• 2 Commenti

Perché mi chiedi la luna

I tuoi capelli…

I tuoi Capelli

-Ehi Shikamaru!
disse Ino con la sua voce stillante.
Per caso hai visto Sai?
Shikamaru la guardò con aria seccata dicendo-Ti risulta che usciamo insieme?
ma di colpo,vedendo gli occhioni tristi della coda altra di Konoha,fece cenno di sì con la testa…mentre il viso di Ino sprizzava di gioia pian piano!Felicissima della risposta nn esitò a fargli un altra domanda-E scommetto che sapresti dirmi anche dove si trova,vero Shikamore mio?
-A casa di Choji! Rispose Shikamaru ancora + seccato.

Ino si stava dirigendo a casa del paffuto amico mentre Shikamaru pensava, come al solito, a cose futili che lo avrebbero tormentato per tutta la giornata.
Ad un tratto si ferma e corre verso Ino,che era quasi davanti al portone di casa Akimichi.Gli mancavano pochi metri per raggiungerla e mentre correva disperatamente pensava fra se e se‹‹Deve darmi una risposta,che sia valida e non patetica come lei.››
é proprio dietro di lei,che intanto apre il piccolo cancello dello steccato,la vede e la ferma ma non con le parole che sarebbero bastate,la blocca con la tecnica del controllo dell ombra.Lei era 1 pedina nelle mani di Shika…la tecnica aveva dei punti deboli come tutte del resto e Ino li conosceva bene, ma Shikamaru non voleva attaccarla al contrario voleva solo metterla in guardia.Shikamaru cominciò a fare dei piccoli movimenti…e Ino, obbligata dalla tecnica, li emulava tutti quanti. Ci prendeva gusto a vedere Ino fare le cose più umilianti senza reagire.

-Perchè fai questo? Chiese lei con sguardo minaccioso!
-Perchè mi annoio…!Rispose lui.
-Lasciami andare!Gridò Ino fuori di senno.
Poi un minuto di silenzio calò fra i due,ma Shikamaru spezzo il glaciale silenzio facendo la prima mossa.Camminò per qualche metro,e lo stesso dovette fare anche lei ancora succube della tecnica,aveva calcolato tutto…come al solito!Si trovò faccia a faccia con lei,l’amica di team, la pettegola papera o la più bella che lui avesse mai visto?Per lui era tutto questo e tanto altro ancora…non sapeva bene come definirla.Lei lo ha messo di fronte alla realtà da quando erano bambini e lui grazie a lei ha capito qualcosa di importante…che le donne non sono un enorme seccatura,ma che sono la seccatura più dolce che potesse chiedere dalla vita!

Intanto i loro sguardi si incrociarono e lei arrossì per un attimo ad un lieve sorriso dell’altro.Si avvicinarono ancora di più e Shikamaru con voce bassa e rocca e un po’ di imbarazzo le sussurra ad un orecchio-Perchè lui?Perchè proprio Sai?
Lei rimase basita,con gli occhi sbarrati ad ascoltare quelle parole,quelle del suo più caro amico,quello con cui aveva diviso l’infanzia.
-Mi vuoi rispondere?ripetè Shikamaru.-Mi serve una semplice risposta,coincisa e valida.é solo questo che voglio.Cos’ha quel pallidone senza sangue nelle vene?Sei bella e dolce…potresti avere il meglio se solo lo volessi,perchè vuoi proprio lui?
Il cuore di Ino andava pian piano accellerando al suono di quelle taglienti parole‹‹Si sta dichiarando o non sopporta Sai››si chiese Ino.
‹‹Io…bella?è questo che mi ha detto…è la prima volta che lo fa››Ino venne assalita da pensieri di ogni tipo e tutto per una semplice domanda…fatta però dalla persona sbagliata!Non sapeva cosa dire o che espressione assumere.Per la prima volta si sentiva un po’ come Sai…eppure lei ha sempre ammesso che senza i sentimenti non si può vivere…beh in quel momento lei non ne provava affatto!Shikamaru era proprio di fronte a lei che aspettava una risposta,ma lei esitava ancora a dargliene una.Si sforzava di capire, di trovarne una…anche se stupida,poi aprì la bocca sperando di far uscire qualche sillaba che poteva interrompere l’ennesimo silenzio
-Il taglio di capelli,è quello che mi attira di lui!Disse lei con aria da superficiale borghesina.-Si, i suoi capelli sono i più belli di tutta konoha,ma non belli quanto i miei ovvio!!
Sapeva che Shikamaru non si sarebbe accontentato di questa risposta,secca e banale.Lui sciolse la tecnica,stremato, ma lei non si mosse da lì.Doveva e voleva scappare,lontano da tutti ma soprattutto lontano da lui.Poi rivolse i suoi grandi occhi azzurri verso l’asfalto,grigio e triste, un po’ come la sua anima in quel preciso istante,senza sentir ragione per il suo stupido comportamento gli voltò le spalle e tremante fece un piccolo passo…il più faticoso della sua vita.
Lui strinse i pugni e girò la faccia,avrebbe voluto dirgli di più e farle capire qualcosa che anche lui non aveva ancora messo ben a fuoco.Sapeva che ogni tentativo era inutile e deluso da lei,ma soprattutto dalla propria paura di reagire,si incamminò nel lato opposto al suo.Tormentato come al solito dai rimorsi,ruscì solo a fare qualche passo mentre lei era ancora lì dove l’aveva lasciata.Lui portò una mano nella tasca,si fermò e guardando a terra per troppa paura di alzare lo sguardo le disse-Dovresti sapere che non mi basta!
Poi pian piano andò via.
Ino era ancora lì, una lacrima scendeva dalla sua guancia, non riusciva a capire, solo 5 minuti prima aveva parlato con Shikamaru da vera amica e con il sorriso sulle labbra e poi tutto questo.si chinò a terra poggiandosi sulle ginocchia e portando le mani al viso per asciugare le successive lacrime…ripetendo a se stessa‹‹Stupido..sai che amo solo i tuoi capelli››

Shikamaru afflitto tornò a casa e per la prima volta non andò a rifugiarsi sulla sua collinetta preferita, ma andò a casa,fece una doccia per rilassarsi anche se era impossibile,e si butò a capofitto con la testa nel cuscino!
Ino invece…non volle più andare da Sai per trovare qualche sistema di abbordaggio…non voleva nemmeno tornare a casa con i rimorsi…convinta di trovare Shikamaru alla collina lo aspettò per tutta la sera lì!Si sedette sull’erba fresca e da dietro una pietra prese il pacchetto di sigarette di Shikamaru,ne accese una e fece un tiro…inesperta cominciò a tossire e a darsi dei colpetti in petto!Ad un tratto una mano gelida si posò sulla sua spalla…lei si voltò con la speranza di vedere il volto pentito di Shikamaru,ma si ritrovò a fissare i cupi occhi di Sai!Delusa ma felice,rivolse all’amico un sorriso di circostanza…tra i più finti mai visti, a tal punto che Sai si meravigliò della sua bravura!
Sai percepì che non era un buon momento per parlare e restò dietro le sue spalle,con la mano fra i suoi capelli color dell’oro,era Agosto e il sole stava per tramontare sulle loro teste.Un altro giorno Ino avrebbe desiderato molto stare con Sai davanti ad uno splendido tramonto che tingeva di rosa le soffici nuvole,ma in quel momento non aveva più senso.Era agosto e le rose di Ino si appassirono nel suo cuore
‹‹Sento nell’aria qualcosa di dolcemente familiare…il profumo dei tuoi capelli!››

Autore: <¢???????>

Scritto da <¢???????> il nelle categorie: