• 2 Commenti

Concorso Dofus: vinci 18 beta-key per Frigost!

Il gioco Frigost uscirà solo a fine giugno, ma con questo concorso indetto da Dofus, 18 fortunati potranno accedere e giocare prima del tempo in dei server dedicati, per un periodo limitato.

frigost-contest

Regolamento del concorso?

Beh, questa volta non dovrete impegnarvi in enigmi con soluzioni da farvi impazzire o scervellare! Dovrete essere solamente i più veloci!

Le Beta-Key di Frigost verranno assegnate ai primi 18 utenti che invieranno un Messaggio Privato nel forum di nanoda a Inuchan, a partire da Venerdì 11 Giugno alle 00.01 ed entro le 23.59 di Domenica 13 Giugno 2010.

Chi può partecipare?

Tutti gli utenti iscritti al sito/forum di nanoda.com

Nel titolo dell’MP di nanoda dovrete scrivere “concorso beta key dofus” nel testo invece scrivete pure ciò che volete.

Le betakey verranno poi assegnate lunedì 14 giugno.

frigost

Che cos’è Frigost?

Il Continente di Ghiaccio

logo frigost

Da quando Rushu deteriorò l’Orologio Divino del Dio Xelor, niente funziona più nel Mondo. Per diversi secoli il terribile demone tentò di fare proseliti tramite il suo intermediario Djaul, protettore di Desembel, ma egli dovette affrontare la resistenza della coraggiosa Jiva. Riuscirà Djaul a sconfiggerla?

Difficile a dirsi! I bardi narrano che ogni anno, i due protettori si lancino in una accanita battaglia e, fino ad oggi, la Dea ha sempre trionfato , però a prezzo di gravi ferite che la paralizzarono per mesi. Djaul stesso, molto indebolito dal combattimento annuale, non ha l’energia per lanciare dei colpi bassi e ucciderla così da prolungare il mese di Desembel.

frigost

Stanca di questa guerra perpetua, Jiva tentò di metter fine al conflitto debellando una volta per tutte il servo di Rushu dalla superficie del Mondo. La fedele seguace del Dio Xelor decise di fare appello ad un altro discepolo del Dio: il Conte Allarovescia. Questo scienziato, amante di tutti i congegni che misurano il Tempo, viveva sull’Isola di Frigost ed era diventato uno specialista di orologi, tanto da venderli per tutta Amakna. Il suo slogan era semplice: “Se tempo vuoi risparmiare, dal Conte Allarovescia l’orologio devi portare!”.

Jiva chiese al Conte di fabbricare un orologio capace di far passare il tempo direttamente dal mese di Novemario a quello di Gevian e, per convincere lo Xelor a portar a buon fine il progetto, gli affidò un Dofus di Ghiaccio. La potenza di questo oggetto doveva permettere al Conte di cambiare il corso del tempo, ma, come al solito, quando ci sono delle uova di Drago in ballo, le cose si mettono male (vedere alla fine).

trailer frigost il continente di ghiaccio

(Clicca sull’immagine per vedere il trailer)

Avrà quel che si merita!

Sfortunatamente, Allarovescia non fu molto discreto: i suoi lavori faraonici per costruire l’orologio magico suscitarono la curiosità degli abitanti di Amakna e nonostante la distanza tra l’isola e il continente principale del Mondo dei 12, la notizia si era diffusa in un lampo. Nelle taverne non si parlava d’altro e non ci volle molto tempo ai Brâkmariani per aver sentore di cosa stava accadendo. Oto Mustam, capo dei guerrieri della città demoniaca, mandò un messaggero a Djaul, che, furioso, andò a Frigost per chiedere spiegazioni a Allarovescia. Egli tentò di spiegare che era innocente, che il suo orologio non era che un passatempo come un altro. Fatica sprecata, Djaul gli raggelava il sangue così tanto da non essere in grado di trovare dei pretesti credibili.

Come tutti sanno, la vendetta è un piatto che si consuma freddo, ma in questo caso particolare…si consuma ghiacciato. “Allora è così? Tu vuoi abbreviare Desembel?” domandò Djaul al Conte. “E sia, assaporerai questo mese per il resto dei tuoi giorni!”

Il demone ricoprì il continente di Allarovescia con un mantello bianco. Il mese di Desembel divenne l’unico mese del calendario di Frigost. Gli abitanti erano intrappolati: era impossibile sfuggire al mese di Desembel. Non solo la neve bloccava le strade, il ghiaccio impediva alle navi di navigare, ma anche il corso del tempo ne era sconvolto: alla fine di Desembel era di nuovo Desembel. Gli abitanti erano così condannati a vivere un inverno senza fine.

Isolata dentro una bolla temporale, l’Isola di Frigost venne dimenticata: il resto del Mondo continuava a vivere senza preoccuparsene. Solo pochi testi menzionavano quella zona, ma pochi erano quelli che vi avevano accesso. Io stesso, ho fatto fatica a non considerare la storia del Conte Allarovescia come una leggenda.

frigost videogioco

Dopo diversi secoli in cui gli abitanti non fecero altro che rivivere lo stesso mese dell’anno, riuscirono, nonostante tutto, ad inviare un messaggero all’esterno del loro mondo. L’aiuto di Jiva fu fondamentale: grazie al suo intervento il messaggero poté sfuggire alla maledizione ed uscire dal mese perpetuo di Desembel, ma appena lasciata Frigost egli morì istantaneamente di vecchiaia. Egli aveva, infatti, vissuto più di tremila mesi di Desembel e, avendo cambiato il corso del tempo, il tempo perduto lo riacciuffò in un sol colpo…fatale. È così che Frigost venne dimenticata come neve al sole.

La richiesta d’aiuto degli abitanti del continente ghiacciato giunse, malgrado tutto, fino a Madrestam. Infatti, il messaggero era morto di vecchiaia, ma il suo messaggio, sigillato dentro una bottiglia congelata, aveva galleggiato fino al Porto d’Amakna. Una volta aperta, esse diede fuoco alle polveri: i mercenari si precipitarono, quindi, verso il continente ghiacciato nella speranza di recuperare uno dei preziosi Dofus. Jiva li guidò indirettamente e li protesse affinché essi non cadessero preda della maledizione di Djaul.

Buona fortuna e che vinca il più veloce!

Fonte informazioni e immagini: dofus.com

Autore: Inuchan

Scritto da Inuchan il nelle categorie: A ruota libera