• 2 Commenti

Lucca 2009: in anteprima ufficiale i nuovi shojo Flash Book

Nanoda assieme ad altri siti, SMO e Shoujo-love, è lieta di anticiparvi i nuovi shojo manga che domenica primo novembre Flash Book annuncierà durante la sua conferenza stampa.

lucca-shoujologo

Domani su Nanoda.com troverete tutti gli altri titoli presentati a Lucca Comics 2009 da Flash Book. Inoltre potrete seguire in diretta la conferenza stampa!

Le viole son blu

di Obata Yuuki

2 volumi, concluso

Obata Yuuki, autrice dello straordinario Bokura ga ita, torna a incantarci con le sue atmosfere dolci-amare e la sua capacità unica di ritrarre quel tempo ineffabile chiamato adolescenza. Le viole son blu (Sumire wa buruu), due piccoli grandi volumi da aprire come uno scrigno per contemplarne le semplici meraviglie. Lei ama lui, lui ama l’altra: è l’eterno triangolo, quasi inevitabile nei fumetti giapponesi per giovani fanciulle; ma unica e mai deludente è la maestria della Obata nel ritrarre, con originalità e sino alle sfumature più sottili, i paesaggi dell’animo dei suoi personaggi. Quelli della dolce Kinoshita Sumire, che a quindici anni ancora stenta ad avvicinarsi al ragazzo che le fa danzare il cuore, sempre sospinta in avanti dalla sua energica amica; e quelli di Makimura Daichi, giovane promessa di hockey, tanto saldo sul ghiaccio quanto incerto nella direzione dei suoi sentimenti… Intorno e dietro ai due intravvediamo, a tratti, ora nascosta ora in piena luce, una quotidianità al contempo particolare e universale, e quindi reale, in cui tutti possiamo riconoscerci; è l’accompagnamento su cui Obata Yuuki, ancora una volta, intesse e ci fa ascoltare, vignetta dopo vignetta, quell’arcana, indecifrabile, splendida e dolorosa melodia chiamata Amore.

L’AUTRICE

Nata il 9 Gennaio del 1983 nello Hokkaido, debutta come autrice vincendo il 42° premio Shogakukan per il miglior mangaka esordiente grazie alla storia breve Raindrops. Dopo aver pubblicato i volumi unici Kimi no kachi e Suki kirai suki e la miniserie Maru sankaku shikaku, la Obata raggiunge la maturità come autrice grazie a Le viole son blu, per poi essere consacrata definitivamente grazie alla sua opera più famosa, Bokura ga ita, straordinaria successo di pubblico e critica insignito nel 2005 del premio Shogakukan come miglior shojo manga, da cui è stata tratta anche una popolare serie animata diretta dall’espertissimo Daichi Akitaro.

Il Mio Demone Guardiano

di Takeuchi Mick

11 volumi, concluso

Che c’è di strano, con Kamori Amane? Se ne sta sempre in disparte, silenziosa e distaccata, salvo esibirsi in appassionati baci con l’aitante e popolarissimo compagno di scuola Inugami Hyoe senza alcun pudore e incurante degli sguardi altrui. Un atteggiamento che la rende antipatica agli occhi delle compagne di classe, e ne fa un facile bersaglio dei loro atti di bullismo.

Questo perché nessuno sa chi siano quei due in realtà. Ultima discendente di una potente famiglia di sciamani, Amane fu scelta come futuro capovillaggio dalla comunità in cui viveva. Da sempre ubbidiente e servile, Amane accettò il suo destino, chiedendo però in cambio l’opportunità di studiare a Tokyo per poter fare esperienza del mondo. Ad accompagnarla, il fedele guardiano Hyoe, un demone-cane da lei incontrato quando era una bambina, e da allora su migliore amico e compagno devoto. Nella sua forma umana i poteri di Hyoe sono sigillati, e l’unico modo per scatenarli è che Amane gli doni parte della sua energia… tramite un bacio!

E dal momento che mostri e spiriti non infestano solo le campagne, ma anche, e più subdolamente, le metropoli come Tokyo, il nostro duo è atteso da numerose prove e da affascinanti e inquietanti avventure!

Il Mio Demone Guardiano è edito in Giappone da Akita Shoten, ed è opera della brava Takeuchi Mick. Iniziato come side-project da portare avanti part-time, in breve tempo ha raccolto un successo crescente presso il pubblico, al punto da diventare a sua serie principale, e, tutt’oggi, la sua più lunga e apprezzata, nonché uno dei titoli più rappresentativi della rivista «Princess». Un fumetto che senz’altro sarà molto amato dalle fan dei fantasy alla Inuyasha o alla Fushigi Yugi!

L’AUTRICE

Nata il 4 Luglio (come il Giorno dell’Indipendenza di un certo Paese), Takeuchi Miku ha iniziato giovanissima a disegnare manga, per esordire come disegnatrice fra le pagine di «Asuka Comics» di Kadokawa Shoten con Ayakashi-hime Kurenai, (sceneggiatura di Yoshimura Genki); ma è con Il Mio Demone Guardiano che esordisce come autrice completa per «Princess» di Akita Shoten (rivista per la quale lavora tuttora). I suoi manga principali Il Mio Demone Guardiano, Kenja wa nemuru: shinjo mimei no hoseki jikenbo e Shibariya komachi, sono stati tutti pubblicati in America con un ottima accoglienza di pubblico. In particolare proprio Il Mio Demone Guardiano ha raggiunto una popolarità tale che l’autrice è stata invitata come ospite all’Anime Expo del 2006 in California.

Il nome d’arte dell’autrice deriva da una leggera storpiatura del suo nome anagrafico, ed è stato scelto come omaggio al leggendario Mick Jagger dei Rolling Stones.

Autore: Pufferbacco

Scritto da Pufferbacco il nelle categorie: FlashBook News