• 5 Commenti

Intervista: ETB e il j-pop a Lucca 2012

Vi ricordate di Erika Rossi di e-talentbank? Qualche tempo fa l’abbiamo intervistata per voi ed è stata così gentile da concederci un’intervista con Ryo dei Supecell e Aki Akane.

Questa volta l’abbiamo intervistata per sapere qualche gustosa notizia in anteprima riguardo alle manifestazioni che terranno a Lucca Comics & Games 2012.

Nanoda: Ciao Erika Anche quest’anno siete a Lucca. Ci potresti illustrare gli artisti che ci farete conoscere quest’anno?

Erika: Ciao a tutti. Anche quest’anno abbiamo puntato su delle novità, un po’ per mostrare al pubblico italiano che in Giappone c’è un’estrema varietà di generi musicali. Per ora vi posso dire che confermiamo la presenza del duo MAY’S, le cui canzoni dovrebbero essere conosciute ai fan di Kimi ni Todoke (Arrivare a te pubblicato in Italia dalla Star Comics). Con i MAY’S stiamo organizzando delle interessanti collaborazioni con produzioni italiane… ma di questo vi parlo più avanti, per non rovinarvi tutte le sorprese. Se li volete conoscere personalmente, ci sarà la sessione di autografi al primo piano del Japan Palace, nella sala conferenze, venerdi 2 Novembre dalle 16:00 alle 17:00. Il concerto sarà invece il sabato 3 Novembre, al Baluardo di San Paolino, alle 20:30. Ed è qui che ci saranno delle belle sorprese! Una ve la anticipo. Per gli amanti del Vocaloid e di Hatsune Miku, ad aprire il concerto dei MAY’S ci sarà il famosissimo dj Hachioji P, uno dei più grandi produttori di Vocaloid e della musica di Hatsune Miku. Direi che sabato sarà una manna per gli otaku, ma anche per chi vuole scoprire le tendenze più nuove della musica giapponese. Saranno concerti coloratissimi e pieni di buona musica, immagini e collaborazioni tra artisti…

Nanoda: Che obiettivi ha quest’anno e-talentbank?

Erika: Gli obiettivi di e-talentbank sono a lungo termine. Semplicemente, vorremmo contribuire alla presentazione e all’affermazione del contenuto giapponese a Lucca. Non solo con gadget e merce, ma soprattutto con eventi interessanti, che mostrino il Giappone contemporaneo.


Nanoda: Ho notato che portate i MAY’S che verranno accompagnati da La Mente di Tetsuya. Come mai questa collaborazione?

Erika: Appunto. I dettagli in realtà sono ancora da definire, ma diciamo che ci piacerebbe poter concretizzare la collaborazione per rafforzare la relazione tra il panorama musicale italiano e quello giapponese. E poi la Mente suona bene, il che non è poco.

Nanoda: Anche quest’anno avete un bel set di DJ in azione, percepiscono per caso una differenza d’interazione col pubblico italiano?

Erika: Si stupiscono della passione per gli anime, soprattutto del fatto che in Italia siano ancora di moda anime che i nostri dj, troppo giovani, in realtà non hanno mai visto. L’anno scorso il dj Kaya si è passato un mese chiuso in studio a guardare anime per scegliere le immagini migliori da combinare con la musica!

Nanoda: Riescono a sentire la passione della gente mentre cantano?

Erika: E come no! Ma li hai visti l’anno scorso? Il pubblico di Lucca è fantastico!

Nanoda: Ai vostri artisti piace la cucina italiana? ^O^

Erika: Moltissimo. Io vivo in Giappone da tanti anni, ma sono italiana. Per me, vedere l’amore che provano per la cucina italiana, la bellezza delle città, il calore della gente è fonte di grande orgoglio. E in un momento così difficile per il paese, mi fa ancora più piacere vedere che gli stranieri, in questo caso i giapponesi, il lato buono dell’Italia lo sanno vedere.

Nanoda: Tra le tante manifestazioni ho notato che siete molto attivi in Europa, potresti raccontarci qualcosa in proposito e come vi recepiscono nelle altre nazioni?

Erika: Svolgiamo attività molto diverse in ogni paese. Direi che in Francia è dove si lavora meglio per quanto riguarda il mercato della musica e cultura pop giapponese, ormai ben sviluppato. Altri paesi, come la Svezia, sono interessanti per l’interesse agli aspetti più estremi della cultura giapponese. Poi ora il mercato più grande è in Asia. Ma è certo che gli artisti preferiscono ancora venire in Europa, forse per il branding, dato che in Asia si vende molto molto di più.


Nanoda: C’è qualche aneddoto divertente che potresti raccontarci sull’organizzazione di uno dei passati eventi?

Erika: Ne avrei per due articoli! Non faccio nomi, ma l’anno scorso due manager giapponesi, ignari del concetto di ZTL e tutto quello che ne consegue, hanno parcheggiato un bel Mercedes (noleggiato!) proprio di fronte al Japan Palace. E’ che il mattino presto non c’era nessuno… poi poco a poco la gente si è accumulata, e molti cosplayers hanno utilizzato il macchinone come tavolo da picnic! E’ stato bellissimo vedere emergere quella macchina scura in mezzo alla folla, con Naruto sul cofano, personaggi di Evangelion sulla capotte… Per fortuna i carabinieri sono stati comprensivi e in realtà la macchina non ha subito nemmeno un graffio, il che vuol dire che il pubblico di Lucca è estremamente civilizzato!

Nanoda: Ci concederai un’intervista ai MAY’S? XD

Erika: Ovviamente!

Nanoda: Pensi che la presenza di e-talentbank sarà assicurata anche per le prossime edizioni di Lucca?

Erika: Spero proprio di si! Siamo solo all’inizio!

Nanoda: Ringrazio nuovamente Erika per la sua disponibilità e ci risentiamo su queste pagine per altre interviste e a Lucca per i concerti e gli incontri!

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: Convention