• 14 Commenti

Guida turistica Giappone: Shikoku. Itinerari sull’isola di Shikoku, cibi tipici, hotel e Ryokan.

Immaginatevi di fare un viaggio in Giappone in un isola fuori dal tempo, che ha mantenuto in sè i caratteri più tipici Giappone antico, paese di pescatori e contadini, ma anche isola con industrie di assemblaggio di oggetti meccanici ed elettronici: questo è lo Shikoku.

shikokubanner

L’isola Shikoku si trova a sud del Giappone ed è la quarta isola in ordine di grandezza dell’intero arcipelago giapponese.
Nonostante la presenza di tre ponti sul mare che la collegano alle isole vicine di Kyūshū e Honshū, a differenza della città di Tokyo, l’isola non è stata soggetta ad una occidentalizzazione di massa. Ha mantenuto in se i caratteri del Giappone più antico, con ampie colline boscose, templi e castelli.

mappa shikoku

L’isola è composta da 4 prefetture o Ken (県) da questo ne deriva il nome, Shikoku significa quattro stati, o provincie (四 shi=quattro, 国 koku=paese). Queste province si chiamavano anticamente in modo diverso dal nome attuale ossia Sanuki 讃岐, Awa, 阿波, Iyo 伊予, e Tosa 土佐, con l’avvento dell’era Meiji (1868) le 4 province assunsero il nome attuale di Kagawa 香川, Tokushima 徳島, Ehime 愛媛 e Kōchi 高知.
Il clima dell’isola è temperato e gli inverni sono molto miti.

Shikoku:Mete turistiche principali Ehime-Ken

Lo Shikoku ha un ricchissimo patrimonio naturale e architettonico, numerosi boschi, castelli e templi popolano l’intera isola. Nel capoluogo della prefetura di Ehime, Matsuyama, si trovano due tra le più importanti mete turistiche che lo Shikoku può offrire: la Dogo Onsen (道後温泉) la piu antica fonte termale giapponese in funzione da oltre 1000 anni e il castello di Matsuyama (松山城) uno dei pochi castelli giapponesi giunto fino a noi senza essere mai ricostruito. mappa turistica shikoku

Dogo Onesn 道後温泉

Situata nela capitale della prefettura di Ehime, Matsuyama la Dogo Onsen è uno dei più antichi e famosi stabilimenti termali del Giappone, la leggenda vuole che questa particolare sorgente termale ricca di zolfo fù scoperta grazie ad un airone che fù avvistato mentre si curvava nella sorgente, l’airone è diventato quindi il simbolo di questa sorgente termale

dogo onsen

Anche per chi è abituato all’etichetta degli Onsen tradizionali, il Dogo Onsen può confondere un po le idee. Il complesso è diviso in due bagni distinti, il piu grande e luminoso si chiama Kami no yu (神の湯) acqua degli dei mentre il più piccolo e anche un po’ piu riservato di chiama Tama no yu (霊の湯) ossia acqua dello spirito.

dogo onsen vasce uomini e donne
Le vasche sopra sono le due vasche riservate agli uomini della Kami no Yu (神の湯), che prendono il nome di vasca est e vasca ovest, mentre quella sottostante è la vasca femminile, disposta al centro di un altra sala. Tutte le vasche sono di marmo e le stanze sono impreziosite da mosaici rappresentanti l’airone.
Atre due vasche meno affollate sono quelle dell’ area Tama no yu (霊の湯)

rei no yu donne

La sorgente termale offre tariffe per tutte le tasche:

300 Yen Da l’accesso ai bagni, asciugamani e sapone non sono inclusi, e si devono prendere a parte, ma è anche possibile portarli da casa

620 Yen
Da l’accesso aile vasche Kami no Yu (神の湯) e comprende il noleggio di uno Yukata (kimono estivo) per poter andare dopo il bagno al piano di sopra nella stanza dei tatami a sorseggiare il té e a mangiare dei Senbei (crackers di riso)

980 Yen
Da l’accesso alle vasche Tama no yu (霊の湯) e comprende il noleggio di uno Yukata, per andare nella stanza dei tatami al secondo piano e sorseggiare il té accompagnato dai dango (involtini dolci)

1240 Yen
E’ la tariffa massima che da la possiblilità di fare il bagno, bere il tè e mangiare lo spuntino in una camera privata.

dogo onsen, stanza dei tatami al secondo piano

Come arrivare?
Si trova ad est di Matsuyama e si raggiunge con il tram, che finisce la sua corsa proprio nella galleria delle terme, dove ci sono ristoranti e negozi di souvenir, seguendo la galleria si arriva direttamente davanti all’edificio delle Dogo Onsen.


Per chi ama i bagni nelle sorgenti termali non può proprio perdersi questo Onsen storico, sicuramente vi portera grandi benefici, si dice che la sua acqua ricca di zolfo curerebbe, nevralgie, disturbi nervosi e reumatismi.

Castello di Matsuyama 松山城

Un’ altra meta, quasi obbligata per chi visita lo Shikoku e in particolare per chi si trova nella prefettura di Ehime è il castello di Matsuyama. Si trova sul monte Katsuyama ad una altitudine di 132 metri.

castello di matsuyama

Si puo raggiungere facilmente a piedi, e per chi non vuole fare troppa invece, può salire sulla 松山城ロープウェイ Matsuyamajō Rōpuwei (funivia), o la seggiovia che portano su, fino al castello, il prezzo per la corsa di andata e ritorno e di circa 500 Yen (poco piu di 4 euro).

Matsuyamajo_Ropeway

Il fondatore del castello fu Yoshiaki Kato, la fortuna di questo castello, che come abbiamo detto non ha mai subito ricostruzioni sta nel fatto che il castello passo in mano a Sadayuki Matsudaira che era un parente della famiglia Tokugawa, con l’avvento dell’era Meiji (1868) egli si sottomise all’autorità dell ‘imperatore, salvando cosi il castello da una quasi sicura distruzione. Durante la seconda guerra mondiale il castello ha subito alcuni danni dovuto ai bombardamenti americani, e dal 1966 la città di Matsuyama si è messa al lavoro per ripristinare le aree danneggiate.

castello di matsuyama ciliegi in fiore
Le visite in primavera sono consigliatissime perche tutti i fiori di ciliegio che attorniano il castello sono in piena fioritura, regalando al visitatore, suggestive immagini.

Shikoku:Mete turistiche principali Kagawa-Ken

L’isola di Shikoku è famosa per i suoi numerosi Templi, uno in particolare si trova nella prefettura di Kagawa a Kotohira 琴平, il tempio è affettuosamente chiamato Kompira-san. Nel capoluogo di Kagawa-ken, a Takamatsu è famoso il parco Ritsurin.

Tempio Kompira-san

Questo tempio sorge sulla cima del monte Zōzu a 521 metri di altitudine, è dedicato a Kompira-san, il custode spirituale di chi viaggia per mare. Per raggiungerlo si deve salire una lunghissima rampa di scale di ben 1368 gradini, mentre per raggiungere il tempo principale (本宮 hon-gū) basta salirne “solo” 785.

kompira san scale
Non si è obbligati a percorrerli tutti a piedi, si può optare per un percorso più rilassante, pagando qualcuno per fare la fatica al posto nostro! Sono a disposizione infatti dei portantini grazie ai quali si può salire le scale facendosi trasportare su un comodo palanchino.

Kotohira-gu-Hon-gu
Per chi ama le passeggiate quello di far visita al Kompira-san è sicuramente da raccomandare, anche perchè dopo tanta fatica, e tanti gradini, si può godere di un bellissimo panorama.

panorama kompia san
Come arrivare?
Kotohira è raggiungibile in treno con la linea JR da Takamatsu, alla fermata Kotohira Eki

Takamatsu: Parco Ritsurin

Il parco Ritsurin e completamente costruito dall’uomo, è infatti uno dei tanyi giardini artificiali giapponesi, ed è costituito da 6 piccoli laghi, e 13 colline, meravigliosamente collocate in modo da creare conrtrasto con i pini del vicino monte Shiunzan, questo parco offre tantissime varietà di piante, e anche molte composizioni di pietre in stile Tokugawa.

parco ritsurin

Una sorpresa vi aspetta nel bellissimo Parco Ritsurin: piante e fiori sono stati accuratamente selezionati per garantirne la fioritura durante tutto l’anno. I rosei petali di ciliegio in primavera, eleganti fiori di loto in estate, i rossi aceri in autunno e le bianche camelie in inverno.

fiori di loto ritsurin

Anche i laghetti sono pieni di vita, enormi carpe nuotano nell’acqua e arrivano fino alle sponde per salutare i visitatori, in cerca sicuramente di un po’ di cibo.

carpe ritsurin koen

Nel giardino ci sono 30 punti di interesse con magnifiche viste, tutte segnalate nella mappa che vi daranno all’ingresso, vi vengono suggeriti anche dei percorsi da fare, per godere del parco al meglio.

Come arrivare?
Linea JR Takamatsu, fermata a Ritsurin eki, il parco dista 3 minuti a piedi dall’uscita nord della stazione di Ritsurin-eki

Shikoku:Mete turistiche principali Tokushima-Ken

La prefettura di Tokushima si trova ad est dell’isola dello Shikoku, ed è particolarmente famosa per i suoi “mulinelli” della città di Naruto chiamati in giapponese “Naruto no Uzushio” 鳴門の渦潮

Città di Naruto, Naruto no Uzushio 鳴門の渦潮

Vicino all’isola dello Shikoku, proprio in prossimità della prefettura di Tokushima, esiste una piccola isola a forma di cuneo di nome Awaji, che si inserisce tra il mare interno( la parte di mare a nord dell’isola) , l’Honshu, la baia di Osaka e l’Oceano Pacifico.

mappa awaji
La spinta delle maree sui vari mari provoca dei dislivelli che generano vortici e forti correnti, le acque tumultuose di questo stretto hanno fatto parte della tradizione e dei miti dell’isola Shikoku per piu di mille anni. questi vortici spettacolari si generano continuamente e alle volte sono davvero inquietanti.

naruto no uzushio

Sopra a questo stretto corso di acqua agitata è stato costruito un sistema di ponti che collegano lo Shikoku e l’Honshu. Parte di questo sistema di ponti è il Ponte sospeso di Naruto, dal quale si può godere della vista dei Mulinelli di Naruto. Per i più coraggiosi ci sono delle barche che solcano i mulinelli (che hanno una velocità di 20km/h) e che offrono un’esperienza ravvicinata e davvero sorprendente.

ponte sospeso naruto

Come arrivare?
Stazione Naruto, per poi prendere il Bus per Parco Naruto da li si prende il traghetto Uzushio

Shikoku:Mete turistiche principali Kochi-Ken

La prefettura di Kochi e la piu estesa tra le quattro prefetture di Shikoku e comprende l’intero tratto del Pacifico che inizia a Est di Muroto-Misaki ad ovest dino all’ Ashizuri-Misaki.
La regione è divisa dal resto dell’isola da aspre montagne, per questo la regione è sempre stata considerata remota e selvaggia, la regione è patrticolarmente apprezzata per gli sport all’aria aperta, come il Surf, Canoa, Rafting, osservazioni delle balene ecc. I surfisti amano molto la spiaggia Ikumi 郁美ビーチ
Si possono inoltre ammirare le bellissime grotte calcaree Ryūga dō 龍河洞

Spiaggia Ikumi 郁美ビーチ

La spiaggia di Ikumi si trova nella punta più a Est della prefettura di Kochi, è una zona molto frequentata dai surfisti in cerca di belle onde da domare, è possibile campeggiare liberamente all’aperto.

Spiaggia Ikumi

Oppure si può trovare un più confortevole alloggio nella vicina pensione Minami Kaze, che si trova proprio vicino alla spiaggia, di solito questa pensione è molto frequentata dai Surfisti e offre 10 camere in stile giapponese, con docce e bagni in comune.

Ryūga dō 龍河洞

Le grotte di Ryūga dō 龍河洞 sono delle bellissime grotte calcaree che sicuramente meritano di essere visitate se avete intenzione di fare un viaggio in Giappone, e in particolare se volete visitare l’isola di Shikoku. E’ una grotta dichiarata Monumento Naturale Nazionale e al suo interno ci sono bellissime stalattiti e stalagmiti createsi con il passare di millenni.

Kochi-Ryugadou
Dall’entrata si passa nei lunghi cunicoli pieni di capolavori naturali, normalmente la visita viene fatta entro il primo kilometro di gallerie, anche se la grotta entra in profonfità per 4 Kilometri.

entrata grotte ryugadou
Prenotando anticipamente si può effettuare un percorso piu “avventuroso” di quello normalmente fatto, con una guida e dei speciali soprabiti che vengono forniti per l’esplorazione, che si inoltra più in profondita nelle grotte.

ryugadou muro di calcare
Questo viaggio avventuroso costa all’incirca 3000 Yen per persona (attualmente 24 Euro) ed è sicuramente raccomandato a tutti gli appassionati di speleologia che desiderano addentrarsi nei recessi della terra giapponese.

Come Arrivare?

Le grotte Ryūga dō si raggiungono in Autobus dalla stazione di Tosa Yamada ne parte uno ogni ora e il percorso dura circa 20 minuti, il prezzo è di circa 440 Yen (3,50 euro)

Shikoku: Pellegrinaggio degli 88 Templi 四国八十八箇所

Come detto in precedenza l’isola di Shikoku ha la caratteristica di avere tantissimi templi sparsi su tutto il territorio delle 4 prefetture, da tempi immemori sull’isola persiste una tradizione molto famosa, ossia il Pellegrinaggio degli 88 Templi Sacri Shikoku hachijuuhachi kasho (四国八十八箇所).
Consiste nel visitare 88 Templi sparsi su tutto il territorio, con un ordine ben preciso.

mappa templi pellegrinaggio 88 templi di Shikoku

La tradizione è stata iniziata dal monako Kukai conosciuto dopo la sua morte con il nome di Kobo Daishi, dopo varie peregrinazioni nel cansai e nell’ Honshu, ritorno nello Shikoku, sua patria natia per visitarne i templi, da allora la tradizione viene portata avanti da tanti pellegrini che ripercorrono le orme del Santo Kobo Daishi

Kobo Daishi
Kobo Daishi è seppellito nel complesso templare di Koya-san ed è tradizione che i fedeli che intendono intraprendere il pellegirnaggio inizino e concludano il loro viaggio proprio in quel tempio. Prima del viaggio di andata infatti, i pellegrini chiedono al Santo la protezione e la forza di concludere il viaggio, al ritorno lo ringraziano per la protezione ottenuta durante il viaggio che li ha fatti ritornare di nuovo in salute al primo tempio.

Tutto ha inizio nel tempio 1 del giro, il tempio Ryōzenji che offre la possibilità di comprare tutto il necessario per il pellegrinaggio, Chi intraprende questo percorso è riconoscibile dal lungo vestito bianco, cappello di paglia e bastone.

divisa per il pellegrino degli 88 templi
Il set del perfetto pellegrino, acquistabile prima di partire per il viaggio è composto da:

1) Cappello di Bambù intrecciato 菅笠(Sugegasa)

sugegasa
2) Veste Bianca 白衣(Hakue)

Hakue
3) Bastone del Pellegrino 金剛杖 (Kongouzue)

kongozue
4) Stola Buddihsta 輪袈裟 (Wagesa)

wagesa
5) Borsa da viaggio 山谷袋 (Sanyabukuro)

sanyabukuro
6) Borsa con set di preghiera 巡拝バック (Junpai bakku)

junpai_bakku
7) Rosario 念珠 (Nenju)

nenju rosario
8) Campanello 持鈴 (Jirei)

jirei
Una volta comprato tutto l’occorrente si è pronti per affrontare il lungo cammino, i più tradizionalisti lo fanno ancora a piedi, e a seconda delle caratteristiche fisiche di ognuno può durare dai 30 ai 60 giorni, tuttavia, si può scegliere anche un percorso meno faticoso utilizzando, la macchina, il tram ecc, anche se in questo modo si perde il verso spirito di questo pellegrinaggio.

pellegrini pronti per il pellegrinaggio degli 88 templi
I templi devono essere visitati nel seguente ordine:

Tempio 1 (Ryōzen-ji)
Tempio 2 (Gokuraku-ji)
Tempio 3 (Konsen-ji)
Tempio 4 (Dainichi-ji)
Tempio 5 (Jizō-ji)
Tempio 6 (Anraku-ji)
Tempio 7 (Juraku-ji)
Tempio 8 (Kumadani-ji)
Tempio 9 (Hōrin-ji)
Tempio 10 (Kirihata-ji)
Tempio 11 (Fujii-dera)
Tempio 12 (Shōzan-ji)
Tempio 13 (Dainichi-ji)
Tempio 14 (Jōraku-ji)
Tempio 15 (Kokubun-ji)
Tempio 16 (Kannon-ji)
Tempio 17 (Ido-ji)
Tempio 18 (Onzan-ji)
Tempio 19 (Tatsue-ji)
Tempio 20 (Kakurin-ji)
Tempio 21 (Tairyō-ji)
Tempio 22 (Byōdō-ji)
Tempio 23 (Yakuō-ji)
Tempio 24 (Hotsumisaki-ji)
Tempio 25 (Shinshō-ji)
Tempio 26 (Kongōchō-ji)
Tempio 27 (Kōnomine-ji)
Tempio 28 (Dainichi-ji)
Tempio 29 (Kokubun-ji)
Tempio 30 (Zenraku-ji)
Tempio 31 (Chikurin-ji)
Tempio 32 (Zenjibu-ji)
Tempio 33 (Sekkei-ji)
Tempio 34 (Tanema-ji)
Tempio 35 (Kiyotaki-ji)
Tempio 36 (Shōryū-ji)
Tempio 37 (Iwamoto-ji)
Tempio 38 (Kongōfuku-ji)
Tempio 39 (Enkō-ji)
Tempio 40 (Kanjizai-ji)
Tempio 41 (Ryūkō-ji)
Tempio 42 (Butsumoku-ji)
Tempio 43 (Meiseki-ji)
Tempio 44 (Taihō-ji)
Tempio 45 (Iwaya-ji)
Tempio 46 (Jōruri-ji)
Tempio 47 (Yasaka-ji)
Tempio 48 (Sairin-ji)
Tempio 49 (Jōdo-ji)
Tempio 50 (Hanta-ji)
Tempio 51 (Ishite-ji)
Tempio 52 (Taisan-ji)
Tempio 53 (Enmyō-ji)
Tempio 54 (Enmei-ji)
Tempio 55 (Nankō-bō)
Tempio 56 (Taisan-ji)
Tempio 57 (Eifuku-ji)
Tempio 58 (Senyū-ji)
Tempio 59 (Kokubun-ji)
Tempio 60 (Yokomine-ji)
Tempio 61 (Kōon-ji)
Tempio 62 (Hōju-ji)
Tempio 63 (Kisshō-ji)
Tempio 64 (Maegami-ji)
Tempio 65 (Sankaku-ji)
Tempio 66 (Unpen-ji)
Tempio 67 (Daikō-ji)
Tempio 68 (Jinne-in)
Tempio 69 (Kanon-ji)
Tempio 70 (Motoyama-ji)
Tempio 71 (Iyadani-ji)
Tempio 72 (Mandara-ji)
Tempio 73 (Shusshaka-ji)
Tempio 74 (Kōyama-ji)
Tempio 75 (Zentsū-ji)
Tempio 76 (Konzō-ji)
Tempio 77 (Dōryū-ji)
Tempio 78 (Gōshō-ji)
Tempio 79 (Kōshō-in)
Tempio 80 (Kokubun-ji)
Tempio 81 (Shiramine-ji)
Tempio 82 (Negoro-ji)
Tempio 83 (Ichinomiya-ji)
Tempio 84 (Yashima-ji)
Tempio 85 (Yakuri-ji)
Tempio 86 (Shido-ji)
Tempio 87 (Nagao-ji)
Tempio 88 (Ōkubo-ji)

Vicino ad ogni tempio c’è un servizio di ristoro Shukubō che offre ai pellegrini di passaggio cibo e un alloggio per la notte, pasti compresi la spesa è di circa 7000 Yen a notte (circa 56 euro). Il pellegrinaggio è un modo diverso per visitare l’intera isola di e in largo tutta Shikoku, se vate un viaggio in Giappone questa è una esperienza sicuramente da provare.

Piatti tipici dell’isola di Shikoku

Per gustare a fondo il proprio soggiorno sull’ isola di Shikoku, non si puo fare a meno di assaggiarne anche i piatti tipici, sono molto vari e adatti a tutti i palati. L’isola non è adatta alla coltivazione intensiva di riso, quindi il grano è stato scelto come fonte principale di sostentamento, per questa ragione sono fioriti vari tipi di Udon (spaghetti di grano molto morbidi) e di Soba (spaghetti di grano saraceno) serviti sia caldi che freddi.
Nel brodo degli udon o dei soba non è raro trovare un’alga caratteristica della zona di Naruto, e la si puo riconoscere dal suo colore verde acceso.

kakeudon
かけうどん Kake Udon, Udon di grano tenero (hanno una forma simile agli spaghetti) , serviti caldi in brodo, sono molto morbidi ma al dente

Zaru_udon
ざるうどん Zaru Udon Un piatto tipicamente estivo, ma consumabile comunque in tutte le stagioni a base di Udon freddi e serviti insieme ad una salsa.

Kake Soba
かけそば Kake Soba Spaghetti di grano saraceno serviti in brodo caldo, spesso vengono serviti insieme all’ Iya Dofu 祖谷豆腐 (Formaggio di tofu di Iya)

zaru soba
ざるそば Zaru Soba Spaghetti di grano saraceno serviti freddi, accompagnato da salsa, anche questo è un piatto tipicamente estivo.

tai con sudachi e sansho
鯛 Tai Pesce pagro servito con Sudachi (un tipo di agrume) e Sancho (una spezia piccante)

katsuonotataki
かつおのたたき Katsuo no Tataki Piatto di tonno a fettine leggermente grigliato in superficie e crudo nel centro, un piatto davvero squisito! Servito con una salsa a base di aceto e salsa di soia.

shuto
酒盗 Shutō Frattaglie di tonno saltate, questo è il seguito più classico del Katsuo no Tataki e si abbina divinamente al Sake, tanto che è tentato di berlo anche chi di solito non ne fa uso.

trotagrigliata
天然鮎の塩焼き Trota grigliata tipica della costa sud della prefettura di Kōchi

Shikoku: Hotel e Ryokan

Economici (8.000-15.000 Yen)

Takamatsu: Hotel N.o 1 Takamatsu
2-4-1 Kanko dori Tel: (088) 812-2222 Fax: (087) 812-0002

Takamatsu: Rihga Hotel Zest Takamatsu
9-1 Furujin-Machi Tel: (087) 822-3555 Fax: (087) 822-7516

Naruto: Ryokan Sanukiya
39 Aza Mitsuicho Tel: (088) 686-3301 Fax: (088) 686-3347

Naruto: Naruto Hotel Hama
65 Aza-maehama Tel: (088) 685-2600 Fax: (088) 686-4800

Matsuyama: Minshuku Miyoshi
3-7-23 Ishite Tel: (089) 977-2581 Fax: (089) 977-2581

Kotohira: Kotohira Riverside Hotel
246-1 Kotohiracho Tel: (0877) 75-1800 Fax: (0877) 73-5669

Zona di Capo Ashizuri: Bellreef Otsuki

Otsukicho, Hatagun Tel: (0880) 74-0222 Fax: (0880) 74-0080

Costosi (15.000 – 35.000 Yen)

Matsuyama: Dogokan
7-26 Dogotakocho Tel: (089) 941-7777 Fax: (089) 941-7707

Kotohira: Kotohira Kadan
Kotohira Tel: (0877) 75-3232 Fax: (087) 75-3235

Kochi: Joseikan
2-chome, Kanimachi Tel: (088) 75-0111 Fax: (088) 24-0557

Zona costiera di Anan: Hotel Riviera Shishikui

Matsubara, vicino Stazione Shishikui Tel: (0884) 76-3300 Fax: (0884) 76-3910

Infine consiglio un’ottima agenzia di Milano che è specializzata in viaggi in Giappone, se non sapete scegliere un Hotel, loro lo faranno per voi con la massima serietà e competenza, la consiglio poiche l’ho provata di persona è mi sono trovato davvero benissimo, la Mae International Travel
Viale Gran Sasso 17 20131 Milano.

Che ne pensate della guida? Vi è piaciuta? Scrivete i vostri suggerimenti qui sotto! :)

Autore: Yuki Sakuma

Scritto da Yuki Sakuma il nelle categorie: Giappone