• 0 Commenti

Mini-storie su Plue

Il pupazzo di carta

Era un giorno come gli altri al villaggio di Mela, la vecchia Obababa sfruttava gli altri, Tamiko voleva staccare l’unico pelo di Longee e Plue scappava da Longee che voleva metterlo in un vaso.

Il bruco non riusciva proprio a catturare il cane e entrò in uno stato di depressione.

Plue, che era molto sensibile, decise di aiutarlo costruendo un pupazzetto di carta a forma di se stesso e metterlo dentro a un vaso per fare felice Longee.

Per costruire il pupazzetto bastava seguire le istruzioni che si trovavano a pagina diciannove del secondo volume di Rave World-La compagnia di Plue , però c’era un problema, Plue non aveva della carta.

Allora decise di chiedere aiuto alla saggia e vecchia Obababa.

La vecchia gli disse: “La carta la puoi trovare al supermercato e visto che passi si lì mi faresti la spesa?”

Plue andò al supermercato più vicino, fece la spesa per Obababa e cercò della carta, ma non la trovava e allora decise di chiedere aiuto a un commesso e egli rispose: “La carta non la vendiamo più perché Foglio non vuole che i suoi simili vengano venduti!”

Allora Plue, una volta tornato a casa, decise di costruire il pupazzetto di carta usando Foglio.

Quella notte mentre Foglio dormiva iniziò l’operazione, prima ritaglio con cura, poi girò la figura, poi ripiegò in alto, a destra, in basso e a sinistra, fino a formare una molla, poi incollò la testa con la molla al corpo infine mise il pupazzetto dentro un vaso di vetro e poi lo consegnò a Longee che tutto felice mise il vaso su uno scaffale.

Ora tutti vi starete chiedendo, che fine ha fatto Foglio? Beh, piano piano, dato che è sottile, riuscì a uscire dal vaso e scappare e una volta tornato a casa sgridò il suo cane Plue che gli venne privato di mangiare caramelle per una settimana.

Autore: Yaiba

Scritto da Yaiba il nelle categorie: