• 4 Commenti

Ceatec 2008: un salto nel sogno tecnologico mondiale

Come ogni anno del nuovo millennio che si rispetti, anche il 2008 ha finalmente potuto assaggiare il fascino tecnologico del Ceatec. Come? Non sapete cos’è?

ceatec-2008

Il CEATEC (Combined Exhibition of Advanced TEChnologies) è l’evento tecnologico più importante di tutto il Giappone! Si svolge ogni anno, dal 2000 (tanto per segnare la rivoluzione tecnologica) a Chiba, in Giappone. Solitamente, il CEATEC è una manifestazione dove le maggiori case produttrici di tecnologie sfoggiano i loro gioielli dietro teche con su scritto “ammirare ma non toccare”, ovvero danno dimostrazione delle tecnologie del futuro, ma con prezzi inabbordabili.

Stand Toshiba

Tuttavia quest’anno, dal momento che il mondo tira le cinghie, si è deciso di dare una “ritoccata” al programma di presentazione delle nuove tecnologie: ecco così spuntare magicamente soluzioni ottimizzate delle precedenti meraviglie Hi-Tech presentate. Non è infatti una coincidenza che l’acclamatissima tecnologia degli schermi elettronici Oled quest’anno si sia fatta annunciare con scarsa presenza dell’oggetto in quanto ancora troppo caro; ne approfitta quindi la sede principale dell’azienda Sony, la quale tira fuori dal cilindro la loro meraviglia in campo Lcd: schermi ultrapiatti, talmente ultra da non avere neanche lo spazio per le casse, comodamente alloggiate sulla base rettangolare! Figo eh?

Ultrapiatto? Inesistente!

Ma a noi non basta questo, infatti la Toshiba – attenzione al nome, guardatelo bene perché diventerà un punto di riferimento galattico – ha presentato la nuova tecnologia delle SCIB (Super Charge Ion Battery), ovvero batterie per portatili e cellulari in grado di ricaricarsi in…rullo di tamburi…appena dieci minuti! Avete capito bene, un portatile ricaricato in dieci minuti, ovunque. Ma le meraviglie del Ceatec non si esauriscono così, infatti lo stand Yamaha ha presentato un’orchestra decisamente “originale”, sfruttando la loro nuova tecnologia cellufonica in grado di riprodurre in Dolby Surround qualunque audio, “che forma avrà?” è stata la mia domanda, e la risposta è stata eccezionale: strumenti amici nanodiani, strumenti musicali!

Caricamento video…

Pensate sia finito tutto qui? Un semplice articoletto sulle meraviglie in vendita prossimamente? Assolutamente no!
Spulciando internet vi ho trovato una chicca che farà brillare gli occhi a tutti voi (seppure sia un robot vecchio – del 2006 – fa sempre il suo figurone), ovvero… Nabaztag!

Nabaztag!

Questo simpatico coniglietto è stato progettato da due signori (Rafi Haladjian e Olivier Mével) nel 2005, con un restyling fatto nel 2006, dato il suo enorme successo nei paesi in cui era stato messo in vendita. Al CEATEC era presente anche lui, sfoggiando i nuovi modelli e muovendo curiosamente le orecchie, lampeggiando e emettendo podcast e radio! Già, perché questa pulce (che pulce non è) non solo vi può connettere wi-fi, ma vi dice anche le previsioni del tempo, l’ora, la presenza di nuove e-mail e, ultima ma non ultima cosa, vi dirà di tanto in tanto dei messaggi inviati dal server, come un qualsiasi tenerissimo furby elettronico farebbe! Data la sua utilità, il Nabaztag (Con l’aggiunta di /tab per la nuova versione) ha avuto un grande aumento di script in perl e java, linguaggi supportati dal coniglietto; è così che molti animaletti wi-fi sono diventati delle potenti stazioni radio, dei simpatici compagni per spezzare il silenzio di uno studio o lavoro pesante al pc, e qualunque altro tipo di noia o momento in cui ci si vuol svagare ascoltando webradio come Radio2, o altre. Un MUST da riuscire a procurarsi su Nabaztag.com!

Concludo infine dando un piccolo spazio all’ambiente, mostrandovi i robot della Nissan e alcune piccole chicche, prese in giro da internet. Siamo appena a metà Ceatec, e Murata, robottini Nissan e macchine a levitazione magnetica ci stupiscono. Esaurisco il mio articolo dandovi due piccoli video: Murata in bici e uniciclo e l’agente robotico, affiliato dei robot biomimetici, che vi spiega (ahimè, in giapponese, ma è sicuramente particolare da vedere) come si potrebbero e si sono creati sistemi anti-collisione! (in breve, dice che la tecnologia si basa sulla visione degli insetti, ovvero a percezione, ed entro una certa area, a seconda del rischio, il veicolo risponderebbe automaticamente decelerando e ruotandosi o altre particolarità… per gli ubriaconi sarebbe semplicemente fantastico, no?). Alla laliho prossima!

Il robot Murata e la sua consorte Murata Seiko-chan!

Caricamento video…

Una bella passeggiata in tutta tranquillità con l’auto? Nessun problema! Ci pensa la Nissan a farci rilassare!

Caricamento video…

Autore: Ukeboy

Scritto da Ukeboy il nelle categorie: Giappone