• 0 Commenti

Bugie d’Aprile

Bugie d’Aprile Manga

Finalmente in Italia uno dei titoli che sono stati tanto amati e apprezzati dal pubblico da ricevere un bellissimo adattamento animato (e anche uno live-action), che è riuscito a far breccia nel cuore di altri spettatori, che come me in tal modo hanno conosciuto il manga originale.

Bugie d’Aprile Trama

Kousei Arima è un ragazzo che frequenta le superiori, una volta era un bambino prodigio del pianoforte, tanto da aver vinto diversi primi premi in concorsi importanti sin dalle scuole elementari, ma a causa di alcuni traumi che verranno spiegati nel corso della storia si è allontanato dal pianoforte, e nonostante anche la morte della madre abbia segnato questa separazione, il ragazzo continua a vivacchiare di musica, facendosi commissionare la redazione di partiture per videogiochi o karaoke. La cosa non va molto a genio alla sua amica d’infanzia e compagna di scuola, Tsubaki Sawabe, che cerca in ogni modo di spronarlo a tornare sui suoi passi e rimettersi attivamente in riga nel mondo della musica classica, visto che quando suonava sul palco “era così figo“. A darle una mano involontariamente ci penserà Kaori Miyazono, una compagna di classe di Tsubaki che si dice interessata a Ryota Watari, compagno di scuola e amico di Kousei, nonché capitano del Club di Calcio della scuola.

Il primo incontro tra Kousei e Kaori ha un che di magico, visto che il ragazzo, invitato a un appuntamento a quattro, resta invaghito dal modo libero e un po’ selvaggio della ragazza nel suonare un pezzo con una pianola a fiato su una giostrina per bambini, in mezzo a una splendida cornice di ciliegi in fiore. Purtroppo i primo incontro di Kaori non ha lo stesso impatto che ha avuto per lui, visto che si accorge del ragazzo mentre la sta fotografando col cellulare proprio quando una folata di vento le alza la gonna, mostrandogli le mutandine. Dopo l’arrivo di Tsubaki e Ryota la ragazza si calma e invita tutti e tre al suo concorso, visto che la ragazza è una violinista.

Poco alla volta, attraverso di lei, Kousei si riavvicinerà lentamente al mondo della musica, e dovrà affrontare il problema principale che gli ha fatto abbandonare il mondo dei concorsi musicali, ovvero il fatto che durante l’esecuzione del pezzo, quando inizia a concentrarsi sull’esecuzione, il ragazzo perde la cognizione uditiva e non riesce più ad ascoltare la musica che produce, come un’improvvisa sordità.

Riuscirà lo spirito libero di Kaori a spronare Kousei e riportarlo alla ribalta?

Bugie d’Aprile Valutazione

Avevo precedentemente seguito la serie animata quando è andata in onda in patria e devo dire che, nonostante non sia un grande fan delle serie troppo romantiche o sdolcinate, nutro un profondo amore per quelle che trattano come argomento la musica (non tanto quelli di idol XD ), specialmente per quella classica (tipo Nodame Cantabile). Adoro il modo in cui attraverso una media vicino ad un pubblico giovane come un manga o un anime, l’autore riesca a far interessare il pubblico a canzoni di musica classica, che forse non in tutte le famiglie sono ascoltate ed apprezzate. Quando ho preso il primo volume del manga tra le mani, ero partito col solito preconcetto che solitamente un manga che parla di musica, senza la componente sonora tipica della controparte animata, si sarebbe trovato in una situazione di svantaggio. Mi sono dovuto ricredere, visto che la lettura è davvero scorrevole e riesce a incentrarsi meglio su diversi cardini importanti della storia, aggiungendo i nomi e piccole spiegazioni sui pezzi e su quando e perché siano stati composti, in modo che il lettore possa cercarli facilmente anche su internet ed ascoltarli durante la lettura.

Il tratto è davvero gradebole e tondeggiante. Nonostante i visi siano quasi sempre chiari e privi di retinature, non sembrano mancare di spessore. Un vero peccato che il volume non abbia le pagine a colori della pubblicazione su rivista.

Ottimo l’adattamento, che spiega in note diverse parole giapponesi, oltre al fatto di essere (almeno il primo volume che ho visionato) privo di errori di distrazione o grammaticali. Anche il titolo, sebbene sarebbe stato adattato meglio con Bugia d’Aprile, visto che il titolo tradotto letteralmente sarebbe “La tua bugia in Aprile“, poteva anche venire adattato in maniera peggiore tipo Pesce d’Aprile.

Il manga è pubblicato da Star Comics nel formato deluxe con sovracopertina in carta patinata, al prezzo di 4,90 €.

Consigliato agli amanti delle serie un po’ romantiche e un po’ drammatiche.

Bugie d'Aprile, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: