• 0 Commenti

Goblin Slayer

Goblin Slayer Manga

Finalmente uno dei titoli fantasy più attesi vive anche in Italia attraverso il sangue fatto d’inchiostro dell’editoria, sulle pagine targate J-Pop! Ha una sola preoccupazione nella vita, e non è cercare lavoro, ma uccidere creaturine deformi conosciute come goblin, è Goblin Slayer!

Goblin Slayer Trama

Ci troviamo in un mondo fantasy medioevale pieno di avventure, magie e anche pericoli composti da creature magiche e malefiche, pronti ad attaccare il regno degli uomini, ponendo fine alla pace della loro quotidianità.

Una giovane Sacerdotessa, appena uscita dal tempo dopo aver raggiunto la maggiore età (15 anni in questo mondo) si reca alla Gilda dell’Avventuriero per registrarsi come tale e trovare un gruppo in cui inserirsi per fare esperienza. la Receptionist della Gilda le spiega la gerarchia degli avventurieri e le prepara la sua piastrina personale che la identifica come avventuriera di grado Porcellana, il più basso nella scala. Viene reclutata al volo da un gruppo di giovani avventurieri novellini come lei, composto da uno Spadaccino, una Artista Marziale e una Maga. Nonostante la Receptionist della Gilda consigli loro di aspettare che magari qualcuno più esperto si aggiunga a loro, il gruppo si avvia alla volta della missione, visto che a quanto dice il loro capo, i goblin sono vigliacchi, deboli e non ci vorrà molto per sterminarli tutti.

Purtroppo la giovane Sacerdotessa dovrà ricredersi quando il gruppo viene preso in trappola dai goblin che avrebbero dovuto sterminare, finendo preda dei piccoli demonietti verdi, lo spadaccino divenendo la loro cena, mentre l’artista marziale il loro sollazzo, stuprata a turno dal branco. Mentre fuggono da tale sorte, la Sacerdotessa e la Maga, quest’ultima ferita gravemente dai goblin, finiscono tra le grinfie dei loro inseguitori, ma proprio mentre stanno per divertirsi con la maga a cui hanno stracciato le vesti, una luce inizia lentamente ad avvicinarsi dal fondo della grotta. Un uomo in armatura compare di fronte alle due e in pochi secondi si sbarazza dei goblin e pone fine anche alla vita della Maga, avvelenata dalle armi dei goblin e su cui i miracoli curativi della Sacerdotessa non avevano effetto.

La ragazza riconosce grazie alla piastrina attorno al collo dell’uomo che il suo salvatore è un avventuriero di livello Argento, il terzo posto più in alto della scala gerarchica degli avventurieri, e questo si presenta col suo nome da battaglia, ovvero Goblin Slayer. Dando consigli e spiegando delle cose sulle abitudini dei goblin, l’uomo fa capire alla giovane che nonostante i goblin non siano forti o intelligenti, comunque non sono completamente stupidi e sanno tendere imboscate in cui il loro numero superi la forza dei loro aggressori. Sfruttando diverse tecniche affinate nel corso degli anni, Goblin Slayer, accompagnato dalla Sacerdotessa, raggiungerà il fondo della grotta, sterminando in vari modi, uno ad uno, tutti i goblin, persino i cuccioli goblin, visto che a detta sua “L’unico goblin buono è quello che non esce dal suo fottuto buco!”

Dopo questa disavventura, la Sacerdotessa deciderà di continuare le sue avventure al fianco di Goblin Slayer, che troverà sempre dei modi più interessanti per far fuori i suoi odiati nemici.

Goblin Slayer Valutazione

Questa serie mi ha molto colpito quando la lessi la prima volta, ma continua a piacermi nel tempo e la rileggo sempre con grande piacere, anche perché amo molto i fantasy e sono un ex-giocatore di ruolo (in realtà giocherei ancora, ma con gli amici non troviamo mai il giorno giusto in cui tutti siano liberi XD). Le scene crude di stupro, ma anche quelle in cui i goblin si divertono uccidendo e divorando gli avventurieri novellini che hanno provato a sterminarli, le ho trovate davvero interessanti e realistiche, oltre che coraggiose. Il protagonista, il cui nome non verrà mai pronunciato e il cui viso non ci verrà mai mostrato, si nasconde dietro una corazza per proteggere il suo fragile io, distrutto il giorno in cui dei goblin hanno sterminato il suo villaggio, hanno stuprato e seviziato sua sorella, tutto ovviamente davanti agli occhi del piccolo bimbo nascosto e impotente. L’odio e il rancore che ha accumulato e affinato nel tempo è rivolto solo all’unico scopo di estinguere quella piaga dalla faccia della terra, provocandogli al tempo stesso una sottile gioia. Sarà forse anche per redimere questa parte del carattere dell’avventuriero di rango Argento che la giovane Sacerdotessa decide di restargli accanto, forse per non farlo cadere a picco e totalmente nella follia della sua insensata vendetta.

Come per alcune serie come MaoYuu, i personaggi non hanno nomi e cognomi ma vengono definiti solo per la propria classe o razza, a parte Goblin Slayer, ma questa mancanza non è molto palpabile, i personaggi sono così bene caratterizzati e le azioni sono così fluide e frenetiche che non si sente proprio bisogno dell’esistenza di nomi per definire i personaggi.

Il tratto di Kousuke Kurose è davvero figo. Grezzo e sporco per i mostri e preciso per i protagonisti e i membri della Gilda. Gli scenari e i panorami sono davvero dettagliatissimi e le scene di combattimento sono rapide e allo stesso tempo comprensibili. Chine e retinature sono presentissime, dando a ogni pagina tanti dettagli, anche in quelle più scure all’interno delle grotte o antri.

Come sempre ottime le traduzioni, neanche un’errore nel primo volume e una buona capacità di adattamento, spero che continuino minuziosamente con questo livello di qualità.

Il manga è un adattamento da light novel ed è pubblicato da J-Pop nel classico formato deluxe con sovracopertina in carta patinata e prime pagine a colori in carta patinata al prezzo di 6,50 €. Come ulteriore promozione, J-Pop ha reso disponibile la scelta di una delle due cover variant all’acquisto del primo volume in fumetterie definite Tane dei Goblin, in versione Bianca e versione Nera (che potete vedere in basso).

Attualmente la serie sta godendo anche di nuova vita attraverso l’adattamento animato che potete seguire con sottotitoli in italiano su VVVVID.

Consigliato ad un pubblico adulto di amanti delle serie fantasy.


Goblin Slayer, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: