• 3 Commenti

Ef A Tales Of Memories

L’anime “Ef – A Tales Of Memories” narra di due storie distinte, le quali si svolgono parallelamente fra di loro.

Durante la vigilia di Natale, Hirono Hiro, disegnatore di manga, fa visita ad una chiesa abbandonata, nella quale incontra una strana ragazza dai lunghi capelli corvini che dice di “stare aspettando qualcuno“.

Appena uscito dalla chiesa, un altra ragazza gli ruba la bicicletta. Hiro decide di seguirla per riprendersi la bici, ma una volta che raggiunge la ragazza, scopre che è stata coinvolta in un incidente. Inizia così l’incontro bizzarro fra Hiro e Miyako, la ragazza che aveva preso la bici. I due decidono, dopo essersi presentati, di passare la notte insieme.

Hiro, però, aveva promesso di passare la notte di Natale con una sua amica di infanzia, Kei Shindou. Così ha inizio quella che sembra una semplice storia da Shojo, ma che in realtà, di “semplice” ha ben poco.

Difatti, man mano che avanzeremo nella visione dell’anime, ci verranno svelati alcuni misteri sul passato di Miyako, e sul tipo di legame che corre fra Hiro e Kei.

Inoltre, nell’anime, apparirà anche Kyosuke Tsutsumi: un ragazzo appassionato di cinematografia che riprende casualmente Kei. Rimasto catturato da quest’ultima, deciderà di cercarla, per poi incontrarla, proprio mentre inizia a nascere una “rivalità” fra Kei e Miyako per ottenere l’amore di Hiro…


Renji Aso, ragazzo delle superiori, è solito recarsi in una ferrovia in disuso.

Proprio durante una di queste passeggiate solitarie, incontra, seduta alla stazione, Chihiro Shindou. Una ragazza con una vistosa benda sull’occhio. I due ragazzi inizio a familiarizzare, fino a creare una forte amicizia. Così che, poi, decidono di reincontrarsi anche il giorno dopo.

Tra i due ragazzi inizia a nascere un forte legame, che, come detto prima, si fortifica ogni giorno fino a quando, però, Chihiro confessa a Renji il suo segreto.

La ragazza, dopo un incidente avvenuto anni prima, ha perso l’occhio ed, inoltre, è stata affetta da un disturbo della memoria. Difatti, ogni tredici ore la sua memoria si “resetta” e lei non è in grado di ricordare ciò che è avvenuto fino a pochi minuti prima.

La memoria viene riportata fino al suo incidente stradale, diversi anni prima. Adesso, Chihiro, è costretta a scrivere tutto ciò che avviene in un diario, ed a rileggerlo ogni mattina. Quindi, per Chihiro, ogni giorno è “scollegato” da quello precedente, e quindi, lei incontra Renji come se fosse la prima volta, tutti i giorni.

Saputo questo, Renji riceve un duro colpo, ma decide comunque di rimanere con lei. Cosa accadrà a Renji ed a Chihiro lo scopriremo solo guardando l’anime…

Le due storie sembrano essere completamente scollegate fra di loro, fatta eccezione per Kei e Chihiro che sono gemelle, come lo si poteva intuire dal cognome.

Ef a tale of memories Colonna sonora

Musiche stupende, accompagnano un anime con una trama ricca di sorprese e di misteri, che terranno lo spettatore incollato allo schermo a domandarsi cosa sia successo anni prima, o addirittura minuti. Riescono, da sole, a farti capire il tono e l’atmosfera dell’anime.

Ef a tale of memories Disegni

Chara desing stupendo. Disegni curati molto bene, inoltre, le innumerevoli scene “astratte” accompagnano l’anime in tutto il suo splendore. Ogni singola scena è finalizzata ad enfatizzare il momento.

Finale a dir poco fantastico, come suggerisce il titolo, però, estremamente drammatico.

Passiamo alle considerazioni finali.

L’anime mi è piaciuto tantissimo, quello che si era presentato come un anime “banale” si è rivelato un anime stupendo, ed innovativo. Lo consiglio a tutti gli amanti del genere Shojo. Ma sopratutto agli amanti degli anime con forti tematiche, non è un anime da prendere alla leggera.

La serie è ben curata, le situazioni sono tutte pressapoco verosimili, con eccezzione di qualche scena.

Cosa che ho dimenticato di menzionare nella trama, è Yu Himura, un uomo che vive vicino alla chiesa in cui Hiro incontra Yuko [La ragazza in chiesa, quella dai capelli corvini]. Infatti Yu ripete le stesse parole di Yuko, ed i due sembrano collegati. Come di fatto verrà spiegato solo nel sequel “Ef -A Tales Of Melodies“. I personaggi, difatti, sono tutti collegati da un filo invisibile.

EF è adatto a tutti, anche agli amanti di altri generi, certo se volete combattimenti o incontri fra mecha, avete sbagliato anime, ovvio. Se mi chiedessero di dare un voto, darei un 10 senza pensarci due volte, ma obbiettivamente è un anime da 8 e mezzo, 9.

In conclusione non posso che riconsigliare, per l’ennesima volta, di vederlo, proprio perchè ne vale davvero la pena.

Ef A Tales Of Memories, 4.5 out of 5 based on 15 ratings

Autore: Inuchan

Scritto da Inuchan il nelle categorie: