• 2 Commenti

Butterfly in the Air

Butterfly in the Air manhua

Butterfly in the Air è uno manhua in 4 volumi, un fumetto cinese disegnato in stile manga, di Li Ming e Pocket Chocolate (Long Yijian), nato dal character design di Kermes, edito dalla Beijing Total Vision e Xiao Pan. Il suo target potrebbe essere definito shoujo e il genere drammatico.

Butterfly in the Air trama

Zhong Xiaoyin è una bellissima ragazza; sua madre purtroppo è ricoverata a causa di una grave malattia molto rara e di difficile diagnosi. Per poter avere speranze di salvarla sono necessari test medici molto costosi.
Appena ricevuta questa notizia, ancora sconvolta, mentre si trova ancora in ospedale s’imbatte in maniera fortuita quanto scorbutica con il direttore della struttura, il giovane Lan Dongcheng, che colpito dalla sua bellezza e dal suo carattere forte si propone di aiutarla fornendo lui, in anticipo, il denaro necessario, purché lei lavori per risarcirlo presso un hotel della sua famiglia.
Così inizia la storia di questo manhua. La vita lavorativa di Xiaoyin non inizia nel migliore dei modi: le attenzioni che Lan le riserva sembrano sottointendere un altro tipo di interesse, e poiché lui gliele rivolge in maniera palese, queste scatenano la gelosia delle colleghe di lavoro.
Oltre questo Lan è fidanzato da molti anni con Weiwei una ragazza molto intelligente che non ci mette molto a capire che anche Xiaoyin dietro la sua freddezza e scontrosità sembra nascondere anche lei un’interesse per Dongcheng.
Questo triangolo, che ben presto diventa un pentagono con l’aggiunta di Lu Xin, un amico di Lan che s’innamora anch’esso di Xiaoyin, e del caporeparto Mai Lele da sempre invaghita di Lu Xin, non è intriso solo d’amore. L’ombra della morte pervade tutta la storia. Oltre la salute della madre uno strano e dolorosissimo mal di stomaco ultimamente colpisce la nostra protagonista, che si inizia a preoccupare, senza però trovare il tempo per andare a fondo della questione.
Tutto è nelle sue mani, solo lei può risolvere tutti i suoi problemi di salute, di lavoro e di cuore.
Il destino gioca a volte strani scherzi e nel dolore può nascondere i sentimenti più belli… e questa volta la sorte si è servita di una farfalla, un tatuaggio e un ricamo… il passato torna sempre.

Butterfly in the Air edizione e conclusione

Butterly in the Air è molto difficile da valutare.
Non si riesce a dargli un giudizio definitivo e che valga per tutta l’opera. In generale a lettura finita rimangono sensazioni positive ma infettate da una sentimento di occasione mancata molto forte e presente, quasi soverchiante.
Dal punto di vista grafico siamo difronte a un fumetto interamente a colori, acquarellati e sfumati,  affascinanti, che producono un ottimo impatto visivo; a questo però controbatte l’imprecisione delle proporzioni che talvolta, specialmente nei visi, soprattutto dal secondo volume in avanti, lascia un po’ perplessi.
Lo stesso sviluppo della trama in certi passaggi è un po’ forzato e in almeno in un paio di occasioni da un capitolo all’altro c’è un tale salto narrativo da rendere difficile la comprensione dello sviluppo delle vicende, quasi da sospettare che manchi un capitolo.

L’edizione italiana a cura di Free Books rispecchia anch’essa questa dicotomia. Sovracopertina, carta, stampa e resa sono di buon livello, e i 10,90€ a volumi non risultano totalmente immotivati.
La traduzione e la cura dei dialoghi invece è alterna. Si trovano spesso errori formali e costrutti logici che fanno dubitare, in questi, della sua correttezza.

Butterfly in the Air è quindi un prodotto un po’ controverso che però, nonostante tutto, merita un’occhiata, anche per leggere qualcosa di formalmente diverso dal solito. Sinceramente però vista la spesa e la resa mi sento di consigliarlo solo ai lettori più navigati, magari dopo una sfogliata non veloce in fumetteria.

Butterfly in the Air, 4.3 out of 5 based on 3 ratings

Autore: Pufferbacco

Scritto da Pufferbacco il nelle categorie: