• 0 Commenti

I cieli di Escaflowne

Allora visto che questa è la mia prima recensione la prima cosa che vi dico è di ricordarvi che le recensioni esprimono un parere del tutto personale (anche se cercherò di essere il più obbiettivo possibile sulla validità del prodotto) sull’opera quindi se qualche volta scriverò qualcosa che per voi è un’enorme boiata, pensate che io sono solo un fan di anime come voi e non un esperto e che i giudizi cambiano molto da persona a persona. Dopo questa precisazione inizierò la mia “carriera” parlando di uno degli anime che più interessano i fan in questo momento: I cieli di ESCAFLOWNE.

Senza dubbio uno delle VHS più attese del 98 (e le attese con la Dynamic si sa sono moooolto lunghe) anche per l’esperimento della first vision, che dopo il successo del first impact di EVA è stato riproposto con successo da Dynamic. La serie si compone di 26 episodi, (la prima VHS contiene 2 ep. al prezzo di 32.000 ma dalla seconda troveremo 3 ep. al prezzo di 39,900, sicuramente piu’ conveniente e magari vedremo anche la fine un po’ prima ^__^).

La confezione è ben curata e all’interno possiamo trovare la spiegazione di alcuni tarocchi (molto importanti nella serie) e una piccola descrizione dei personaggi.

Per quanto riguarda la storia l’inizio è un po’ scontato cioè si parte dalla solita ragazzina liceale teletrasportata in un mondo fantastico e misterioso.. ma andiamo con ordine: Hitomi Kanzaki frequenta il primo anno di scuola superiore sa leggere i tarocchi ed è molto brava nella corsa;è innamorata di uno dei suoi Senpai (docenti), Susumu Amano (un super corridere che corre i 100 metri in 10.64, potrbbe andare alle olimpiadi!!!!).

La ragazza ha spesso delle visioni di uno strano mondo che la turbano non poco. Proprio quando viene a sapere dell’ormai prossima partenza del suo senpai preferito e decide di confidargli il suo amore appare dal nulla un giovane ragazzo (protagonista delle sue visioni) il cui nome è Van Fanel, ma le sorprese non finiscon qui!!!! Dopo alcune parole con lo strano ragazzo Hitomi vede piombare davanti ai suoi occhi un grosso drago che inzia a combattere con Van, quando la situazione sembra compromessa, il ragazzo grazie anche all aiuto di Hitomi con un colpo di spada taglia in due il drago e ne estrae un oggetto (il dragon energy) una specie di gemma che era di cuore del drago. A questo punto mentre Van e Hitomi “discutono” (lui fa il superioire e lei lo prende a shiaffi) una luce li avvolge e li porta in un altro mondo, Gaia, quello delle visioni di Hitomi e da cui proviene Van anzi c’è di più il ragazzo e addiritura un principe e l’uccisione del drago era la prova da superare per diventare re.

I due vengono accolti nel castello di Fanalia con grandi festeggiamenti. Qui facciamo conoscienza con altri personaggi tra cui la ragazza-gatto Merle (innamorata di Van e molto divertente, almeno che non odiate le ragazze gatto) e Balgus maestro d’armi di Van, Hitomi si accorge che da Gaia è ben visibile la terra e Balgus le promette, visto che ha aiutato Van di far tutto il possibile per farla tornare a casa.

Proprio nel momento dell’incoronazione, il regno di Fanalia viene attaccato da delle strane creature che riescono a rendersi invisibili e che seminano il panico e la distruzione,la popolazione riesce a mettersi in salvo e Van porta Hitomi con se nel tempio dove evoca l’ESCAFLOWNE, una specie di robottone che assomiglia ad un golem, dopo aver infilato il dragon energy nell’ESCAFLOWNE, VAN riesce a manovrarlo (piu’ che manovrarlo lo indossa come un armatura) e si lancia nella battaglia. Solo il sacrificio di Balgus (Ehi! ma ha una spada piu’ grossa di quella di BERSERK!!!) lo salva dalla morte, alla vista di ciò Hitomi urla terrorizzata e i due sembrano teletrasportarsi al sicuro.

Questa è la storia dei primi 2 episodi ed è ancora presto per dare un giudizio sulla validità della trama anche se dopo il più classico degli inizi devo dire che la trama si complica e diventa interessante.

Cos’è lo strano ciondolo che indossa Hitomi e che sembra possedere strani poteri?

chi è il fratello di Van che viene da tutti considerato un traditore?

Chi e perchè ha attaccato e barbaramente distrutto il regno di Fanalia?

Se poi guardiamo Escaflowne dal punto di vista tecnico ci accorgiamo del motivo del suo successo le animazioni sono molto ben fatte con l’utilizzo anche della computer grafica (che può piacere come no, l’importante è secondo me usarla in modo da integrarla bene con i disegni e in Escaflowne questo è riuscito appieno) poi per quanto riguarda il character design ha me non piace troppo (non che Yuki non sia bravo ma secondo me disegna dei nasi troppo grossi, avete presente Cyrano!!!! che si notano soprattutto in alcuni primi piani) per le musiche invece niente da dire sono veramente eccezionali, orecchiabile la sigla di apertura, moooolto d’ambiente le musiche all’interno dell’anime, soprattutto quando c’è la prima battaglia dell ESCAFLOWNE.

La regia è un altro grosso punto a favore di Escaflowne e molto spesso è proprio la regia a distinguere un buon anime da uno ottimo.

In conclusione ho trovato Escaflowne una produzione sicuramente sopra la media che merita senza dubbio l’acquisto sperando che la storia mantenga le aspettative, bene o male ce l’hanno presentato come l’antagonista di EVA, ma forse così si pretende troppo…

Recensione di Dark “Emanuele” Schneider

I cieli di Escaflowne, 4.6 out of 5 based on 9 ratings

Autore: Pufferbacco

Scritto da Pufferbacco il nelle categorie: