• 0 Commenti

The repentance of wholstania

CAPITOLO 1 – UN OCCHIO PER UN FUTURO

si trovava sul suolo in un bosco , un uomo dalla armatura doro affannava faticosamente premendosi la mano al petto , l’elmo lo affogava voleva toglierselo , ma non aveva la forza guardo il prato e penso,

–e soffice? ,questa dannata armatura non mi permette di avere la certezza che lo sia. –

<< TRADITORE BASTARDO!! >> una voce si levo’ furibonda

—mi sento pesante , non riesco a continuare, eppure devo continuare a combattere  per il bene di un futuro —

<< RIALZATI !! COMBATTI MESCHINO TRADITORE ! >> questa volta la voce si fece piu vicina <<VIENI QUI!>>

come nulla fosse il guerriero con l’armatura venne tirato su con forza da terra dove giaceva,ora i due erano faccia a faccia  <<ECCOTI !! >> disse l’orco sputando sull’elmo d’oro del guerriero <<TRADITORE HEHE!! >>

rise facendo vedere tutti i suoi denti gialli e sporchi , carico’ un pugno e dopo pochi secondi lo scaricò dritto dritto in faccia al guerriero …l’elmo era come se fosse di legno si piegò all’urto, con un tonfo l’uomo ricadde sul suolo come una bambola di pezza.

<< DEBOLE !! >> L’ORCO ESTRASSE L’AScIA DA DIETRO LA SCHIENA FACENDOLA RUOTARE  E SALTARE CON GRANDE PRESTIGIO << DEBOLE , COME LA TUA AMATA! VERAMENTE CREDEVA DI FERMARCI ?!  INGENUA ! >>  l’orco rise continuando  far ruotare la sua ascia gigantesca <<HAI TRADITO TUTTI NOI PER UNA SGUALDRINA KUGHUAN , COSA TI HA FATTO PERDERE IL SENNO , COSA AVEVA QUELLA PUTTANELLA ?>> l’orco come dal nulla venne colpito da un onda d’urto, volo 3 metri indietro schiattandosi su un tronco d’albero. frastornato cerco’ di capire cosa fosse successo.

una giovane fanciulla dai capelli corvini e dal viso angelico  si avvicinava al guerriero dorato …<<RE KUGHUAN  !! STA BENE ??>> disse togliendogli l’elmo accartocciato, una chioma argentea spunto magicamente,lunga e brillante il viso era malconcio sporco si sangue e pieno di graffi superficiali …portava una benda d’oro dove al centro ad essa c’èra incastonata una pietra color rubino, molto a fatica mosse le labbra sporche si sangue

<<Tuj…T..Tujo ..c…cosa ci fai qui …ti ho ordinato di stare con i ragazzi ad aiutarli in battaglia …non c’è la faranno da soli senza una ….ARGHH ….una..guida ..>> si strinse forte alla ragazza per sostenersi …

lei guardando preoccupata  l’uomo dai capelli color argento rispose << non potevo lasciarla, senza una guida se la caveranno, senza un re no! >>

<<HO HO HO , ECCO LA L’EROINA DI NOSTRA MAESTA’ !! >> l’orco si era ripreso, facendo danzare di nuovo la sua ascia

<<capitano korlem!! >> disse la ragazza guardando minacciosamente l’orco << non lo avrete mai il nostro re! >>

l’orco rise e gli sputo’ contro << ZITTA SCHIFOSA UMANA!! NON VOGLIAMO QUEL ELFO OSCURO ! NON CI INTERESSA QUEL TRADITORE!! >> disse puntando il dito contro il ragazzo che ora guardava l’orco con un sol occhio viola con tanto odio…<<LUI LO SA COSA HO SEMPRE DESIDERATO VERO? >> l’orco guardava  la benda d’oro con il rubino come se fosse rapito da essa …<<TUTTO QUEL POTERE DENTRO QUEL MISERO TRADITORE, IO DOVEVO ESSERE L’ELETTO !! >> grido’ facendo tremare ogni singola foglia sugli alberi , << non l’avrai mai….korlem ! >> l’elfo dicendo questo si rialzo in piedi sempre sostenuto dalla ragazza. <<ho un piano..HARGHH …che spazzera’ via tutti voi e la vostra lurida …g…haaarghh …g…gente!! >> il ragazzo fini a fatica la frase e si premette forte il petto con mano tremante…la ragazza lo guardo molto rattristita e disse <<no!! non avete deciso di volerlo fare vero ?! non dovete!..voi …dovete…>> fu subito ammutolita dall’orco che intervenne ,<<QUALE PIANO?>> disse l’orco spaventato. <<COSA STAI DICENDO  COSA VUOI FARE TRADITORE?>>l’orco comincio’ a correre verso i due caricandoli facendo oscillare l’ascia come un pazzo

<<tujo teletrasportami …al castello …>> disse l’elfo alla ragazza che annui obbedendo, l’orco era a pochi passi da loro , ma in una frazione di secondi l’ascia dell’orco che gli stava venendo contro scomparve e al suo posto si trovarono non piu in quella foresta erbosa ma nel terrazzo  di un castello che galleggiava in aria, si affacciarono alla balconata  e l’elfo vide l’orrore e una sensazione di gelo lo invase ,  il suo esercito stava avendo la peggio contro l’ordata di elfi oscuri,trol,goblin,orchi e minotauri, i grifoni c’è la mettevano tutta combattendo contro i giganteschi  draghi che  sputavano fuoco alle cittadine piu avanti dove si elevarono urla disperate di bambini e donne bruciati vivi. Tujo piangeva in silenzio mente l’elfo si allontanava dalla balconata e da lei zoppicando con una mano sempre stretta al petto …<<VOSTRA MAESTA!! >> la ragazza lo raggiunse sempre con le lacrime che scendevano sul viso << DOVE STATE ANDANDO?!>> disse bloccandogli la strada << devo salvare quella gente…aaah …..sai che posso! >> ingurgito’ e poi continuo’ << devo salvare almeno il futuro!>> ormai era al limite delle forze << non sono piu in grado di combattere …ho esaurito gran parte della mia magia per non parlare del mio stato di salute….sai che posso devo fare quella cosa! >> l’elfo afferro’ le braccia della ragazza stringendole piu forte che pote’ ma lei lo guardo disperato con le lacrime che ormai cadevano a fontana << NO! NON QUELLO NO!! >>l’elfo la guardo << sei l’unica …che mi possa fidare! >> la ragazza annui con gli occhi chiusi e tremanti.

<< ti ricordi di quel….p…p..piano? aaahhh>> la ragazza annui senza guardarlo << sai cosa succedera’ dopo quella magia vero? >> l’uomo cerco’ lo sguardo nella fanciulla ormai priva di espressione << dovrai promettermi che funzioni alla perfezione …ci serve un altro ….non finira’ ora …ma se riusciremo a trovarlo in seguito …sono sicuro ..che finalmente finira’ questa guerra….>> la ragazza annui e disse << lo prometto …>> l’elfo fece un sorriso << portami alla torre piu alta del castello …il piano 10 andra’ bene .>> senza parlare la ragazza strinse la mano del re e dopo un po si ritrovarono in una stanza da letto << alla balconata…>> i due molto lentamente uscirono fuori dalla stanza, ora la visuale era molto piu vasta  si vedeva il sole sorgere dietro alle montagne e un vento delicato soffiava sulla loro pelle facendo danzare i loro capelli. <<non ci sono mai salito qui su….me ne pento …e bellissimo…>> guardo in basso e vide l’esercito nemico ormai solo dei piccoli puntini ma le urla della gente si  udiva lo stesso facendo salire al elfo una grande angoscia e dispiacere <<sono pronto…stammi lontano …>> la ragazza indietreggio’ molto lentamente guardandolo come se fosse ormai priva di sentimenti , come se fosse impazzita.

l’elfo sospiro’ comincio a staccare la gemma rosso rubino sulla sua benda d’oro che copriva l’occhio destro. Con uno scatto la benda si apri magicamente lasciando ormai scoperto l’occhio completamente nero con riflessi blu ed color ambra , il ragazzo chiuse gli occhi concentrandosi , scacciando dalla mente le urla e il dolore della gente dei nemici e del suo esercito , si trovo’ in un vuoto totale , buio,era così bello stare li , senza sofferenza e dolori, tutto era passato , si sentiva felice , si sentiva soddisfatto , <<così bello ! la pace! >> una ragazza gli si avvicino’ aveva i capelli color biondo e aveva il volto offuscato << non riesco a vedere…sei sei Helen? >> la ragazza senza volto saluto , si senti una risata tanto dolce ed innocente << HELEN !!>> la figura della ragazza scomparve , ed in un attimo l’uomo aprì gli occhi.

Un ruggito invase la valle , l’uomo con i capelli argentei comincio ad rimanere a mezz’aria. dal suo occhio destro cominciarono a spuntare onde d’urto che  fece tremare la terra ed agitare l’aria , una luce comincio’ ad uscire dal corpo del ragazzo, l’occhio nero comincio’ a tremare, e con una forza mostruosa , l’uomo esplose rilasciando una luce bianca che invase la valle , gli eserciti di entrambe le fazioni vennero inghiottite anche la ragazza che aiutò l’uomo venne assorbita , tutto venne invaso da questa luce bianca , il castello i draghi ,grifoni , la cittadina , le foreste ..tutto.

una gemma nera rimase sospesa in mezzo a quel bianco totale, una mano la prese con dolcezza, tujo con le lacrime la strinse piu forte  che pote’ la mise in una borsa da viaggio. e disse  prima di teletrasportarsi <<la missione ha inizio. Per il re caduto per la nostra salvezza >>. Un rumore , un sobbalzo d’aria , la ragazza sparì , lasciando quel posto dove la luce bianca stava cominciando a sparire, non c’era piu nessun lamento e nessuna battaglia, nessun morto ne ferito giu alla valle , le cittadine non erano piu in fiamme , e i bambini giocavano allegri nelle strade, ridendo e scherzando, nessun orco ne trol ed altri nemici. Era come se nulla fosse successo.

Autore: Universale3000

Scritto da Universale3000 il nelle categorie: