• 0 Commenti

GE – Good Ending

GE – Good Ending Manga

Dalle matite della brava mangaka Kei Sasuga, una commedia scolastica ricca di sport, risate e soprattutto tantissimi sentimenti. Edito in Giappone da Kodansha (Weekly Shonen Magazine), nasce a seguito di un enorme successo ottenuto da una prima versione one-shoot; una love comedy classica nella struttura ma che sviluppa le proprie vicende riuscendo a trovare spunti di originalità.

GE – Good Ending Trama

Seiji Utsumi è un ragazzo che frequenta il secondo anno delle superiori. Dal primo anno ha una cotta per Sho Iketani, una senpai del terzo anno presidente del Club di Tennis della sua scuola. Nonostante la ragazza in questione sia un po’ sbadata e con la testa per aria, al ragazzo piace la sua determinazione e come gioca a tennis. Convinto ormai a restare nell’ombra di un amore non corrisposto, viene preso in giro da Yuki Kurokawa, che dall’inizio del secondo anno è sua compagna di classe, infatti la mattina prima la ragazza l’ha colpito con un servizio di tennis mentre stava fissando il campo con un binocolo. Dopo aver spiegato di non essere un guardone pervertito, ma che era innamorato della senpai Sho, inizierà uno scambio di confidenze e consigli tra i due, che porteranno Seiji a entrare nel Club di Tennis, in modo da poter stare più vicino e conoscere la senpai di cui è tanto invaghito. Grazie ai tanti consigli di Yuki e alle prove a cui sottopone l’amico, riesce a mettere un po’ di giudizio nella testa del ragazzo, che preso il coraggio a due mani decide di impegnarsi meglio nel tennis e di trovare nel frattempo un modo per dichiararsi alla senpai. Ma dopo un appuntamento di prova tra Seiji e Yuki, per fargli capire come bisogna comportarsi durante un allenamento, la ragazza finisce per sbaglio per bere il bicchiere di vodka di un altro cliente e Seiji l’accompagna a riposare in un love hotel, dove ovviamente non succede niente tra i due. Ma un’amica di Yuki, Eri Takiguchi, li vede uscire fuori dal love hotel e il giorno dopo inizia in segreto a fare delle strane avanches al ragazzo per far sesso con lui.

ge 2-4

GE – Good Ending Valutazione

Devo dire che leggendo il primo volume ho provato diverse sensazioni, la prima sicuramente è un certo senso nostalgico che mi ha colto, leggendo pagina dopo pagina, pensando alle mie storie d’amore passate, soprattutto alle prime, dove si è ancora tanto imbarazzati e impacciati. E’ questa la sensazione che dà il personaggio di Seiji un po’ per tutto il primo volume, quella di un verginello che non è mai uscito con una ragazza e non sa proprio come comportarsi, cosa dire e cosa fare. Mi sono abbastanza rivisto e un po’ immedesimato nel protagonista e devo ammettere che è stata brava la mangaka a usare un punto di vista maschile simile, anche se è un po’ irreale un personaggio così ai giorni nostri! XD

La serie è un classico shonen romantico, con personaggi ben marcati e delineati, che soffrono per amore, spesso senza capire che la persona giusta è già lì accanto a loro, tra amori, gelosie, tradimenti e ovviamente momenti ecchi sparsi ogni tanto per i volumi. Anche i personaggi secondari, gli amici di Seiji e di Yuki hanno diverso spazio nei volumi successivi e non sono personaggi macchietta messi lì giusto per fare da spalla.

Il tratto per quanto riguarda Seiji e buona parte del cast maschile non m’ha preso tantissimo, le ragazze sono disegnate molto bene, anche se a volte ho trovato un po’ sgraziati certi disegni, soprattutto dei piedi nudi nei capitoli estivi, a volte quasi un po’ deformi. Le tavole sono quasi sempre piene, con fondali o retinature, cosa che preferisco negli shonen romantici piuttosto che i vuoti spesso presenti negli shojo romantici.

Nei volumi successivi al primo, a fine volume vengono aggiunte schede sui personaggi e informazioni dell’autrice su come ha creato i vari personaggi.

Il manga è pubblicato da Star Comics nel classico formato economico da edicola al prezzo di 4,30 €.

Consigliato agli amanti delle storie romantiche.

GE - Good Ending, 5.0 out of 5 based on 6 ratings

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: