• 0 Commenti

Autoconclusivo

Autoconclusivo

eccomi di nuovo qui… due in una mattina… ho superato me stessa.. magari sono corte e insignificanti… ma voglio capire se riesco a valorizzarle anche in questo modo.. ^^’ quindi siate schietti nei commenti perchè devo capire se ho talento u.u cmq…
I personaggi di qeusta ff non sono di mia invenzione ma dell’autore Masashi Kishimoto.
spero che qualcuno la scarichi… u.u questa volta ho pensato a Sasuke anche se… effetivamente… va beh leggetela e poi ditemi! grazie in anticipo a chi la legge e poi commenta! ^^/

Un tonfo e poi niente, nessun rumore, solo il buio. Non c’era più niente da fare, la gente concentrata in un unico punto, circa 20 ninja intorno ad un corpo, un ragazzo si faceva strada. ‹fatemi passare! Presto!› arrivò, sbiancò, cadde a terra. Si avvicinò a gattoni ‹hei! Hei mi senti?› nessuna risposta, una ragazza dai capelli rosa si fece avanti, si portò le mani alla bocca lasciando cadere la valigetta ‹Sa… Sasuke?› il ragazzo si voltò e disse ‹Sakura… non si muove più… è freddo!› la ragazza si mise a piangere, si avvicinò e sentì le pulsazioni, non c’erano, tentò di rianimarlo ma inutilmente. Alzò lo sguardo verso il ragazzo davanti a sé, la guardava con occhi innocenti, vuoti, dispersi, non capiva quello che stava succedendo, ‹Sakura… perché non si muove?› la ragazza lo abbracciò, ‹n… non si muoverà più Naruto… Sasuke non si muoverà più…› il ragazzo guardò il corpo esanime del suo compagno, l’amico di una vita, adesso era lì davanti a lui immobile, non si muoveva più… e non lo avrebbe più fatto. All’improvviso si rese conto della situazione ‹mi stai dicendo… che è morto?› la ragazza lo guardò negli occhi, il blu marino acceso, adesso era scuro, annuì, ‹non può più farlo!› Naruto si staccò da Sakura, andò vicino a Sasuke e lo prese tra le braccia ‹Sasuke.. ehi! Non è divertente sai? Ti pare questo il modo di salutare gli amici?› l’Uchiha non rispose, Naruto si arrabbiò ed iniziò a scuoterlo ‹hei! Mi senti? Brutto deficiente! Rispondimi!› ma niente. In quel momento Naruto spalancò gli occhi, ‹n… non può essere!› le lacrime iniziarono a rigargli il volto ‹Sasuke veramente tu…› immobile. Non si muoveva. Lo strinse ancora di più a sé gli occhi ancora spalancati continuavano a far scendere le lacrime che bagnavano il volto dell’Uchiha, Naruto sorrise ‹vedi Sasuke? Sta iniziando a piovere! Dobbiamo andare al riparo!› Sakura mise una mano sulla spalla del ragazzo e disse ‹Naruto.. ormai è tutto inutile! Andiamo via dai!› anche lei aveva iniziato a piangere. La folla piano alla volta si disperse, e comparì una schiera di jonin, tra cui c’era anche Kakashi e Sai. Il ninja copia spalancò gli occhi a quella scena. ‹Sakura… cosa…› la ragazza si voltò ‹Sasuke è morto… ma… Naruto non vuole lasciarlo andare…› il jonin si stava avvicinando, quando Sai lo precedette, si mise davanti a Naruto e disse ‹hei! Scemo! Guardami!› il ragazzo sollevò il viso, Sai era chiaramente infuriato ‹cosa stai facendo? Ti pare questo il momento di fare il bambino?› Naruto continuava a piangere, a quelle parole sorrise ‹hai visto Sai? Alla fine ho convinto Sasuke a tornare con me al villaggio! Hai avuto torto! Lui è pentito per quello che ha fatto! Il suo obbiettivo era solo uccidere Itachi! Non si può considerare un tradimento! Però… non si alza più… continua a dormire… ho provato a svegliarlo…› Sai gli tirò un pugno che lo fece cadere a terra. Kakashi bloccò il ragazzo e Sakura corse vicino a Naruto, il ninja copia disse ‹calmati Sai! Non lo vedi che è sconvolto?› Naruto si rialzò da terra, si asciugò il sangue che era uscito dalla bocca, e disse ‹ma si può sapere perchè mi hai colpito?› l’espressione sul volto di naruto era chiaramente frustrata. Sai rispose ‹ti sei ripreso essere inutile?› Naruto si alzò e gli sferrò un pugno ‹così siamo pari!› i due iniziarono a fare a botte, Sakura stava per fermarli quando Kakashi la bloccò ‹Sai sta facendo questo per far sfogare Naruto!› la ragazza guardò i due, poi il suo sguardo finì sul corpo dell’amico, e disse ‹Kakashi-sensei… perché doveva finire così?› il jonin rispose ‹era destino… a quanto pare… ora il problema sarà solo convincere Naruto… del fatto che questa volta non rivedrà mai più Sasuke!› la ragazza iniziò a piangere, e Kakashi la strinse a sé, continuando a guardare Sasuke, gli sfuggì una lacrima. Naruto e Sai ormai esausti si erano fermati ‹tu non rimpiazzerai mai Sasuke!› il ragazzo annuì ‹non l’ho mai chiesto› ‹non sarai mai parte del team 7› ‹non era mia intenzione› ‹sei solo uno s*****o, che crede di essere chissà chi!› ‹e tu sei un uomo impotente!› Naruto aveva il fiatone, e Sai non demordeva, così si alzò da terra e ritornò davanti al corpo di Sasuke, i presenti lo guardarono, lui si chinò e estrasse un oggetto dalla tuta, gliela legò alla testa ‹così sarai morto come ninja della foglia, e non come servo di Orochimaru! Non hai ucciso Itachi perché stava diventando cieco.. allora a cosa è dovuta la tua morte?› si alzò da terra, si asciugò le lacrime e continuò ‹sei un cretino! Tra noi due… sei tu la vera testa quadra! Tutti questi anni… buttati nel cesso! Sei uno…. Sei un cretino!› poi sorrise ‹però sei il mio migliore amico lo stesso… ed è questo che mi fa infuriare! E se proprio vuoi saperla tutta… sei anche un fratello piuttosto cocciuto! E presuntuoso!› Kakashi e Sakura si misero a ridere, Sai sorrise, così Naruto si avvicinò al ragazzo ancora per terra e gli porse la mano, Sai spalancò gli occhi, come anche Kakashi e Sakura, Naruto con sguardo fiero disse ‹io ti odio!› il ragazzo afferrò la mano e sorrise ‹anche per me è lo stesso› e si strinsero la mano. Pochi giorni dopo fecero il funerale, il cielo completamente ravvulonato, erano presenti tutti, perché nessuno al villaggio della foglia lo consideravano un traditore.

Per loro era Sasuke Uchiha, del clan uchiha, l’unico sopravvissuto, il migliore che ci sia mai stato. Quando Naruto posizionò il fiore sulla sua tomba, sorrise e disse ‹però sai… per me tu sarai sempre un fratello… ed il mio migliore amico. Quindi aspettami, perché ti farò pentire di essere morto! Continua a guardarmi, e pentiti! Perché io diventerò hokage! E poi… quando morirò e ti rivedrò… mi vanterò di quello che ho fatto, ma alla quale tu non hai potuto assistere! Perché sei solo una testa quadra, superficiale. Non mi prenderai in giro anche lì!› poi sorrise, il cielo divenne sereno, come a voler dire che Sasuke avesse accettato quella sfida.

FINE

Autore: Tatsuha-eiri

Scritto da Tatsuha-eiri il nelle categorie: