• 2 Commenti

Intervista a Max Brighel (Panini Comics)

Intervista a Max Brighel, editor di Panini Comics, in vista della sua parteciapazione al Tiferno Comics 2008.

Blog Logo Intervista a Max Brighel

M: Salve a tutti! Sono Massimiliano “Max” Brighel, uno degli editor/curatori di Planet Manga/Panini Comics. Lavoro nel campo dei fumetti ormai da qualche anno, dopo una militanza nella fanzine Glamazonia (ora www.glamazonia.it). Oltre che di manga (prevalentemente shojo), mi occupo di supereroi Marvel (avete presente un certo Spider-Man?) e di Conan il Barbaro.

Max Brighel

N: Potresti raccontarci l’iter che ti ha portato a lavorare per testate di fumetti manga?

M: Molto semplicemente, appena Panini Comics è entrata nel campo dei manga, ho espresso il mio desiderio di lavorare presto su dei titoli, visto che leggo manga sin da piccolo. Il primo che ho letto fu Candy Candy sulla rivista omonima Fabbri, seguito da Golgo 13 sul magazine Eureka dell’Editoriale Corno. Il primo su cui ho lavorato è stato Sailor Moon Magazine, l’adattamento a fumetti dell’anime.

N: A quali testate lavori al momento?

M: The Gentlemen’s Alliance Cross (Arina Tanemura), Nana (Ai Yazawa), Lovely Complexi (Aya Nakahara), Cat Street (Yoko Kamio), Un frammento di te (Shin Takahashi), Fushigi Yugi (Yuu Watase), Desiderio (Akane Ukyo), Love-Berrish! (Nana Haruta), Paradise Kiss (Ai Yazawa), Shibuya Love Hotel (Mari Okazaki) e Hunter X Hunter (Yoshihiro Togashi).

N: Eroi americani e fumetti per ragazze, uno strano connubio… albergano in te due essenze così diverse :D ?

M: Anche più di due, visto che amo ogni genere di fumetto e ho una bella collezione di albi franco-belgi e italiani d’autore.

N: Quali sono i titoli di cui ti sei occupato anche del passato a cui sei rimasto più legato e perché?

M: Manga? Direi Marmalade Boy e Cortili del cuore, due scommesse editoriali che abbiamo vinto anche per merito mio. In campo americano, Capitan America & i Vendicatori.

Max Brighel

N: Da lettore qual è il tuo fumetto preferito?

M: Forse Uncle Scrooge (zio Paperone) di Carl Barks. A seguire Calvin & Hobbes di Bill Watterson.

N: Segui anche l’animazione? Hai qualche serie preferita?

M: Le serie anime le seguivo molto di più anni fa… Comunque, di recente, sono stato molto colpito da Nana e Paradise Kiss. I miei anime preferiti sono quelli di Miyazaki, naturalmente.

N: Hai qualche rimpianto, nel senso ad esempio di qualche progetto che non si è potuto realizzare in Italia?

M: Sì, avrei voluto pubblicare l’opera omnia di Riyoko Ikeda, ma purtroppo non piace alla maggioranza dei lettori italiani.

N: Potresti anticiparci qualche progetto futuro?

M: Vendicatori contro Difensori! Secret Invasion! Le nuove storie di Nana! Il ritorno di Gentlemen’s Alliance Cross! L’infanzia di Conan il Barbaro! Il 2009 sarà un altro anno favoloso all’insegna di Panini Comics!

N: Qualche sogno nel cassetto?

M: Vincere il Superenalotto, far diventare popolare la mia band (i Disfida, www.myspace.com/disfida) e, soprattutto, non invecchiare mai!

N: Come possono contattarti gli utenti? Hai un sito?

M: Innumerevoli, a dire la verità. Mi trovate in tutti i maggiori social network (Facebook, MySpace, Netlog, Flickr, YouTube, FriendFeed e vari altri). Oppure su http://max-studios.blogspot.com.

N: Grazie e a presto!

Autore: Pufferbacco

Scritto da Pufferbacco il nelle categorie: Editoriali