• 7 Commenti

Man-ga presenta: Lamù, Ken il Guerriero le origini del mito e Metal Armor Dragonar.

Dal 30 Settembre, il canale di Sky Man-ga, trasmetterà dal lunedì al venerdì: Lamù – la ragazza dello spazio, dal 4 ottobre Armor Dragonar e dal 19 Ottobre Ken il guerriero: le origini del mito in prima visione TV!

Man-ga

In sequenza eccovi la programmazione a partire dal 30 settembre 2010.

Lamù, la ragazza dello spazio

Dal 30 settembre – da lunedì a venerdì dalle 19:00

In replica:

  • da lunedì a venerdì alle 6:00 – 9:00 – 14:30
  • sabato alle 7:30 – 8:00
  • Domenica alle 9:30 – 10:00 – 10:30

Dei 194 episodi totali della serie, in Italia non erano mai stati trasmessi in TV gli ultimi 65, che Man-ga ha mandato in onda a partire dal 1 luglio 2010 come Le nuove avventure di Lamù

  • Titolo Originale: Urusei Yatsura
  • Anno Di Produzione: 1981
  • Numero Episodi: 129
  • Genere: Commedia, Sentimentale, Demenziale, Fantasy
  • Copyright Img: © Rumiko Takahashi / Shogakukan • Kitty Film • Fuji Tv

DOPPIATORI:

  • Lamù: Rosalinda Galli, Paola Quattrini
  • Ataru Moroboshi: Riccardo Rossi, Fabrizio Manfredi, Mino Caprio, Massimo Corizza
  • Shinobu Miyake: Monica Cadueri, Laura Boccanera
  • Sakura: Roberta Rem, Serena Spaziani, Renata Biserni
  • Sakurambo: Dante Biagioni, Angelo Nicotra, Luca Dal Fabbro
  • Ten: Isa di Marzio, Susanna Fassetta, Laura Boccanera
  • Ryunosuke Fujinami: Gabriella Andreini, Laura Boccanera, Renata Biserni, Susanna Fassetta
  • Mendo Shutaro: Christian Fassetta, Stefano Onofri, Fabrizio Mazzotta, Alessio Cigliano
  • Padre Di Ryunosuke: Marcello Prando, Stefano Mondini, Angelo Nicotra
  • Ryoko Mendo: Monica Cadueri
  • Benten: Serena Spaziani, Monica Cadueri, Renata Biserni

Trama Lamù:

La storia narra le avventure di una ragazza aliena di nome Lamù, arrivata sulla terra inizialmente con lo scopo di invaderla. La sua razza infatti sfida i terrestri ad una gara nella quale un rappresentante terrestre dovrà rincorrere e toccare le orecchie di Lamù entro dieci giorni. Se il terrestre vincerà la Terra sarà salva, se perderà gli umani dovranno sottomettersi agli invasori.

Tra tutti i terrestri viene scelto il diciassettenne Ataru Moroboshi, noto per la sua sfortuna cronica. Ataru non vuole essere coinvolto ma viene obbligato ad affrontare la bella aliena, che risulta essere praticamente impossibile da catturare in quanto vola e lancia scariche elettriche. Stimolato dalla sua fidanzata Shinobu, che promette ad Ataru di sposarlo se vincerà. [Continua su man-ga.it]

Metal Armor Dragonar

Dal 4 ottobre - da lunedì a venerdì alle 18:00
In replica:

  • da lunedì a venerdì alle 3:00 – 12:30
  • Sabato alle 18:00 – 18:30
  • Domenica alle 18:30 – 19:00 – 19:30
  • Titolo Originale: Kiko Senki Dragonar
  • Anno Di Produzione: 1987
  • Numero Episodi: 48
  • Genere: Robotico, Azione, Commedia
  • Copyright Img: © Sotsu / Sunrise

DOPPIATORI:

  • Ken Wakaba: Claudio Colombo
  • Light Newman: Claudio Ridolfo
  • Tap Oceano: Giorgio Bonino
  • Kenny Duncan: Claudio Moneta
  • Mayo Plato: Paolo Bessegato
  • Linda: Marisa Della Pasqua
  • Ben Rooney: Ernesto Maria Rossi
  • Supercapo: Natale Ciravolo
  • Douglas: Claudio Beccari
  • Computer: Paola Della Pasqua
  • Comandante Whiteman: Carlo Bonomi
  • Aoi: Adele Pellegatta
  • Karl: Luca Sandri
  • Roy Gibson: Marco Balbi
  • Min: Marisa Della Pasqua
  • Hanzen: Raffaele Fallica
  • Gor: Nicola Bartolini Carrassi
  • Sottotenente O’Neal: Gianni Quillico
  • Sottotenente Dei Giganos: Simone D’Andrea

Trama Metal Armor Dragonar:

Ken, Light e Tap, tre adolescenti poco portati alle gesta eroiche, si ritroveranno coinvolti e senza via d’uscita in una battaglia che vede impegnati e contrapposti l’Impero Unificato di Giganos (originato dalla ribellione delle ex-colonie lunari) e la Federazione Terrestre ferita dagli spietati attacchi nemici.

Il carattere scanzonato e poco incline alla disciplina dei tre improvvisati piloti di Dragonar (gigantesche macchine da guerra dell’Impero cadute in mano terrestre), che nel corso della vicenda acquisiscono esperienza e consapevolezza di sé, ha la capacità di smorzare l’effetto degli scontri tra cielo e terra delle due armate e di una trama sempre ricca di colpi di scena e risvolti psicologici anche importanti. [Continua su man-ga.it]

Ken: Le Origini Del Mito

I 26 episodi di Ken:Le origini del mito saranno trasmessi, a partire dal 19 ottobre, dal lunedì al venerdì a partire alle 21.30, solo su Man-ga

Una delle principali novità autunnali è costituita dalla serie INEDITA, Ken: Le origini del mito, spin-off di Ken il Guerriero, nata in conseguenza dell’enorme successo di quella storica che ha dato il via, negli anni, ad un’inesauribile produzione di videogiochi, film, live action e OAV.

Ken: Le origini del mito, approfondisce la storia della Sacra Scuola di Hokuto, introducendo un nuovo protagonista e un ricco cast di personaggi. La serie è ambientata nella Shanghai anni ’30. Il protagonista è Kasumi Kenshiro (zio di Ken) un uomo dalla doppia vita: è un insospettabile professore ma è anche Yang Wang, il Re della Morte, 62° successore della scuola di assassini di Hokuto Shinken. Per il legame con l’amico Pan Guanglin e la bella Youling, Kasumi deve affrontare le tre famiglie di Hokuto e le corrotte Triadi di Shanghai.

La grande novità di questa serie non sta quindi solo in una diversa ambientazione spazio-temporale ma soprattutto in un Kenshiro ben dissimile rispetto al classico eroe taciturno ed a tratti scostante. Il protagonista di questa storia ambientata nel passato, è un uomo spavaldo, sicuro di sé, persino attaccabrighe, con il vizio del fumo e dotato di un olfatto straordinario, che compensa la scarsissima vista.

Caratterialmente ci sono sia somiglianze che differenze tra il “vecchio” Ken e quello nuovo: Ken “lo zio”, 62° successore della sacra scuola di Hokuto, è una persona di animo gentile ma non ha problemi a fare lega con dei criminali. Inoltre, quando lo incontriamo è già al massimo della sua tecnica di combattimento, mentre Ken “il nipote” deve ancora apprendere molte cose all’inizio della sua storia. Il personaggio più anziano è pieno di vizi ed ha anche una carriera parallela come professore a Tokyo. All’epoca del nipote è perfino dubbio che esistessero ancora le scuole. Le somiglianze avrebbero potuto essere molto più evidenti se i due avessero condiviso lo stesso periodo storico, invece Le Origini si svolge in una società complessa, corrotta e decadente che precipita senza saperlo verso una guerra mondiale, mentre la serie classica ha luogo in una società semplificata, brutale e barbarica creata appunto da una devastante guerra mondiale.

Fonte: man-ga.it

Autore: Inuchan

Scritto da Inuchan il nelle categorie: Nanoda News