• 0 Commenti

Fullcomics & Edizioni Voilier presentano: “Sulle Orme di Pratt” da Otranto a Rimini

Mostra di tavole a fumetti dei maestri veneziani Lele Vianello e Guido Fuga tratte dal loro ultimo volume “Cubana”.

cubana

Dove?

Otranto (LE) – Torre Matta – Dal 9 al 16 luglio 2010

  • Orario di apertura al pubblico: dalle 18 alle 24
  • Inaugurazione: 9 luglio ore 18

Rimini (RN) – Auditorium – P.le Fellini – Nel corso di Riminicomix XIV edizione

  • Dal 23 al 25 luglio 2010 – Orario di apertura al pubblico: dalle 17 alle 24
  • Inaugurazione: 23 luglio ore 17

Nei suggestivi locali della galleria Carlo Cego – Torre Matta di Otranto (Lecce) e, successivamente, all’interno della XIV edizione della fiera del fumetto Riminicomix, in Piazzale Fellini a Rimini, sarà allestita la mostra espositiva dal titolo “Sulle Orme di Pratt”, tavole a fumetti dei celebri maestri veneziani Lele Vianello e Guido Fuga, collaboratori di Hugo Pratt di cui ricorre, nel 2010, il 15° anniversario dalla scomparsa.

La mostra è organizzata da Fullcomics ed Edizioni Voilier, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Otranto, Cartoon Club e Riminicomix, allestimento di Egisto Quinti Seriacopi, e rappresenta una selezione di tavole tratte da “Cubana”, l’ultimo volume di Vianello e Fuga pubblicato da Edizioni Voilier.

Il volume sarà in vendita a prezzo speciale ai visitatori della mostra, sia nella tappa di Otranto che in quella di Rimini.

Le Edizioni Voilier parteciperanno inoltre con uno stand alla XIV edizione di Riminicomix, che quest’anno omaggerà l’illustre concittadino Hugo Pratt, riminese di nascita e veneziano di adozione, con una giornata interamente dedicata alla sua arte: il 24 luglio, con il “Pratt Day”, che vedrà presentazioni, interventi critici ed estemporanee di disegno dedicate al Maestro di Malamocco. All’interno del “Pratt Day” ci sarà la presentazione del volume “Cubana” di Lele Vianello e Guido Fuga, alla presenza degli autori.

Nel 1993 Hugo Pratt e Lele Vianello sono a Losanna, quando decidono di scrivere la seconda parte de L’uomo dei Caraibi.

Il protagonista è Svend, un marinaio danese addetto ai trasporti, robusto, flemmatico e indisponente. Un personaggio scomodo, che poco ha da spartire col suo più celebre collega Corto, ma ugualmente carico di fascino. Per il sequel buttano giù, di getto, una storia di ambientazione cubana. Sono gli ultimi giorni della dittatura di Batista e Cuba si prepara allo scoccare della rivoluzione.

È una Cuba di confine, un paese dove tutto, proprio tutto, può succedere. Ci si può imbattere, ad esempio, nel dottor Guevara, che i compagni di lotta cubani appellano “il Che”, o in Hemingway o, ancora, nel boss della malavita cubana soprannominato “il Tigre”, che regge il gioco sporco dei servizi segreti americani. Succede, tuttavia, che Pratt accantona questo progetto, incompiuto, per dedicarsi ad altro. Nel 1995 il maestro di Malamocco parte per il suo ultimo viaggio.

Diversi anni dopo Fuga e Vianello decidono di riscrivere questa storia, di completarla e ampliarla, di disegnarla staccandosi dal personaggio solo per farne una vicenda autonoma e di più ampio respiro, fino a restituire ai lettori una graphic novel originale che è allo stesso tempo un ritrovato e prezioso inedito.

cubana mostra fumetti veneziani

Cubana © Lele Vianello e Guido Fuga

BIOGRAFIA DI LELE VIANELLO

Nato a Venezia il 7 settembre 1951, fumettista e illustratore tra i più importanti del fumetto italiano, Lele Vianello inizia la sua carriera in giovane età, lasciandosi influenzare dagli stili italiano e soprattutto americano, dell’epoca.

L’incontro con Hugo Pratt lo porta a trovare una nuova linea grafica e, grazie ai consigli del maestro, a rendere più maturo e deciso il tratto iniziale. La sua carriera inizia con la rivista il Mago, per poi continuare con testate quali: “Help”, “Simbad”, “Il Grifo”, “ComicArt”, “Venezia 7″ e “Corto Maltese”, per le quali realizza fumetti di avventura e fantascienza. Successivamente viene ricontattato da Pratt, colpito in particolar modo dai tagli cinematografici delle sue storie, e da quel momento in poi la collaborazione fra i due artisti sarà assidua, tanto che la presenza di Vianello nei lavori di Pratt, apparirà sempre più incisiva. Insieme a Guido Fuga diviene infatti collaboratore stabile di Hugo Pratt: Fuga per la realizzazione di auto, mezzi militari, imbarcazioni, treni; Vianello per la realizzazione di talune strisce o tavole per intero, delle avventure di Corto Maltese de Gli scorpioni del deserto, di Gesuita Joe, Cato Zulù, Wheeling e Morgan.

Tra le varie storie di Corto Maltese, realizzate in collaborazione tra Vianello e Pratt, ricordiamo in particolare La casa dorata di Samarcanda, Tango, Le elvetiche e Mu (ultima delle avventure del Maltese). Nel 1987 pubblica per il mercato francese, con l’editore Casterman, Le Fanfaron, successivamente edito in Italia da SCM (2006) con il titolo Il Millantatore.

Nel 1999, con Corto Sconto, realizzato assieme a Guido Fuga per Lizard Edizioni, vince il prestigioso Premio Franco Fossati. Nel 2001 viene insignito della Targa d’Argento, a Lanciano, per la sua produzione umoristica. Lo stesso anno pubblica per Mondadori, collana I Supermiti, La storia dei popoli a fumetti, su testi di Enzo Biagi, e Navigar in laguna. Fra isole, fiabe e ricordi, con Guido Fuga, per l’editore Mare di Carta. Con Davide Livieri produce, nel 2002, Immagini tra le nuvole, storia del cinema a fumetti, e Gondola, magia sull’acqua.

Ancora in collaborazione con Guido Fuga realizza i fortunatissimi volumi Le ali del leone (2005), per Lizard Edizioni, e Marco Polo. Testimonianza di un viaggio straordinario (2007), Supernova Edizioni. Dal 2008 è nella redazione del periodico monotematico di letteratura e fumetto Talkink. Del 2010 è il suo ultimo lavoro: Cubana, un inedito del periodo prattiano riportato alla luce con la collaborazione dell’amico e collega Guido Fuga. Attualmente vive e lavora a Malamocco, Venezia, e continua la sua collaborazione con Guido Fuga.

BIOGRAFIA DI GUIDO FUGA

Guido Fuga Nasce a Venezia il 25 giugno 1947. Nel 1968, studente di architettura, incontra Hugo Pratt e ne nasce un rapporto di amicizia che porta quasi subito alle prime collaborazioni con il maestro.

L’apporto dei cosiddetti effetti speciali (sfondi, blindati, aerei, treni ecc.) continuerà con Gli scorpioni del deserto fino alle ultime storie. Nel frattempo (1977) inizia la collaborazione con l’artista torinese Alighiero Boetti, per il quale realizza l’opera Aerei, cui seguirà una serie di acquerelli sullo stesso tema: Cieli ad alta quota. Partecipa, per un breve periodo, all’avventura del settimanale satirico “II male”.

Cura la grande mostra antologica dell’opera di Pratt per le Grand Palais a Parigi e ne organizza l’allestimento; la stessa mostra viene allestita a Milano, Venezia, Roma, Napoli e Buenos Aires per “Italiana ’86″. Collabora con l’artista Mario Schifano alla realizzazione di una collezione di tappeti eseguiti in India. Dai primi viaggi nel ’70 nasce, con questo paese, un rapporto di consuetudine e d’amore che continua nel tempo: oltre a collezioni di tappeti disegna e fa eseguire dagli abili artigiani di Agra e di Udaipur una serie di tavoli a tarsia marmorea. Con Raffaele “Lele” Vianello, altro collaboratore del creatore di Corto Maltese, disegna una storia sul pilota veneziano P. Luigi Penzo.

In compagnia dello stesso realizza la guida sui percorsi di Corto Maltese a Venezia Corto Sconto per le edizioni Lizard di Roma, tradotta in francese per le edizioni Casterman. Collabora fra il ’98 e il ’99 con una serie di copertine alla trasmissione televisiva Sgarbi quotidiani. Insieme al collega Vianello realizza il libro sulla laguna di Venezia Navigar in laguna fra isole fiabe e ricordi con l’editore Mare di carta (I edizione, 2001).

Per RAISAT Gamberorosso cura dieci puntate ispirate ai percorsi lagunari del libro (2003). Dal 2005, ancora in collaborazione con Vianello, disegna i libri Le ali del leone, cinque storie a fumetti sull’aviazione italiana, per le Edizioni Rizzoli-Lizard; Marco Polo. Testimonianze di un viaggio straordinario, per Supernova Edizioni; Cubana, su soggetto inedito di Hugo Pratt, Edizioni Voilier, 2010.

Fonte: fullcomics.com

Autore: Inuchan

Scritto da Inuchan il nelle categorie: Convention