• 11 Commenti

Cosplay: Consigli per gli acquisti

Il termine cosplay deriva dalla contrazione delle parole inglesi costume (“costume”) e play (“interpretare/recitare”), che descrivono accuratamente l’hobby di divertirsi vestendosi come il proprio personaggio preferito.

Dato che questo fenomeno è nato in Giappone, il personaggio rappresentato da un cosplayer viene spesso scelto tra quelli individuabili nei manga e negli anime giapponesi, ma non è raro che il campo di scelta si estenda ai videogiochi, alle band musicali, ai giochi di ruolo, ai film e telefilm e ai libri di qualunque genere e persino alla pubblicità.

Il fenomeno negli ultimi anni si è diffuso in tutto il mondo e anche in Italia.

Gruppo cosplay in posa

A questo punto sorgono delle domande: come si diventa cosplayer? Dove è possibile trovare vestiti e accessori?

Scopriamolo insieme. Innanzitutto rispondiamo alla prima domanda.


Come si diventa cosplayer?

Ovviamente non è che uno si alza la mattina e decide di diventare un cosplayer.

Per fare cosplay bisogna avere la passione dell’interpretare il personaggio, il desiderio di vestire i suoi panni e la voglia di mantenere un impegno costante.

Non basta indossare un vestito che assomiglia a quello di un personaggio per dire di essere un cosplayer. Bisogna innanzitutto cercare di individuare quali personaggi sono adatti a noi, ovviamente scegliendoli tra ciò che più ci piace.

Questo può essere un grosso limite per la riuscita di un buon cosplay, ma più si cerca di avvicinarsi fisicamente al personaggio, migliore sarà l’effetto ottenuto.

Ci sono diversi modi di fare cosplay. C’è chi lo fa semplicemente per passione e divertimento e chi per le gare. Di solito i cosplay da gara sono molto più elaborati e anche i cosplayer preparano diverse scenette che rappresenteranno sul palco. Chi invece fa cosplay per passione e divertimento, si limita ad indossare il costume e a girare per le fiere e a farsi fotografare quando gli viene richiesto. Questo tipo di cosplay è il più semplice da realizzare ed è un buon punto di partenza per iniziare a praticare questa passione.

Ma da dove si comincia? Dove si prendono vestiti ed accessori?

Ci sono 3 modi per avere il vestito:

  • Confezionarlo a mano personalmente o con l’aiuto di una sarta.
  • Acquistarlo durante una delle varie fiere del fumetto presso gli appositi stand.
  • Acquistarlo online su siti specializzati, tra cui ebay.

Confezionare il vestito a mano potrebbe sembrare l’idea migliore, sia per quanto riguarda il costo che per quanto riguarda la vestibilità del costume. Un vestito confezionato a mano viene fatto su misura, quindi non ci sono problemi di taglie. Però, anche se non sembra, riprodurre alcuni particolari del vestito non è così semplice. Inoltre, se ci si rivolge a una sarta, i costi non sono più così limitati. A quel punto potrebbe quasi convenire comprare il vestito già fatto.

Come detto in precedenza, i luoghi dove è possibile trovare i vestiti già confezionati sono due: alle fiere o online.

Naturalmente acquistare direttamente in fiera risulta più comodo. C’è la possibilità di provare il vestito e di vederlo prima di acquistarlo. Però il problema maggiore è che la scelta è limitata.

Solitamente in fiera sono presenti i costumi dei personaggi più in voga del momento. Se uno cerca un personaggio particolare, che magari appartiene a qualche manga non recentissimo, ha difficoltà a trovarlo.

Per avere una scelta più ampia, perciò, conviene acquistare online. Esistono dei veri e propri negozi online che vendono unicamente materiale da cosplay.

La loro ubicazione solitamente è in Cina, Hong Kong di solito, ma ci sono anche siti con sede negli Stati Uniti o in Giappone.

Qui in Italia, il sito più comodo da consultare, che raccoglie moltissimi di questi negozi online, è sicuramente ebay.

Naturalmente per acquistare dall’estero occorre possedere una carta di credito. Se uno non è già in possesso di una carta, conviene che prenda una prepagata, tipo postepay o simili. Alcuni siti possiedono già un sistema di sicurezza interno, quindi richiedono esclusivamente di inserire i dati della carta per prelevare il denaro. Siti come ebay, invece, utilizzano dei partner per la gestione delle transazioni online, nel caso di ebay viene utilizzato paypal, che garantiscono sicurezza negli acquisti.

Una volta risolto il problema del pagamento, occorre saper selezionare il cosplay. Innanzitutto occorre valutare il rapporto qualità/prezzo. A volte i vestiti sono molto economici, ma nel momento in cui si ricevono si scopre che il tessuto è scadente e quindi si rovinano dopo il primo uso. Insieme al prezzo del vestito occorre controllare anche il prezzo delle spese di spedizione. Molte volte, il prezzo è basso ma le spese sono alte. C’è da dire che le spese alte a volte comportano tempi di spedizione minori, ma non sempre è così.

Un’altra cosa importante negli acquisti di capi online è selezionare la taglia corretta. Alcuni negozi di cosplay fanno i vestiti direttamente su misura, quindi dopo l’acquisto occorre inviare le proprie misure, seguendo uno schema fornito dal negoziante stesso, e il vestito verrà confezionato e poi inviato. Altre volte, invece, le taglie sono standard. In quel caso il negoziante fornisce apposite tabelle, solitamente in inglese e con misure in pollici (occhio dunque alla conversione), per capire quale taglia è giusto acquistare. Una volta selezionata la taglia corretta (conviene sempre evitare taglie troppo giuste, esperienza personale), si invia la scelta al venditore, si effettua il pagamento e si attende.

Solitamente il tempo di attesa per un cosplay è di 20 giorni lavorativi dall’estero, ma è sempre molto variabile, quindi non disperate se al ventunesimo giorno non è ancora arrivato. Arriverà. Inoltre, la maggior parte delle volte, le spedizioni sono tracciabili, quindi basta mettersi in contatto con il venditore (in inglese) e si avranno informazioni più dettagliate riguardo la merce.

Cosplay per passione

Una volta acquistato, e ricevuto, il vestito manca ancora qualcosa: gli accessori.

Per gli accessori si fa lo stesso discorso del vestito: o si fabbricano in casa, o si acquistano in fiera o online.

Alcuni accessori sono già integrati con l’acquisto del vestito, come particolari collane o gioielli. Quello che di solito manca sono le armi e i bastoni/scettri dei vari personaggi.

A differenza del vestito, trovare gli accessori online non sempre è così facile e risulta parecchio costoso. Una riproduzione originale di un’arma può venire a costare parecchio. Per questo è molto più economico e divertente costruire le armi con le proprie mani, magari con l’aiuto di qualcuno che è capace di lavorare il legno o materiali tipo cartapesta o simili.

Costruire gli accessori non è per niente facile, ma talvolta in rete si trovano delle guide per la realizzazione che sono abbastanza semplici da seguire. Trovando i materiali giusti, anche con una cifra non molto elevata si riesce a realizzare un oggetto che fa la sua figura.

Ovviamente il discorso fatto finora può risultare parecchio diverso nel caso di cosplay prettamente rivolti alle gare. Alcuni cosplay di questo tipo sono molto elaborati, tanto da essere indossati esclusivamente nel periodo di gara, per la difficoltà di movimento che possono creare.

I materiali con cui sono fatti questi cosplay possono essere molto differenti e di solito comportano armature, ali o accessori molto elaborati. A questo punto il cosplay passa da divertimento a quasi un “lavoro”, data la preparazione che va fatta prima della gara e durante.

Cosplay da gara

A questo punto resta a voi decidere, aspiranti cosplay, quale tipo di cosplayer essere. E mi raccomando, la cosa più importante è divertirsi.

Autore: SNeptune84

Scritto da SNeptune84 il nelle categorie: Cosplay