• 4 Commenti

Sfondamento dei cieli: Gurren Lagann

Con questa frase di notevole spessore si apre il primo episodio di “Sfondamento dei cieli Gurren Lagann” (titolo originale: Tengen toppa Gurren Lagann), uno degli anime mecha di maggior successo, reso disponibile in prima visione dall’innovativa Rai 4.

La serie composta da 27 episodi è stata una piacevole iniziativa da parte di una rete che sempre più si è dimostrata interessata a soddisfare una determinata utenza con prodotti di qualità.
Gli episodi della durate di 24 min. ciascuno hanno dato inizio agli anime di genere mecha presi in considerazione per iniziare questo ciclo di serie di animazione. Trasmessi settimanalmente dal 24 settembre 2009 in seconda serata, naturalmente senza alcun tipo di censura come Rai 4 e in particolare Carlo Freccero (direttore della rete) ci hanno abituato.

Prima di parlarvi della trama di questo anime vorrei premettere che chi vi parla non è un patito dei robottoni o il genere mecha in generale, però posso assicurarvi che Sfondamento dei cieli Gurren Lagann è un mix shonen, mecha, fantascienza, commedia, drammatico e in certi versi romantico come pochi potrete vederne, riuscendo a miscelare tutti questi attributi senza mai stonare, anzi raggiungendo un grado di flessibilità tale da renderlo un prodotto di gusto per qualsiasi tipo di spettatore.

Ma veniamo alla nostra storia. In un lontano futuro la popolazione mondiale è ridotta a pochi individui i quali vivono in villaggi sotterranei ignoranti dell’esistenza di persone al di fuori del villaggio di appartenenza o di un mondo al di fuori di esso. Essendo un villaggio sotterraneo hanno un importanza primaria gli scavatori, e si tratta proprio di uno di essi, il giovane Simon ad essere il protagonista della nostra storia. Insieme al suo compagno maggiore Kamina, desideroso di esplorare altri mondi al di fuori del proprio villaggio. Un giorno il soffitto del villaggio viene distrutto a causa dell’ingresso di un enorme robot a forma di faccia chiamato Gunmen, inseguito da una formosa ragazza di nome Yoko. Questo evento inaspettato si dimostra essere proprio ciò che Kamina aspettava da tutta la vita, spronando Simon a far uso del piccolo robot chiamato Lagann rinvenuto durante i suoi scavi e a sconfiggere il Gunmen avversario, facendosi breccia nel terreno sovrastante raggiungendo il cielo.

Con questo ha inizio la storia di questa serie, caratterizzata da uno sviluppo che si può definire esponenziale, infatti dal piccolo villagio iniziale i nostri eroi raggiungeranno vette superiori all’universo, con una crescita che per quanto veloce rimarrà idonea all’ambito creato.

La serie si può definire divisa in due parti, una prima parte ambientata sulla terra in opposizione a Lord Genome il quale ha segregato l’umanità nel sottosuolo, la seconda parte ambientata 7 anni dopo vedrà come avversario gli Anti-Spiral oppositori alla capacità evoluzionista degli essere viventi.

Per quanto in certi versi la serie raggiunga toni comico-demenziali, in altre occasioni si può definire che raggiunga caratteri filosofici. Infatti le tematiche affrontate sono molto più serie e profonde di quanto il suo aspetto superficiale lasci presagire.

Un enorme ruolo è racchiuso nell’importanza che ha la trivella, vista inizialmente come il semplice utensile per lo scavo ma che in realtà ha come significato il concetto di “spirale”, e la ciclicità che si evolve ad ogni rotazione senza limite al progresso che si può ottenere. L’anime è colmo di metafore relative alla trivella e alla spirale, viene considerata una spirale il DNA col quale sono creati tutti gli esseri viventi, oppure sono spirali le galassie che costituiscono l’universo.

—– ATTENZIONE ALLO SPOILER —–

Un altro tema fondamentale è il riferimento al non arrendersi mai, e al credere in se stessi, epica la frase di Kamina: “Se non vuoi credere in te stesso allora credi in me, perchè io credo in te!”, ripetuta innumerevoli volte per incoraggiare l’insicuro Simon e facendogli capire che è lui il vero eroe. Essendo Kamina considerato il protagonista della storia le sue frasi provocano scetticismo allo spettatore sino a quando Kamina morirà prematuramente lasciando le redini a Simon, facendo capire l’importanza delle sue precedenti espressioni.

——- FINE DELLO SPOILER ——-

Tengen toppa Gurren Lagann character design

Il character design è stato affidato a Atsushi Nishigori, mentre il mecha design a Yoh Yoshinari, infatti si può notare uno stile diverse tra il disegno dei personaggi e quello dei mecha, facendo raggiungere ognuno dei quali un livello artistico altissimo.

L’anime è quasi totalmente caratterizzato da colori brillanti e sgargianti, non mancano mai effetti di luce e di colori durante le trasformazioni dei mecha o durante gli attacchi più appariscenti. Grande impegno è stato applicato anche nell’aumento dello spessore del tratto nelle scene maggiormente cinetiche o di più effetto.

Grande cura è stata usata anche nel rendere attraenti i personaggi femminili, in primis Yoko che grazie alle sue forme abbondanti e scosciate è onnipresente nei podi delle classifiche dei personaggi femminili più attraenti di anime e manga.

Tengen toppa Gurren Lagann musiche

Le musiche di Taku Iwasaki variano dal genere rock al pop e anche rap. Di particolare effetto nei momenti di maggiore tensione, nei quali l’atmosfera dell’anime unita al contorno musicale riescono a convolgere lo spettatore emotivamente, una delle emozioni maggiormente trasmesse è la grinta, indimenticabile l’ultimo episodio.

Il doppiaggio italiano è eccellente, del resto è stata la Dynit ad occuparsene e il risultato non poteva che essere di qualità. Le voci sono state adeguatamente selezionate per affidare ad ogni personaggio quella ritenuta più consona, rendendo i personaggi carismatici e in grado di traferire emozioni allo spettatore.

In pratica Sfondamento dei cieli Gurren Lagann è un anime che racchiude tutte le consuetudini del genere mecha in maniera divertente e convolgente, contornata da tratti di genere differente, rendendo il prodotto adeguato a qualsiasi tipo di spettatore.

Sfondamento dei cieli: Gurren Lagann, 4.6 out of 5 based on 28 ratings

Autore: Gladius

Scritto da Gladius il nelle categorie: