre moschettieri di Dumas e portato sul grande schermo negli anni ”Sessanta da una mediocre produzione francese in cui brillava un giovane Alain Delon.

Non tralascia di citare nessuna rappresentazione contigua alla complessa opera giapponese, dagli spettacoli teatrali alla trasposizione cinematografica che nel 1978, sempre per mano di un francese, stavolta Jacques Demy, ridusse lo spessore del personaggio decretandone un flop “ridicolo o pacchiano”.

Che siate appassionati di anime o nostalgici dei lontani e indimenticati anni Ottanta, questo volume non potrà deludervi la sua ricchezza di notizie, di curiosità e di dettagli (tra gli altri il testo della sigla dei mitici Cavalieri del Re e un servizio fotografico a una convincente cosplayer ) che qualunque appassionato vorrebbe, o dovrebbe, conoscere.

Recensione fornita da Angela Cinicolo

Lady Oscar. Amori, segreti ed epiche battaglie, 4.5 out of 5 based on 2 ratings

Autore: Inuchan

Scritto da Inuchan il nelle categorie: