• 0 Commenti

Birdy the Mighty

Tsutomu Senkawa ha come passione l’esplorare edifici abbandonati e misteriosi. Con i propri amici decide così di entrare in un hotel abbandonato da molto tempo della campagna limitrofa. Appena entrati vengono sorpresi di un losco individuo che si qualifica come custode che li intima di andarsene. Fuggiti, Tsutomu si accorge di aver perso il cellulare e decide di tornare sui suoi passi.

Nel frattempo Birdy Cephon Altera, agente della Federazione Interplanetaria, è in missione in incognito sulla Terra (i terrestri sono una civiltà non abbastanza evoluta da conoscere ciò che avviene al di fuori del proprio Sistema Solare e quindi sono all’oscuro dell’esistenza di tali razze aliene) per catturare un malvivente di nome Cigar.

Quando Tsutomu rientra nel hotel s’imbatte in alcune piante ancora germogli alquanto particolari, e successivamente assiste a uno scontro tra quello che per lui era il custode, in realtà Cigar, e Birdy: inavvertitamente il ragazzino terrestre viene colpito a morte proprio dall’agente, che nel compiere questa leggerezza viola una delle leggi della Polizia Federale. Il suo corpo è clinicamente morto, ma grazie all’avanzata tecnologia della Federazione Interplanetaria riescono a mantenere in vita la mente di Tsutomu. Come punizione a Birdy per l’errore commesso viene ordinato che dovrà accettare che la coscienza del ragazzo venga trasferita nel suo corpo e che con questa dovrà convivere sulla terra finché quello della vittima sarà “riparato”.

Quando la coscienza di Tsutomu prende il sopravvento, il corpo di Birdy si trasforma assumendo le sembianze del ragazzo.

Cigar scampato all’arresto, temendo che il ragazzo abbia visto troppo e che possa rivelare informazioni sensibili alla Polizia Federale, si mette sulle sue tracce con l’intenzione di ucciderlo.
Così iniziano le “avventure” delle due psichi e di un unico corpo in comune: Birdy non può perdere tempo, da un lato dovrà proteggere Tsutomu, e dovrà continuare a investigare sulle misteriose attività terroristiche che una fazione chiamata Christella Levi sta attuando nell’universo causando molte vittime tra la popolazione della Federazione Interplanetaria, dall’altra dovrà remissivamente permettere al ragazzo di continuare la sua vita quotidiana…

Masami Yuuki è un “Nome” nel panorama dei manga: già autore di Patlabor, anche in questo manga mostra la sua attitudine a imbastire trame pregne di elementi investigativi e sci-fi.
Il chara caratteristico dell’autore, che piaccia o meno, è preciso e ottimamente definito. Come fondali invece spesso vengono utilizzate scene bianche o nere, senza dettagli; quando altresì sono presenti sono abbastanza ricchi di dettagli.

L’edizione italiana a cura di Star Comics viene presentata con il classico formato da fumetteria ma a un prezzo leggermente superiore a quello degli altri loro titolo del genere: 4,20 €. La stampa è pulita e con una più che buona resa, la carta invece è forse un po’ troppo sottile. Essendoci molte vignette scure si riscontra, su queste, una perdita di colore al tatto.

Per concludere Birdy the Mighty è un titolo che sa intrigare il lettore anche se non si fa notare per la profondità dei temi trattati o per complessità della trama. Una storia solida ma semplice, che però per certi versi lascia un retrogusto di già visto; certamente però non ne rimarrete delusi.

Birdy the Mighty, 4.6 out of 5 based on 14 ratings

Autore: Pufferbacco

Scritto da Pufferbacco il nelle categorie: