• 0 Commenti

Autoconclusivo

Autoconclusivo

E così eccomi di nuovo tra di voi a mettere delle ff! questa però, non è la famosa ff allegra che vi avevo scritto… quindi non sperateci.. XD però a me piace molto… spero piaccia anche a voi…. ^^’

i personaggi di questo racconto non sono miei ma dei Masashi Kishimoto.

buona lettura ^^

Il vuoto più assoluto da quando non ci sei più. È questo che penso. Eri la luna che illuminava le mie notti, ed io? Il sole dei tuoi giorni. Ma poi? Cosa è successo? Te ne sei andato, mi hai lasciato solo, seguendo la tua vendetta. Il tuo rimorso, il tuo odio, seguendo qualcosa che non hai mai fine, seguendo qualcosa che non è un inizio. Hai frainteso le parole che ora…. Sono solo un immenso e vuoto dolore. Come una catena, dove gli anelli, piano, piano vengono tolti, così i miei sorrisi, scompaiono ogni giorno, incapaci di ritornare. Perché eri tu a farli nascere… ma ora che non ci sei…

Un’altra giornata a Konoha, da quando Sasuke se n’era andato, Sakura, era diventata allieva dell’Hokage, Naruto, da quando era tornato dal viaggio con Jiraya, era cambiato, il sorriso, scomparso dal suo volto, il vecchio sennin aveva confessato, che era diventato così da poco, prima sorrideva, ma piano alla volta da quando erano partiti, aveva notato dei cambiamenti, ogni sera, si ritirava lontano dall’accampamento con una pergamena, e fissando il cielo scriveva, che cosa… non lo sapeva nemmeno lui, ma ogni sera, continuava a scrivere.

Come sempre, da quando te ne sei andato, scrivo, quello che avrei voluto dirti, quello che avrei voluto confessarti, poi mi addormento, e quando mi sveglio, il vento trascina il tuo odore. Mi stai seguendo? Stai cercando di dirmi qualcosa? Mi vieni a trovare? Ti manco anche io come tu manchi a me? Per la prima volta nella mia vita, piango, mentre scrivo il mio dolore, piango, per il cuore, mi duole…

Sakura si avvicinò al ragazzo, che come sempre, si fermava sulla terrazza più alta del villaggio

-che cosa stai facendo Naruto?-

Il ragazzo si voltò, la guardò una attimo poi tornò a fissare il cielo

-guardo il cielo Sakura… non si vede?-

La ragazza si sedette

-sì… ma quello che intendevo…è perché lo fai!-

Il ragazzo chinò il capo

-cosa intendi?-

La ragazza alzò le spalle, come niente, e rispose

-da quando sei tornato non chiedi più di andare in missione, per trovare Sasuke…-

Naruto la fissò un attimo, poi rise

-pensi ancora a lui? Arrenditi! Cerca la felicità altrove Sakura!-

La ragazza lo fissò incredula

-sei tu che dicevi che dovevi mantenere la promessa! Io ormai… mi sono arresa da tempo!-

Il ragazzo rispose

-e hai fatto bene! Perché lui non tornerà mai più!-

Si alzò, lasciando Sakura stupita, e se ne andò, in direzione della residenza abbandonata, del clan Uchiha.

Come un uragano, sei passato davanti a me, spazzando via, tutto quello in cui avevo creduto, tutto quello che avevo costruito, tutto quello in cui avevo sperato, e lo hai portato via con te…

Arrivò davanti alla casa dove l’Uchiha era stato l’ultima volta, i ricordi, riaffiorarono, l’ultima volta che lo aveva incontrato…

‹ -Sasuke! Ma allora sei proprio tu! Torna con me a Konoha Sasuke!-

L’Uchiha si voltò verso Naruto e sorrise

-Naruto… cosa ti fa pensare che io sia venuto, per tornare indietro?-

Il ragazzo indietreggiò, offeso

-e allora perché sei qui-

Sasuke sorrise

-volevo vederti! Mi mancavi terribilmente…-

Naruto arrossì, Sasuke andò verso di lui, gli girò intorno, gli sollevò il viso, sorrise, lo baciò

- i tuoi occhi sono rimasti come il cielo sereno d’estate-

Naruto arrossì

-e i tuoi, sono rimasti neri, come il mare in tempesta-

Sasuke sorrise

-se solo… non fosse mai accaduto…-

Naruto si tolse

-sei tu che te ne sei andato!-

L’Uchiha spalancò gli occhi

-quindi sono giunto troppo tardi? Non ho più speranze? Non hai più cuore….-

Fu interrotto dallo sguardo arrabbiato di Naruto

-non ho più un cuore! Me lo hai strappato, quando te ne sei andato! Non posso dartelo, è già tuo, non sei giunto tardi, per te… non lo sarà mai! Non hai speranze… di farti dimenticare da me!-

L’Uchiha, prima a occhi sbarrati, sorrise dolcemente, si avvicinò, lo abbracciò, e guardandolo negli occhi, come mai aveva fatto, scambio la promessa

-insieme per sempre, da vivi, e da morti-

Naruto, poggiò la testa sul petto del ragazzo, non proferì parola.

-cosa hai?-

Chiese l’Uchiha

-Sasuke… non posso lasciarti andare via!-

Il ragazzo rise

-che cosa avresti intenzione di fare?-

Prima che potesse aggiungere altro, la mano di Naruto, gli aveva trapassato il cuore, da parte a parte, le lacrime continuavano a scendere dal volto di Naruto, Sasuke, diventava sempre più freddo, la pelle, già chiara, ormai era del tutto priva di colore, Naruto poggiò a terra il corpo del ragazzo, ma continuò a tenerlo stretto a sé, l’Uchiha, gli mise una mano sul viso

-Naruto…. N-non piangere…-

Le lacrime del ragazzo però non cessavano

-Sasuke… perché…. Perché sei venuto… ogni sera… a trovarmi? Me ne sono accorto sai?-

L’Uchiha sorrise

-non posso… cough… non posso venire a trovare la persona che amo?-

Naruto spalancò gli occhi, Sasuke si avvicinò al viso

-perché… mi hai ucciso Naruto?-

Il ragazzo, col volto rigato dalle lacrime ed un sorriso rispose

-nessuno può averti…. Se non posso averti io-

Sasuke sorrise, gli diede un bacio, appassionato, poi si staccò, del sangue uscì dalle bocche di entrambi, guardò Naruto, sorrise

-ti amo… testa quadra…-

La mano cadde a terra, ormai Sasuke era morto. Naruto rimase con gli occhi spalancati, a fissarlo, in bocca, il sapore amaro, del sangue dell’Uchiha, le labbra ancora fredde, a causa del tocco con le labbra del ragazzo, si avvicinò all’orecchio dell’amato

-anche io ti amo…. Razza di presuntuoso-›

Quante volte, sogno questa scena la notte? Ormai ho perso il conto… ti ho ucciso perché avevo paura di perderti, ma in fondo… non sarebbe cambiato molto da adesso, visto che ti ho perso comunque… a causa mia… sento ancora il sapore del tuo sangue in bocca, sento ancora, la sensazione, del tuo sangue, sulla mia mano, l’unica volta, in cui sono riuscito a toccarti il cuore… è stato quando ti ho ucciso… ma presto…molto presto, ti raggiungerò Sasuke…e lì sarai solo mio.

-Naruto…. Perché continui, a salire sul monte degli hokage, la sera?-

Tsunade, era dietro di lui, con anche gli amici di sempre, erano tutti presenti, perché preoccupati per lui. Naruto sorrise e si alzò in piedi

-per guardare il cielo-

Prese la pergamena, dove fino a pochi secondi prima, aveva scritto, e con una tecnica di fuoco, la bruciò. Tsunade lo fissò, incerta se parlare o meno

-e… perché ogni sera, fissi il cielo?-

Il ragazzo sorrise

-per vedere Sasuke-

Il silenzio generale occupò il tempo in quel momento, Sakura si fece avanti

-cosa intendi dire?-

Naruto la guardò divertito

-ormai Sasuke… non è più in questo mondo! Io stesso, ho posto fine alla sua vita!-

Tutti rimasero perplessi, Kakashi uscì dalla folla

-perché lo hai fatto?-

Il ragazzo guardò il cielo

-perché lui è mio, solo mio, e di nessun’altro! Credeva che gli avrei permesso di abbandonarmi di nuovo, lasciarmi solo, ma si sbagliava di grosso!-

Nessuno sapeva più cosa dire, ma Kakashi, aveva iniziato a infuriarsi

-ma in fondo adesso non è la stessa cosa? Non è qui al tuo fianco!-

Naruto fece un passo indietro

-ma adesso solo io posso raggiungerlo!-

Un altro passo indietro, lo sguardo terrorizzato dei presenti, Jiraya si fece avanti

-non puoi farlo Naruto!-

Il ragazzo sorrise, oramai sul bordo

-ero-sennin… non avrete neanche più problemi per quanto riguarda l’Akatsuki…-

Hinata scoppiò a piangere

-n-non farlo Naruto-kun…-

Il ragazzo, tornò serio per un momento

-non vorrei farvi credere che sto fuggendo, perché non lo sto facendo, ma la gelosia ha prevalso, ho posto fine alla vita dell’unica persona che io abbia veramente amato, che sia stata rilevante per me, adesso, devo mantenere la mia promessa! “insieme per sempre, da vivi e da morti!” vero, Sasuke?-

Una folata di vento, poi il ragazzo spalancò gli occhi, mosse le mani, come se qualcuno lo stesse abbracciando da dietro

-sei venuto a prendermi?-

Silenzio, nessuna risposta, ma Naruto continuava a parlare

-sto mantenendo fede alla mia promessa visto? Scusa, sono in ritardo, ma prima… dovevo fare una cosa…-

All’improvviso, il cielo si illuminò di mille colori, tutti rimasero sorpresi, Tsunade parlò

-sono… fuochi… artificiali?-

Tutti guardarono Naruto, i loro sguardi terrorizzati, il ragazzo sorrideva, all’improvviso, si sentì una voce, in ombra alle spalle di Naruto! Non potevano credere ai loro occhi.: Sasuke!

- se è per me… posso anche capire! Ma sei il solito esibizionista!-

Sasuke sorrise, Naruto lo guardò

-sei il solito spaccone-

Poi si voltò verso gli altri, chi piangeva, chi pregava di non farlo, tutti erano terrorizzati, sorrise

-e così Naruto Uzumaki se ne va in grande stile!-

Un altro passo indietro, ed il corpo era sparito, i fuochi erano cessati, solo un tonfo, e Naruto Uzumaki non c’era più

“l’unica volta in cui sono riuscito a toccarti il cuore… è stato quando ti ho ucciso… ma presto… molto presto, ti raggiungerò Sasuke… e lì sarai solo mio.”

Autore: Tatsuha-eiri

Scritto da Tatsuha-eiri il nelle categorie: