• 14 Commenti

Le nuove serie animate della stagione primaverile giapponese – parte II

Ed ecco la seconda parte delle serie animate della stagione primaverile, cominciate da poco! Un po’ di belle serie e un po’ di delusioni… che dire? Giudicate voi!

noimageavailable

Angel Beats

Otonashi si risveglia e scopre d’essere morto e di trovarsi in un mondo ultraterreno, in cui se stai alle regole, frequenti le lezioni e i club, finisci per essere cancellato dagli angeli, ragazze apparentemente tranquille, ma che hanno diversi poteri, come far concretizzare armi e scudi protettivi.
Il ragazzo constata la cosa dopo essere stato ucciso due o tre volte! XD
Obbiettivo del fronte di studenti che riesce ad adescarlo è di sconfiggere gli angeli e prendere il controllo su quel mondo ultraterreno.

La opening è davvero bella, introdotta nel secondo episodio, la ending lenta come di solito dovrebbero essere le ed!!! ^^;;;

Questa serie mi ha lasciato interdetto sia per l’argomento sia per come viene trattato, poi c’è un’aria di “Haruhi Suzumiya” fin troppo forte… La protagonista è praticamente Haruhi, ha una brigata di idioti alla SOS Dan, c’è Yuki Nagato/Angelo, il concerto delle Enoz alla prima puntata, il Kyon sfigato di turno, la rivelazione alla Haruhi, l’atmosfera un po’ alla Battle Royale, le battute loffie che non farebbero ridere manco i polli… insomma… io dai trailer mi aspettavo MOLTO più che questo!

Voto: 6 – Probabilmente continuerò a seguirlo.


Arakawa Under the Bridge

Kou Ichinomiya è un giovane riuscito, proveniente da una famiglia per bene e da sempre il motto della sua famiglia è “Faccio da solo, non ho bisogno di aiuto“… Un giorno, ad un punte, dei mocciosi lo bullano e gli fregano i pantaloni, che finiscono per impigliarsi sulla cima di un pilone del ponte.
Una ragazza che stava pescando, gli chiede se vuole una mano, ma per restare saldo ai suoi principi, rifiuta e finisce per annegare, portato a fondo dal pilone di ferro, che si stacca.
La ragazza lo salva e lui, a causa di una grave forma di asma, è costretto a ripagare il debito e lei gli chiede di ripagarla diventando il suo fidanzato. Il ragazzo finirà per affondare nella follia di questo sottoponte assieme alla barbona fuori di testa, conosciuta come Nino!

Mhm… questa serie è fuori di testa.
Davvero fuori di testa… non è demenziale come Bakatest, neppure una commedia romantica alla Nodame… come ritmi mi ricorda più che altro Natsu no Arashi, ma senza troppe pretese e più demenziale!
A molti però questa comicità potrebbe non piacere, quindi per scoraggiare i più, ecco il mio voto…

Voto: 6 – Probabilmente continuerò a seguirlo.


Giant Killing

Tatsumi Takeshi, detto appunto Giant Killing, torna a Tokyo per allenare la sua vecchia squadra, a conduzione familiare, gli East Tokyo United, che dalla sua partenza diversi anni prima, è diventata una squadretta, persino retrocessa in Serie B.

Tra la critica dei tifosi e le nuove leve, in 26 episodi vedremo questa banda di perdenti diventare dei campioni…
Plot classico e abbastanza assicurato per gli amanti del genere! XD

Le sigle sono fighissime!

Voto: 6 – Mhm… non amo particolarmente le serie sportive, quindi non so fino a quando lo seguirò.


Hakuouki Shinsengumi Kitan

1865, Chizuru Yukimura, travestita da maschio si reca a Kyoto per cercare suo padre, che da un mese non da’ più notizie. Viene inseguita da due briganti e salvata da due Shinsengumi, che sembrano come posseduti e mentre sta per essere uccisa, viene salvata da altri due Shinsengumi. Portata nella base
degli Shinsengumi viene interrogata e i capi decidono di non ucciderla per quel che ha visto, ma di tenerla come paggetta, visto che suo padre è un dottore
abbastanza noto che da un mese risulta disperso, dopo un incendio alla sua clinica in cui non è stato però trovato alcun cadavere.

Solita roba piena di bishonen ed ambientata nel medioevo jappico con gli shinsengumi.
Personalmente non ho voglia di seguire una serie simile, soprattutto se cominciano a fare duecento pairing con ogni maschio shinsengumi!

La sigla iniziale ha un bel ritmo.

Voto: 5 – Non continuerò a seguirla! Drop!


Hetalia World Series

I soliti bishonen che rappresentano vizi e virtù delle varie nazioni, in tante scenette e gag.

Ecco che è iniziata la terza serie (in attesa del film), e non so come mai, ma i doppiatori mi son sembrati un po’ diversi… cmq il primo epi non m’ha fatto ridere tantissimo… ^^;;;;;;

Voto: 6 – Continuerò a seguirlo


K-On!!

La seconda serie del popolare K-On.

Yui, Mio, Mugi e Ritsu sono al terzo anno ed Azusa al secondo. All’inizio del nuovo anno le ragazze si ritrovano, grazie all’aiuto della loro prof di club, nella stessa classe. Dovranno cercare di trovare altri membri per il club di musica leggera, o l’anno prossimo Azusa finirà da sola e il club dovrà chiudere i battenti!

Sempre molto carino e divertente, senza parlare delle sigle, la opening sempre molto divertente e ritmata, la ending sempre figa ed en vogue!
Peccato non abbiano animato il live per le matricole di quest’anno! XD

Voto: 7 e 1/2 – Decisamente continuerò a seguirlo.


Mayoi Neko Overrun!

Takumi è un orfano che frequenta le superiori, che vive assieme a Otome, una specie di sorella per lui, gestendo una pasticceria. Da sempre amico di Fumino, altra orfana, che ha sempre avuto il terribile vizio di non riuscire ad essere sincera con se stessa e dire il contrario di quello che realmente pensa. Frequentano la scuola fondata dal nonno di Chise, una ragazzina viziata che scorazza tranquillamente per il liceo. La sorella del protagonista ha il brutto vizio di girare il Giappone aiutando gente e portare gatti randagi a casa, e al suo ritorno porta Kiriya, una tizia con le nekomimi.

Le sigle non mi sono piaciute granché… l’atmosfera sa di stantio e non credo riuscirò mai a resistere a DUE tsundere (SuperTsundere e LoliTsundere) per altri 12 episodi! -_-;;;;

Voto: 5 – Drop! Non è abbastanza interessante da convincermi a seguirlo! -_-;;;;;;;


Ookiku Furikabutte ~Natsu no Taikai Hen~

Seconda stagione della serie sportiva incentrata sul baseball!

Mihashi ha cambiato scuola ed è entrato nel club di baseball. Il ragazzo è molto timido e la sua posizione preferita è pitcher/lanciatore… è dotato di una perfetta angolazione e precisione di tiro ma il suo carattere remissivo gli ha fatto sempre fare delle brutte figure negli anni delle scuole medie, in cui veniva tacciato per nepotismo e bullato. Nella sua nuova squadra, alla Nishiura, Abe, il catcher/ricevitore della squadra, facendo coppia con Mihashi, riuscirà a tirare fuori tutto il meglio dai lanci del suo nuovo compagno di squadra e Momoe, il Coach della squadra, con i suoi allenamenti riuscirà a portare i nove ragazzi nel torneo interregionale.

Tipica serie sportiva in cui si impara che con lo sforzo degli incompetenti possono migliorare e pentare fortissimi e vincere per un soffio contro squadre forti!
Le sigle sempre carucce!

Voto: 7 e 1/2 – Sicuramente continuerò a seguirlo!


Rainbow

Sei giovani (tra i 16 e i 17 anni) vengono rinchiusi in una struttura correttiva giovanile/riformatorio nel Giappone sconfitto post seconda guerra mondiale… Assieme ad un giovane, Rokurouta, che i sei troveranno già nella cella dovranno imparare a convivere e sopportare le “attenzioni” degli aguzzini e degli altri ragazzi della struttura.

Op dura e con bella grafica! ^_-

Voto: 7 – Continuerò a seguirlo.


Senkou no Night Raid

Questo anime è ambientato nella Shangai del 1931, e protagonistidella storia sono un gruppo di agenti segreti dagli strani poteri che riescono a realizzare missioni a dir poco impossibili. Tra una speciale barriera anti proiettili, il teletrasporto nello spazio visibile e la telepatia, questi agenti speciali esper si dovranno destreggiare in un ambiente abbastanza teso, successivo alla Prima Guerra Mondiale e ai recenti conflitti Cino-Nipponici e Russo-Nipponici!

Una serie relativamente interessante, soprattutto per l’ambientazione più che per i poteri dei protagonisti, che sono comunque piacevoli a vedersi.

Voto: 7 – Continuerò a seguirlo.


Tales of Symphonia – Tethe’alla

Seconda parte della serie dedicata all’omonimo RPG.
Lloyd e il suo gruppo sono finalmente giunti nel mondo parallelo di Tethe’alla, per cercare una cura per far tornare normale Colette. Qui incontreranno il prescelto del posto, Zelos, che si unirà al party e li aiuterà nella loro lotta contro gli angeli.

Il ritmo è praticamente quello del videogame… succede qualcosa, il party va da qualche parte, incontrano qualcuno, si recano da un’altra parte, c’è uno scontro… finish. Lo consiglio solo ai fan della serie e a chi ha giocato al videogame.

Voto: 6 – Continuerò a seguirlo perché è breve.


Working!!

LA Commedia di questa stagione primaverile! XD

La tipica liceale con corpo loli, Taneshima, lavora in un famires (ristorante per famiglie) in cui si cerca personale e viene incaricata di trovare un altro part-timer. Chiede un po’ in giro alle amiche finché non finisce a chiedere per strada, beccando Takanashi (doppiato dal mio mito Jun Fukuyama) che ha il minicon (gli piacciono le cose piccole), che inizialmente la scambia per una bambina smarrita, e finisce per farsi trascinare nel famires in questione e diventare partimer. Qui incontrerà diversi personaggi bizzarri, come una cameriera che porta la katana alla cintura, un cuoco identico a Sanji, il capo del personale, violenta e infantile, ed una cameriera androfoba e supermanesca.

La prima puntata è PIENA PIENA di gag divertenti, se si mantiene sempre su questo lvl direi che si confermerà LA Commedia della stagione primaverile.

Sigla iniziale (credo, visto che non c’era all’inizio ma l’hanno messa alla fine, come ormai fanno in molti al primo epi) molto caruccia.

Voto: 7 e 1/2 – Sicuramente continuerò a seguirlo.


E voi avete cominciato a seguire qualcuna di queste serie?
Che ne pensate? Diteci la vostra!

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: Nanoda News