• 11 Commenti

Anime: Novità serie animate giapponesi della Primavera 2012

E un’altra stagione è cominciata e assieme alla tiepida brezza primaverile arriva anche la nuova stagione animata giapponese. Il qui presente SK, come al solito, ha visionato la maggior parte delle serie che sono attualmente in corso, per darvi un’idea di cosa vedere! ^_-


Accel the World

Siamo in un futuro prossimo in cui sia a scuola che nella vita quotidiana le persone sono collegate in rete tramite un collarino che aumenta la percezione della realtà.
Haruyuki Arita è un ragazzo cicciottello che viene bullato a scuola. Il suo unico sfogo è un gioco di Squash nel mondo digitale, ma un giorno scopre che anche in quello non è il migliore, visto che qualcuno ha battuto il suo record. Quel qualcuno è Kuroyukihime, la “principessa” della scuola, che in una connessione privata gli fa installare un programma chiamato Burst Link, che serve ad accelerare la realtà di un migliaio di volte circa.
Questo programma però ha anche dei difetti, infatti è in definitiva un gioco di combattimenti in cui si vincono e perdono gli Accel Point. Una volta persi gli Accel Point non si può più accelerare e il gioco si disinstalla automaticamente. Sembra che Kuro voglia che Haru le dia una mano per un qualche scopo ben preciso.

La cosa più oscena è proprio il protagonista, volutamente disegnato con un chardes diverso da tutti gli altri. Non si tratta di una cosa comica, come le trasfigurazioni di Tomoki di Sora no Otoshimono! O_O
Lui è proprio così cesso e sgraziato, incarnando i tipici tratti da otaku gamer! -_-

Bellissima e ritmata la opening cantata da May’n, anche la ending è figa al contrario delle solite ending.

Cosa mi è piaciuto: i combattimenti e la fighetta!
Cosa non mi è piaciuto: il protagonista SD! -_-

Voto: 6,6 – Una serie carina nonostante il protagonista osceno… riuscirò a sopportarlo per altri 22 episodi? Chi lo sa.

Consigliato agli amanti delle serie sci-fi e di combattimento.

Probabilmente continuerò a seguirlo.


Acchi Kocchi

Serie slice of life scolastica piena di gag con protagonisti Io Otonashi e Tsumiki Miniwa, una ragazza un po’ timida e innamorata di lui. Completano il cast Hime Haruno,  una ragazza un po’ sbadata, Mayoi Katase, esperta di elettronica e riparatutto e Sakaki Inui, l’amico. Aggiungiamo una professoressa imbranata e altri personaggi che si aggiungeranno al cast base nei prossimi episodi.

Serie a livelli di carineria così alti da essere quasi letali e nocivi per la salute. Tra le gag e le carinerie i denti soffrono di uso prolungato e carie!!! XD
Le gag sono brevi e ben suddivise, riuscendo a non annoiare lo spettatore (come ha invece fatto Kill me Baby! -_-;;; ). Da vedere per capire cosa intendo.

La sigla iniziale è divertentissima e meravigliosa, dando subito l’idea di cosa ci si debba aspettare, mentre la ending un po’ più tranquilla.

Cosa mi è piaciuto: chardes e carineria!
Cosa non mi è piaciuto: nulla in particolare

Voto: 7 – Una serie che tra carineria e lieve intreccio romantico è un vero colpo al cuore.

Consigliato agli amanti delle serie piene di gag.

Sicuramente continuerò a seguirlo.


AKB0048

Serie fantascientifica su un gruppo di idol realmente esistenti.

Orine, Yuuka e Nagisa vivono su un problema che ha bannato le idol e qualsiasi altra forma d’intrattenimento, ma nonostante tutto partecipano a un concerto clandestino delle AKB0048, un gruppo di idol che vaga nello spazio facendo concerti, anche in posti dove il governo contrasta il canto. Quattro anni dopo le ragazze sognano ancora di diventare membri delle AKB e per questo si iscrivono a una preselezione. Tutte e tre passeranno la preselezione e verranno invitate al provino che si terrà su un altro pianeta o nello spazio.

Cominciamo l’assurda base di un pianeta/governo che metta al bando l’intrattenimento! O_O;;;;;;;;;

Ma siamo pazzi? Comunque questo primo episodio mi ha ricordato altre serie dirette da Kawamori, come Macross Frontier e Basquash! XD

Riusciranno le tre ragazze a diventare idol? Che fine ha fatto la quarta amica che ha visto il concerto assieme a loro? ?_?

Niente sigla iniziale e finale vera e propria…

Cosa mi è piaciuto: le bici futuristiche! XD
Cosa non mi è piaciuto: il governo! XD

Voto: 6,5 – Serie fantascientifica e soprattutto di idol.

Consigliato a chi ama le serie di idol e piene di canzoni!

Probabilmente continuerò a seguirlo.


Eureka Seven AO

Seguito di Eureka Seven.

Ao Fukai è un tredicenne il cui babbo e mamma risultano dispersi e attualmente vive su un isola al largo del Giappone con un vecchio dottore chiamato Toshio. Una sera, mentre si reca in una forsesta assieme alla sua amica Naru Arata per recuperare un bradipo, finisce coinvolto in un incidente con lo Scub coral, che ben presto coinvolgerà tutta l’isola a causa dell’apparizione dei G-Monster.

La serie inizia davvero bene, seguendo il primo capitolo del manga omonimo. Ottimo chardes come sempre e animazioni favolose. Poca CG e cmq ben amalgamata. Purtroppo Eureka vuole sempre un po’ di tempo per partire in quarta, a causa dei tanti misteri che coinvolgono la serie. Per il momento fa molto sperare!

Bellissima la sigla iniziale con una sigla finale molto carina.

Cosa mi è piaciuto: il trapar c’è ancora e anche le bellissime musiche! XD
Cosa non mi è piaciuto: il bradipo e che non hanno fatto ben capire l’assetto geopolitico… cmq si spera che in futuro lo facciano.

Voto: 7,8 – Ottima serie sci-fi robotica!

Consigliato a chi ama le serie sci-fi robotiche e ovviamente a chi ha seguito e amato Eureka Seven.

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Fate / Zero S2

Seconda parte di Fate / Zero.
Si riprende di nuovo da dove c’eravamo fermati. Lo scontro sull’argine del fiume continua, i vari Servant cercando di ammazzare il polipone cthulhuniano che continua a rigenerarsi, non importa quanti danni gli facciano. Ghilghamesh al solito se la tira come un divo. Berserk prende il controllo di un caccia jappo e si lancia in una sfida aerea contro Ghil, mentre gli altri Servant continuano a combattere, stremati. Per saltare il fosso, Kiritsugu Emiya cecchineggia il Master di Caster.

Azione al fulmicotone nella seconda parte di Fate / Zero. Non c’è molto da dire. Animazioni a livelli sempre molto alti con ottimi contenuti. CG ben amalgamata.

La sigla iniziale cantata da Kalafina è fantastica, mentre la sigla finale è più lenta, ma mantiene una certa epicità.

Cosa mi è piaciuto: TUTTO!
Cosa non mi è piaciuto: che Ghil se la tira sempre troppo! XD

Voto: 8 – Epico e stiloso! Da vedere.

Consigliato ai fan di Fate e ovviamente chi ha seguito la prima serie.

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Gakkatsu!

Serie demenziale in stile Super Deformed riguardo a delle discussioni che vengono tenute in una classe durante l’ora di studio autonomo dalla capoclasse. Gli episodi durano cinque minuti.

Al primo episodio si parla di cosa sia quella specie di gobba che esce verso l’esterno all’altezza del polso e si cerca di scoprire come si chiami o darle un nome! XD

La opening è un breve pezzo rockettato!

Cosa mi è piaciuto: la demenzialità!
Cosa non mi è piaciuto: nulla in particolare.

Voto: 6 – Ennesima serie demenziale disegnata in SD e animata in flash! XD

Consigliato agli amanti delle serie demenziali dalla breve durata.

Probabilmente continuerò a seguirlo.


Gon

Gon un piccolo dinosauro (ma lo sarà realmente?) finisce in una foresta dove in poco tempo mostrerà a tutti chi è il più forte.

Oddio, m’aspettavo una serie di corti, invece hanno allungato il tutto facendo parlare gli animali e rovinando completamente la simpatia del manga omonimo. -_-

Le sigle sono troppo da mocciosi! XD

Cosa mi è piaciuto: la grafica non è male.
Cosa non mi è piaciuto: tutto il resto! XD

Voto: 5 – Una serie per bimbi.

Consigliato ad un pubblico molto giovane.

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Haiyore! Nyaruko-san

Adattamento della nota light novel omonima.

Mahiro Yasaka viene preso di mira da degli alieni appartenenti a un’organizzazione malvagia. A salvarlo da morte certa, se non peggio, arriva una splendida ragazza dai capelli argentei. La sua vera identità è Nyarlathotep, il Caos Strisciante, una delle divinità cthulhuniane. La ragazza spiega di essere un’aliena del pianeta Nyarlathotep e che la sua missione è proprio di proteggere il ragazzo, di cui in seguito si dichiarerà innamorata. Tra gag, battute e combattimenti sanguinosi, la vita di tutti i giorni prosegue.

Dopo un paio di stagioni di mini epi a gag animati in flash, finalmente si sono decisi ad animare questa serie come si deve. Già il primo episodio mi ha steso con i riferimenti da otaku a Gundam, Pokemon e al gioco di ruolo di Cthulhu! XD
“Solo il guardarmi ti farebbe perdere 30 punti sanità!” Che risate! XD
Ora aspettiamo che il cast si completi e di goderci belle battute e scenette in questa love comedy demenziale! ^_-

Bella sia la sigla iniziale che quella finale.

Cosa mi è piaciuto: che finalmente hanno animato come si deve questa serie e i riferimenti al gdr!
Cosa non mi è piaciuto: niente in particolare.

Voto: 7,7 – Soprattutto i fan di Lovecraft meno bacchettoni, potranno apprezzare questa serie, soprattutto se hanno giocato al gdr e hanno un’infarinatura sui mostri, oggetti e le regole.

Consigliato a chi ha seguito le serie superdeformed in flash e ai fan di Cthulhu!

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Hiiro no Kakera

Tratto da una visual novel per PS2/NDS/PSP.

Tamaki Kasuga si trasferisce in un piccolo paesino sulle montagne, dove attualmente dimora sua nonna. La giovane però non sa che è stata la nonna a farla venire perché dovrà prendere il suo posto come principessa, ereditando dalla nonna e dai suoi antenati delle capacità spirituali per calmare gli dei/spiriti/demoni. Come suoi protettori verranno messi quattro giovani ed un adulto, ognuno con poteri e capacità speciali.

Tipica serie dove c’è una tipa e cinque bishonen, dove la tipa col tempo si affeziona a tutti e non riesce a scegliere con chi provarci! XD
L’elemento soprannaturale è lo zucchero per far ingoiare la pillola. Buone animazioni per il primo episodio.

Non ricordo ci fossero sigle nella versione che ho visionato.

Cosa mi è piaciuto: il soprannaturale.
Cosa non mi è piaciuto: i cinque bishonen con i caratteri stereotipati.

Voto: 5 – Serie per ragazzine con un pizzico di soprannaturale.

Consigliato alle ragazzine! XD

DROP!


Hyouka

Oreki Hotaro non ha mai fatto parte di un club, è un ragazzo sciallo, che prende la vita secondo il suo motto “Se non sono costretto a farlo, non lo faccio! E se devo proprio farlo, almeno cerco di fare alla svelta!” e cercando di vivere una vita grigia e priva di turbamenti, nel bene e nel male. Purtroppo al primo anno delle superiori è costretto dalla sorella maggiore a entrare nel Club di Letteratura Classica, per non far scomparire il club. Una volta sul posto incontrerà nella sede Chitanda Eru, una giovane signorina appena entrata anche lei nel club e a causa di una piccola coincidenza, i due finiranno per indagare sul mistero di come mai lei sia entrata nell’aula aperta, mentre Houtarou l’ha trovata chiusa al suo arrivo.

Non ho ancora ben capito da dove derivino tutte le assurde visioni che sperimenta Houtarou in questo episodio, e mi rimanda a un’altra serie di questa stagione dove il protagonista ha esperienze simili, ovvero Tsuritama. Animazioni bellissime e chardes alla K-On! grazie a KyoAni!

Bella la sigla iniziale, mentre non è presente la sigla finale.

Cosa mi è piaciuto: le animazioni e le visioni!
Cosa non mi è piaciuto: che il protagonista almeno per ora mi fa venire la depressione. XD

Voto : 7 – Serie scolastica carina, su piccole indagini e amicizie tra i banchi di scuola.

Consigliato ai fan di KyoAni e delle serie scolastiche!

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Jormungand

Adattamento dell’omonimo manga.

Protagonista di questa serie è Koko Hekmatyar, una giovane mercante d’armi, che ha da poco assoldato Jonah, un giovane ragazzo soldato nella sua squadra che ora consta di 9 elementi. Per farlo conoscere agli altri, come rito di passaggio nella squadra, il ragazzo parteciperà alla sua prima missione col gruppo, dimostrando le sue ottime qualità da battaglia. Il ragazzo però è un paradosso vivente, infatti odia le armi, chi le ha inventate, chi le ha create, chi le usa e chi le vende. Koko promette che stando assieme a lei, saprà insegnarli a sopportare e forse anche ad amare le armi.

Peculiari personalità all’interno del gruppo, tra i quali una tipa con una benda all’occhio infatuata di Koko, un soldato di ventura di lunga data e chissà che altro avrà in serbo per noi questa squadra di mercenari ben addestrata. Belle le poche gag, tanta azione e una coppia di protagonisti assurda, una pazza simpaticona e un asociale kuudere, immersi in un mare di proiettili e spargimenti di sangue! Black Lagoon ed Hellsing… ecco a cos’ho pensato mentre vedevo il primo episodio. Koko mi ha parzialmente portato in mente la forte personalità di Integra, unita alla completa follia di Revy! XD
E’ già stata annunciata la seconda serie per Ottobre.

Bellissima la sigla iniziale di Mami Kawada, mentre la sigla finale  è una illustrazione statica che man mano passa al bianco e nero, con una canzoncina triste e lenta.

Cosa mi è piaciuto: le poche gag, l’azione, i personaggi!
Cosa non mi è piaciuto: la ending.

Voto: 8 – Un action con pg fuori dagli schemi assolutamente da seguire.

Consigliato a chi ama il genere action, gli anime alla Black Lagoon con pg folli e tante sparatorie!

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Kimi to Boku 2

Seconda serie per questo slice of life scolastico.

Yuki, Yuta, Shun e Kaname sono amici di vecchia data e si conoscono sin dalle elementari. Ora frequentano la seconda superiore e nel loro gruppetto si è inserito anche Chizuru, un giovane studente ritornato in Giappone dalla Germania.

La serie gira su diverse situazioni di vita scolastica e sentimentale e l’atmosfera non è cambiata dalla prima stagione. C’è molto fancazzismo solo sporadiche trame romantiche.

Le sigle sono orripilanti, nulla in confronto alla bellissima prima opening.

Cosa mi è piaciuto: il fancazzismo.
Cosa non mi è piaciuto: le sigle! >_>

Voto: 6 – Chi ama gli slice of life scolastici e ha seguito la prima serie sicuramente apprezzerà questa seconda.

Consigliato a chi ha seguito la prima serie e ama gli anime slice of life scolastici.

Continuerò a seguirlo.


Kore wa Zombie Desu ka? Of the Dead

Seconda serie di KoreZombie.

Ayumu Aikawa dopo aver concluso lo scontro con Gaia nella prima serie, si ritrova ancora nella sua vita di tutti i giorni assieme a Eucliwood Hellscythe la necromante, Haruna la Masou Shojo e Seraphim la vampira ninja. A scuola però incontra in infermeria una strana ragazza con un vestito bianco da gothic lolita. Nonostante tutto, un Megalo appare nella scuola, portando caos e distruzione e a malincuore il ragazzo è costretto a trasformarsi in Masou Shojo sotto gli occhi di tutti… purtroppo a complicare le cose la magica motosega Mistletein si rompe prima di poter lanciare l’incantesimo per cancellare i ricordi di tutti… a fine episodio Sarasvati (altra vampira ninja) sembra innamorata persa dalle chiappette di Ayumu.

Si torna sempre col botto e il formato non si cambia. L’harem si allarga ancora con Sarasvati e la nuova lolita Chris… ma chi sarà veramente?
Sembra proprio che non siano passati mesi dall’ultimo episodio e la comicità demenziale e delirante è ancora a livelli altissimi. Carino il preview con Eu coi due doppiaggi! XD

Bella la opening ad alta tensione, così così la ending per musiche.

Cosa mi è piaciuto: che è tornato lo zombie deviato! XD
Cosa non mi è piaciuto: nulla in particolare.

Voto: 7,5 – E’  tornato lo zombie masou shojo! Non potete mica ignorarlo! XD

Consigliato a chi ha visto la prima serie e chi ama le serie demenziali con elementi horror.

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Kuroko’s Basketball

Serie sportiva sul basket che ha come protagonisti Taiga Kagami, un ragazzone di due metri appena rientrato dagli USA, e Tetsuya Kuroko, un ragazzo che non ha molta presenza ed è quasi invisibile, proveniente dalla Generazione dei Miracoli, una squadra composta da sei geni, ognuno con le sue peculiarità. La capacità di Kuroko è sfruttare la sua quasi invisibilità per fare passaggi ben piazzati alla sua squadra. Sebbene il ragazzo sia un ottimo playmaker è decisamente un pessimo giocatore, non riuscendo ad imbroccare neppure una volta il canestro! XD
Taiga decide di sconfiggere ogni squadra di cui attualmente fanno parte gli altri cinque della Generazione dei Miracoli e Kuroko decide di dargli una mano.

Carine le basi su cui è fondata la serie, anche se Kuroko potrebbero anche farlo meno schiappa. Certo, così è più divertente e magari possono fargli imbroccare un canestro quando nessuno se l’aspetta. Ora ci tocca vedere che sanno fare gli altri 5 excompagni di squadra di Kuroko.

Fantastica opening dei Granrodeo, mentre la ending è un motivetto carino con immagini dei protagonisti su sfondi cittadini e scenette stupide.

Cosa mi è piaciuto: il basket!
Cosa non mi è piaciuto: che Kuroko non ne azzecca una.

Voto: 7 – Serie sportiva… ogni tanto ce ne vuole una e quale sport meglio del basket?

Consigliato a chi ama le serie sportive, il basket e i bishonen!

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Kuromajo-san ga Tooru

Chiyoko Kurotori è una ragazza come tante, che ha una leggera passione per l’occulto. Un giorno mentre cercava d’invocare Cupido (la pratica dell’ooja che di solito in jap richiama Kokkuri-san o Cupid) per delle amiche, a causa del raffreddore invoca Gyubid, una strega esperta di magia nera che se vuol tornare nel mondo delle tenebre dovrà trasformare Chiyo in una perfetta strega capace di usare la magia nera.

E’ una serie molto infantile per ragazzine a ragazzini di stampo comico/demenziale. L’episodio dura 7 minuti ed è animato in maniera davvero economica ed elementare.

Voglio dimenticare la sigla e le animazioni.

Cosa mi è piaciuto: la demenza di come è stata evocata Gyubid.
Cosa non mi è piaciuto: le animazioni! -_-

Voto: 4 – Sebbene il tema dell’occulto sia carino e utilissimo in serie comiche (come già Zombie dimostra) la serie è troppo infantile.

Consigliato a un pubblico moooooolto giovane!

Drop!


Lupin III – Una donna chiamata Fujiko Mine

Sensualissima serie che nel primo episodio riassume il primo incontro tra il grande Lupin III e la prorompente Fujiko Mine. Entrambi interessati a una formula di una particolare droga attraverso cui un vecchio chimico è riuscito a tirar su un culto religioso. I due si incontrano sull’isola del culto e si sfidano a chi dei due riuscirà a rubare la formula per primo.

Davvero bella questa serie incentrata sulla figura di Fujiko, l’eterna partner e nemica di Lupin III. Animata e con un chardes molto particolare, sicuramente non deluderà le aspettative dei fan di vecchia data.
All’inizio è un po’ difficile riuscire a farselo piacere, soprattutto appena compare Lupin per intero, con la testa ripresa da un angolatura assurda che quasi lo fa sembrare deforme! XD 
Per ovviare alla assurda giovinezza di Fujiko si è scelto di cambiare doppiatrice.

La opening è una sensualissima melodia con artistiche scene di nudo in bianco e nero della bella protagonista, mentre la voce della precedente doppiatrice di Fujiko (Eiko Masuyama) cerca di sviscerare la psicologia della bella ladra, della sua vita dedita al furto e alla sensualità. La ending, sempre molto sensuale, ha solo un paio di immagini che mi han fatto pensare che fossero disegnate da Sadamoto.

Cosa mi è piaciuto: TUTTO! XD
Cosa non mi è piaciuto: Oscar, il bishonen al soldo di Zenigata! XD

Voto: 8 - Una serie imperdibile per tutti i fan o per chi apprezza regia e animazioni fuori dall’ordinario.

Consigliato a tutti, soprattutto i fan di Lupin!

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Medaka Box

Medaka Kurokami al primo anno dell’Isituto Hakoniwa si candida e vince l’elezione per Presidente del Consiglio Studentesco con uno spettacolare 98% di voti. Medaka è una ragazza perfetta, sensazionale, che riesce in tutto e che non ha mai trovato nulla nella vita di troppo difficile. Zenkichi Hitoyoshi, suo amico d’infanzia, inizialmente è restio a entrare nel Consiglio Studentesco, soprattutto per via della scatola dei suggerimenti, in cui Medaka ha chiesto a tutti di infilare tutti i loro problemi, le loro preoccupazioni in modo che il Consiglio Studentesco possa risolvere tutto.

Ottima animazione e perfetta regia rispetto al manga, riuscendo a sintetizzare perfettamente il primo capitolo del manga. Francamente spero però che sintetizzino parecchio gli episodi intermedi e arrivino subito agli scontri interessanti e alla prima saghetta della serie, visto che non si sa ancora quanto sarà lunga.

Le sigla iniziale è davvero carina, anche se il video della ending.

Cosa mi è piaciuto: Zenkichi e i suoi “Ka!” e Medaka che dà del “kisama” a tutti i normali studenti!
Cosa non mi è piaciuto: che ci sono un sacco di cartelli!

Voto: 7,7 – Dalla mente di Nisioisin vediamo questa serie animata dallo studio Gainax.

Consigliato a tutti! XD

Sicuramente continuerò a seguirlo!


NarutoSD: Rock Lee no Seishun Full-Power Ninden

Serie SuperDeformed con protagonista Rock Lee, il divertentissimo ninja che sa usare solo il taijutsu, ovvero le tecniche di combattimento corpo a corpo.

La serie è composta di diverse storielle e gag demenziali.

E’ una roba solo per mocciosi, non m’ha fatto ridere neppure lontanamente! ^^;;;;

Belle le sigle, soprattutto la opening cantata da Hironobu Kageyama, quasi sprecata per una fessata simile! -_-;;;;

Cosa mi è piaciuto: le sigle! XD
Cosa non mi è piaciuto: tutto il resto!

Voto: 4 – La comicità è troppo elementare e a livello terraterra per riuscire a far ridere. -_-

Consigliato a un pubblico molto giovane o ai fan di Naruto che si sorbiscono persino i filler.

DROP


Natsuiro Kiseki

Natsumi, Yuka, Saki e Rinko sono amiche da tanto tempo e da sempre credono che una roccia situata al tempio della loro città, se toccata da quattro amiche che esprimono lo stesso desiderio allo stesso tempo, abbia il potere di avverare i desideri. Saki purtroppo sembra che si sposterà con tutta la famiglia a Tokyo a breve e cerca di fare la distaccata con le amiche, litigando persino con Natsumi, a cui aveva promesso di puntare assieme
a lei ai nazionali di tennis di coppia. Cercando di farle riappacificare, le altre due amiche con una scusa le chiamano alla roccia e per caso le quattro pensano allo stesso tempo, osservando il cielo azzurro, che vorrebbero volare in cielo e la roccia le esaudisce.

Tipica storia di amicizia tra ragazze che vogliono diventare idol. ^^;;;;
Certo, meglio di una serie con un triangolo di ragazzi che giocano a karta! XD
Animazioni ed espressioni molto moe!

Carina la opening e anche la ending, che immagino cambierà di episodio in episodio, visto che l’idea è che le ragazze vogliono diventare idol…

Cosa mi è piaciuto: il chardes, la pietra!
Cosa non mi è piaciuto: le solite menate col cliché dell’amica che fa la tsundere perché deve partire!

Voto: 6 – Senza infamia e senza lode, la storia di un’amicizia e di un miracolo estivo.

Consigliato a tutti gli amanti di serie moe scolastiche!

Drop!


Nazo no Kanojo X

Akira Tsubaki è un normale liceale che si fa domande sul sesso, un po’ come tutti gli adolescenti. Un giorno nella sua classe si trasferisce Mikoto Urabe, una ragazza strana dalla frangia foltissima che le nasconde gli occhi e che sembra essere completamente asociale. Oltre a non legare con la classe, finisce per farsi appioppare l’appellativo di “stramba” proprio a causa del suo comportamento inusuale: dorme appena c’è una pausa tra un’ora e un’altra, e un giorno scoppiando in una risata sguaiata interruppe una lezione. Un pomeriggio, tornato in classe per aver dimenticato qualcosa, Akira nota che Mikoto è ancora in classe e la sveglia, fissandola per la prima volta negli occhi. Lasciando un piccolo laghetto di saliva sul suo banco, la ragazza constata che è tardi e se ne va, mentre il ragazzo per qualche strano motivo decide di assaporare la saliva della compagna. Qualche giorno dopo Akira si sente male e resta a casa con la febbre per diversi giorni, finché Mikoto non lo va a trovare e dopo avergli fatto ingoiare altra saliva gli spiega che probabilmente il suo è un disturbo causato proprio dall’assuefazione alla saliva della ragazza che ama. A questo punto i due iniziano un legame stranissimo, con scambi di saliva da parte della ragazza, per poi sfociare in una coraggiosa dichiarazione del ragazzo, che dopo aver capito di essersi davvero innamorato di lei, le chiede di diventare la sua ragazza. La giovane acconsente chiedendo solo ad Akira di dimostrarle in modo particolare che la ama davvero. Dopo averci pensato su il ragazzo sfila dal portafogli una foto di una ragazza delle medie di cui era innamorato e la strappa, dichiarando nuovamente le sue intenzioni serie. Urabe a questo punto vomita qualche litro di bava e ammette che le succede solo quando è molto felice. Da domani sarà la sua fidanzata.

Il punto forte di questo anime non è quasi per niente l’animazione, che alla lunga non ti fa proprio credere sia una serie recente, ma quasi una serie di almeno 15 annetti fa, ma è proprio la stranezza dei suoi personaggi e il modo in cui è sbocciato il loro mutuo amore. Di certo una storia simile merita di essere vista anche se non ha delle animazioni e un chardes da capogiro, soprattutto nel primo episodio.

Bella la sigla iniziale, mentre la sigla finale è lenta ma ben ritmata e melodica.

Cosa mi è piaciuto: l’assurdità della fidanzata miseriosa X! Sarà un’aliena?
Cosa non mi è piaciuto: la scena dei litri di bava! XDDDDDD

Voto: 7,3 – Una commedia romantica e strana con tanti misteri che immagino sapranno intrattenere gli spettatori.

Consigliato agli amanti delle serie con storie e personaggi assurdi alla base.

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Ozma

Miniserie di Leiji Matsumoto.

In un futuro molto distante, l’elevata irradiazione solare ha cambiato l’ambiente terrestre, riducendo il nostro pianeta blu in un immenso deserto. Protagonisti di questa serie sono Sam, un giovane membro dei pirati Bardos e Maya, una giovane donna che il ragazzo salva dalle grinfie di Theseus, l’associazione fondata dagli Ideal Children, degli uomini geneticamente creati, che nascono per clonazione. Maya nasconde un grande segreto e Sam ha tutta l’intenzione di tenerla al sicuro, fino ad attirare sul suo gruppo le ire di Gido,  uno dei generali di Theseus che sta cercando Maya, a bordo di sottomarini che sono dotati di strumenti fantascientifici per creare uno spazio a fase alternata attorno alla nave, in modo da poter navigare nel mare di sabbia che altrimenti sarebbe compatto.

Una serie di fantascienza un po’ triste e deprimente. COME HANNO FATTO A RIDURRE COSI’ LA NOSTRA BELLISSIMA TERRA?
Vabbé, lasciamo stare, ma perché il protagonista è così maledettamente fissato per questa Maya? Amore, qualche sentimento platonico oppure puro e semplice mezzo registico?

Bellissima la sigla iniziale, sebbene il video non sia certo accattivante, mentre come al solito lenta la sigla finale.

Cosa mi è piaciuto: la opening!
Cosa non mi è piaciuto: l’assurdità del tutto, senza contare la fissa del giovane protagonista per Maya.

Voto : 6 – Decisamente carina da vedere come serie di fantascienza futuristica, ma alcune parti sono davvero noiose e gli sviluppi poco avvincenti.

Consigliato a chi ama Leiji Matsumoto o le serie sci-fi brevi!

Unica serie breve che è già terminata.


Polar Bear Cafe

In un mondo in cui gli animali hanno case e parlano il linguaggio umano, un giovane e svogliato panda, spinto dalla madre si mette alla ricerca di un lavoro. Nel suo girovagare finisce al Caffé dell’Orso Polare, appunto un bar gestito da un orso polare. Il panda tenta di venire assunto al bar, ma purtroppo fallisce. Troverà un posto fantastico… come panda allo zoo! XD

Assurdo e divertente commedia con frecciate sulla società interpretata da simpatici animali parlanti.

Carina la opening e soprattutto la ending fatta con le pedine dell’otello/reversi.

Cosa mi è piaciuto: gli animali!
Cosa non mi è piaciuto: che è uno slice of life con animali. ^^;;;;

Voto: 6,5 – Comicità e ironia con simpatici animali a grandezza naturale! XD

Consigliato a chi ama gli animali e le storie strane.

DROP!


Queen’s Blade: Rebellion

Terza serie di Queen’s Blade.

Dopo il 30° QB, Claudette è divenuta regina. Come prime risoluzioni ha abolito l’aristocrazia e il suo regno è divenuto una dittatura di potere, chiudendo persino il Queen’s Blade. Annelotte, una giovane principessa di un regno del nord distrutto dalla ferocia delle truppe della nuova regina, ha intenzione di guidare una ribellione contro la tiranna.

In questo episodio vediamo Ymir come attendente e stratega di Claudette ed Elina come cacciatrice al servizio della sorella maggiore. Inutile dire che si tratta del proseguimento della storia iniziata negli OAV, con la principessa Annelotte e Shigi, l’inquisitrice. Mazzate, tette e pose indecenti. Aggiungiamoci anche la figona bionica (che mancava nelle serie precedenti) e otteniamo la perfezione! XD

Mazzate e tette, che altro volevate vedere?

Meravigliosa sigla iniziale, mentre la sigla finale è bella e piena di spoiler dalla testa ai piedi! XD

Cosa mi è piaciuto: le tette e le pose indecenti!
Cosa non mi è piaciuto: troppe poche tette e pose indecenti! XD

Voto: 7 – Queen’s Tette è tornato!

Consigliato ai fan di tette&culi e Queen’s Blade.

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Recorder to Randsell Re

Seguito di Recorder to Randsell Do.

Atsushi e Atsuhi Miyagawa sono fratello e sorella. La cosa strana è che lui ha 11 anni e un corpo da trentenne, mentre lei 17 e un corpo da bambina. Completano il cast un amico d’infanzia fancazzista che finisce sempre per farsi licenziare, l’amica di Atsuhi che s’è innamorata di Atsushi e ovviamente non ha idea che sia fratello di Atsuhi e che abbia 11 anni, la tettuta maestra dell’elementare di Atsushi che finisce sempre in situazioni imbarazzanti a causa dell’alunno speciale.

La serie si incentra sui malintesi della vita di questo bishonen col cervello di un bambinetto e il corpo di un trentenne. E’ una serie godibile, soprattutto perché dura 5 minuti, quindi non ti da il tempo di scocciarti.

Preferivo la prima sigla, ma questa comunque non è male.

Cosa mi è piaciuto: la brevità degli epi!
Cosa non mi è piaciuto: che gioca bene sui soliti 2-3 tormentoni senza scocciare. XD

Voto: 6 – Consigliato a tutti, tanto dura poco, quindi non fatevi problemi e fatevi 2 risatine.

Continuerò a seguirlo.


Saint Seiya Omega

Seguito NON ufficiale di Saint Seiya e prima serie TV dopo 25 anni.

Marte ha intenzione di rapire Saori/Atena e soggiogare così il mondo, ma a contrastarlo appare Seiya con la splendida armatura del Sagittario (e una fottuta sciarpetta con doppiopetto kitch)! Dopo un lungo salto temporale di una dozzina d’anni, Kouga, il neonato che si trovava assieme a Saori quando è stata attaccata da Marte, si sta allenando con Shaina per diventare cavaliere, nonosante il ragazzo sembri recalcitrante all’idea. Alla fine appare nuovamente Marte, che ha lanciato una maledizione su Atena e sta per portarla via, quando il giovane risveglia il suo cosmo e da un pendaglio donatogli da Saori poco prima, si sprigiona l’armatura di Pegaso, che lo avvolge e gli presta consiglio con la voce del precedente proprietario, Seiya, che lo sprona a bruciare e far esplodere il proprio cosmo e combattere per Atena.

Come ho già detto… il chardes e la regia alla Casshern Sins (Seiya ha lo stesso doppiatore della serie originale e di Chasshern tra l’altro, che è quel mito dello storico doppiatore di Amuro Ray, protagonista di Mobile Suit Gundam) mi gustano (una prece al defunto maestro Araki) mentre non ho apprezzato molto il doppiopetto con sciarpina e la trasformazione col cristallo d’argento di sailor moon! O_O;;;;
Marte inoltre è RIDICOLO, quasi un Digimon! O_O
Una specie di busto a galassia con gambe, braccia e il pennacchio di fuoco in testa! O_O AIUTO! ARRIVANO I CARRAMBA!!! In certi momenti m’è sembrato quasi fosse un epi di Doremì, soprattutto la parte di Kouga neonato! XD

Pegasus Fantasy Omega, BELLISSIMA OPENING, rivisitazione della prima sigla originale Pegasus Fantasy. Ottima sia a lvl audio che video! Per questo epi niente ending… ci sarà o fanno come OP?

Cosa mi è piaciuto: la opening, le mazzate, l’animazione/chardes alla Casshern Sins.
Cosa non mi è piaciuto: la truzzaggine, la frufruaggine  della trasformazione col cristallo del cuore, il fatto che hanno seccato ”per ora” Seiya! XD

Voto: 7,3 – Coinvolgente inizio seppur a mio avviso ridicolo!

Consigliato ai fan delle truzzate, dei CdZ e delle mahou/masou shojo.

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Sakamichi no Apollon

Kaoru Nishimi, un secchione ricco, si trasferisce nel Kyushu, ma subito soffre dei soliti postumi da trasferimento. Gli sguardi e le frasi che gli altri dicono in sua presenza gli danno fastidio, e basta poco per fargli perdere l’equilibrio e fargli venire la nausea. Solo una cosa riesce a farlo stare meglio, prendere aria sul terrazzo. Qui incontra Sentaro Kawabuchi, un ragazzone grande e grosso, teppista e piantagrane. Inizialmente il rapporto tra i due è strano, ma grazie anche a Ritsuko Mukae, compagna di classe di entrambi e amica d’infanzia di Sentaro, i due troveranno un punto in comune, la musica. Kaoru infatti non riesce a togliersi di testa il ritmo jazz della batteria suonata da Sentaro e a poco a poco si avvicinerà a questa nuova cultura musicale.

Davvero carina questa serie, sia per la componente musicale, che per diverse ottime scelte registiche. Nonostante la serie sembra ambientata cinquant’anni fa, sembra quasi attuale. Il tratto è molto particolare e a volte rasenta lo shojo/josei, soprattutto nei primi piani sugli occhioni dei protagonisti e delle ragazze. Non vedo l’ora di sentire Sen e Kaoru suonare assieme.

Bella la opening ritmata da continue rullate di tamburo e cantata dalla bravissima YUKI. La ending lascia un po’ a desiderare.

Cosa mi è piaciuto: le musiche di Yoko Kanno e il protagonista, che mi ricorda lievemente d’aspetto quello di Tatami Galaxy. XD
Cosa non mi è piaciuto: la ending.

Voto: 8 – Gli anime sulla musica fanno sempre bene al palinsesto! ^_-

Consigliato ai fan degli anime musicali.

Sicuramente continuerò a seguirlo


Saki: Achiga-hen – Episode of Side A

L’Istituto Achiga nella prefettura di Nara ha battuto una volta l’allora imbattuto club dell’Istituto Bansei. Sei anni dopo, la vincitrice dell’epoca si ritrova a dar lezioni di mahjong a diverse ragazzine delle elementari. Purtroppo però il gruppo affiatato si sfascia, quando una professionista di mahjong decide di ingaggiare la loro insegnante e poi piano piano il club si sfalda. Shizuno, diversi anni dopo, vedendo una sua amica di quei tempi, Nodoka Haramura (di Saki), ai nazionali, sente un impulso di partecipare e sfidarla. Per questo decide di rimettere in sesto il club di mahjong con l’aiuto delle amiche Ako e Kuro.

L’inizio devo ammettere che è un po’ palloso, nonostante gli anni passino come bruscolini al vento! Immagino che al prossimo episodio ci si debba aspettare altre robe scolastiche e la ricerca dei rimanenti due membri, senza
contare il ritorno della vecchia coach… Mhm… Chissà SE e QUANDO queste tipe si scontreranno con Nodoka o Saki, ben rappresentate in sigla! XD

La opening molto carina e assai orecchiabile, mostra le varie protagoniste della serie… peccato che per vederle in azione bisognerà aspettare chissà quanto tempo. Ending così così.

Cosa mi è piaciuto: il mahjong!
Cosa non mi è piaciuto: che questa introduzione è troppo lunga! -_-;;;

Voto: 6 – Moe e mahjong… che altro volete?

Consigliato ai fan di Saki, del Mahjong o delle serie scolastiche/sportive.

Probabilmente continuerò a seguirlo.


Sankarea

Chihiro Furuya è uno studente delle superiori con una passione smodata per gli zombie, tanto da spingerlo, dopo aver subito il dolore della perdita di Baabu, un gattino randagio che aveva accolto da poco in casa, a spingersi oltre la soglia e tentare di resuscitare l’amico felino. Cercando di portare avanti i suoi esperimenti in segreto, si reca in un complesso abbandonato che una volta era una sala da bowling, ma ogni sera finisce per scorgere Rea Sanka, una ragazza di buona famiglia nipote della direttrice della scuola femminile Sanka, che strilla i suoi scontenti sfogandosi sul bordo di un profondo pozzo, di fronte al complesso. Scoperto dalla ragazza imbarazzatissima, la metterà al corrente della situazione e del suo fetish per gli zombie, al punto che si fidanzerebbe solo con una ragazza zombie. Scherzando le chiede di diventare la cavia dei suoi esperimenti e di mettersi con lui una volta resuscitata.

Ancora zombie! ANCH’IO AMO GLI ZOMBIE!!! XD  Certo, non sono ossessionato al punto di fidanzarmi solo con delle zombette… in effetti il protagonista ha qualche rotella fuori posto! XD
Se poi mettiamo la capigliatura che quasi lo fa sembrare uno youkai con le nekomimi, la sorella che come pigiamino ha un kimono bianco e la fascetta col triangolino tipico dei morti/fantasmi ed il nonnetto artereosclerotico che mastica foglie velenose, tutto torna… Ottime animazioni, disegni, regia.

Davvero bella la opening che mostra tutto il cast di questa serie. La ed ha delle frasi molto carine, ma è il solito pezzo lento come ce n’è tanti.

Cosa mi è piaciuto: char des, opening e regia e gli zombie.
Cosa non mi è piaciuto: il cliffangher sul finale del primo episodio e il fetish del protagonista! O_O;;;;;;

Voto: 7 - Una commedia romantica con diversi tratti comici davvero ben realizzata!

Consigliato ai fan degli zombie e delle commedie romantiche strane.

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Sengoku Collection

Nobunaga Oda è una bellezza tettuta e durante l’incendio al tempio Honnoji finisce per qualche strano motivo per saltare nel futuro e precisamente ai nostri tempi e addosso a un ragazzo. Una volta affrontato il presente finisce per scoprire tramite tre spiriti, che per tornare nel suo tempo deve scovare altri eroi del periodo sengoku e sconfiggerle per ottenere delle sfere di spirito.

Ennesimo tentativo di moeficazione di argomenti interessanti, come l’epoca sengoku. Dopo la tettuta nobunaga di Sengoku Otome, ecco una versione assai più moe e tsundere del Re Demone Conquistatore. Nulla di troppo strano, tutto abbastanza clicheroso! ^^;;;

Bellissima la op, carina anche la ending.

Cosa mi è piaciuto: che per tornare nel passato, Nobunaga minaccia gli spiriti del tempio di bruciare il tempio! XD
Cosa non mi è piaciuto: solite idiozie già viste. ^^;;;;

Voto: 6 – Ho le scatole piene di riscritture in chiave moe di qualcosa.

Consigliato ai fan delle serie moe!

Forse continuerò a seguirlo.


Shining Hearts

Rick è un panettiere e gestisce la panetteria  Le Coeur assieme ad Airy, Neris e Amil, tre splendide ragazze. Sembra che abbia aperto i battenti non da tantissimo tempo, ma già sia diventato esperto e amato dalla gente dell’isola. Un giorno mentre sta raccogliendo spezie in un boschetto, trova uno spiritello ferito e dopo averlo curato decide di riportarlo nella Foresta degli Elfi. Sembra però che una tempesta si sita per abbattere sull’isola.

Mhm… a dire il vero dall’idea fantasy che m’ero fatto speravo ci fossero cavalieri, guerre e combattimenti… immagino che andando avanti ce ne saranno, ma non credo proprio che riuscirò a resistere alla cosa… attualmente non ho proprio voglia di un anime su un fornaio eroe! XD

Opening ed ending pizzose, ma il video della sigla finale non è affatto male.

Cosa mi è piaciuto: le animazioni.
Cosa non mi è piaciuto: troppo harem, troppo pane e poche risate! -_-

Voto: 7 – Anche se non ho deciso di seguirlo, questa serie dello studio I.G potrebbe essere molto apprezzato.

Consigliato a chi ama le serie fantasy ed ha pazienza di aspettare che la trama si sciolga lentamente.

Drop.


Tasogare Otome x Amnesia

Scuola Privata Seikyou, Club del ParanormaleMomoe Okonogi si sta arrovellando su delle storie di fantasmi che vuole portare all’attenzione degli altri membri del club, Teiichi Niiya e Kanoe Kirie. Intanto è soggetta ad alcuni fenomeni paranormali, che ci verranno poi mostrati in seguito dal punto di vista di Yuuko Kanoe, Presidente del Club e attualmente fantasma. Una volta arrivati gli altri membri, si recano a ispezionare uno strano ascensore montacarichi, e Yuuko ci sbatte dentro Teiichi, infilandosi anche lei nell’ascensore. Sembra che molte storie di fantasmi della scuola, siano incentrate proprio su Yuuko, che sembra essere morta, non ricordare come e quando sia morta e soprattutto è certa di essere sepolta sotto il club del paranormale. Sembra che la bella fantasma possa essere vista e toccata solo da Yeiichi, mentre Kirie, una sua parente, può vederla.

iL primo episodio parte con una giornata “normale” del club e ci introduce alla situazione di Yuuko, mentre nell”episodio successivo ci verrà mostrato come essa abbia deciso di “possedere” Teiichi! XD
Come fantasma è proprio figa, mi ricorda un po’ Senjougahara.

Bella sigla iniziale sia a livello audio che video, con Yuuko che balla caratteristicamente in una classe piena di foglie autunnali cadute.

Cosa mi è piaciuto: la fantasma porca! XD
Cosa non mi è piaciuto: la parte registica ripetuta due volte (una volta attraverso lo sguardo di Momoe e la seconda secondo Teiichi, con la presenza di Yuuko)! ^^;;;;

Voto: 7,5 – Commedia scolastica paranormale con un tocco di situazioni romantiche/ecchi.

Consigliato agli amanti delle serie paranormali, ma anche comiche.

Certamente continuerò a seguirlo.


Tsuritama

Yuki Sanada si trasferisce di continuo con sua nonna e nonostante viaggi tanto, non è in grado di comunicare per bene con le persone, facendosi troppi problemi, per cui non si è mai fatto neppure un amico. Arrivati ad Enoshima, nella sua nuova scuola, incontra Haru, un giovane pimpante che frequenterà la sua stessa classe ed afferma di essere un alieno venuto sulla Terra per pescare. Grazie alla strana pistola ad acqua di Haru, Yuki finirà per venire coinvolto in un vortice di stramberie e si ritroverà volente o nolente a pescare con Haru. Haru chiede a Yuki non solo di diventare suo amico, ma di salvare il mondo assieme a lui! XD

Bellissimo il chardes, che m’ha ricordato molto quello di La ragazza che saltava nel tempo e Summer Wars. Le animazioni strambissime di Yuki che immagina che la stanza si riempia d’acqua e di affogare sono pragmatiche e la storia, dalle basi mitiche di una dea che salva il Giappone da un drago, credo proprio che saprà divertire! XD

Molto carina la opening, con tanti elementi della pesca e un simpatico balletto coordinato dei protagonisti. La ending lenta lenta.

Cosa mi è piaciuto: HARU!
Cosa non mi è piaciuto: che Yuki è troppo chiuso! ^^;;;

Voto: 8,2 – Gag e divertimento in uno shonen atipico!

Consigliato a chi ama le serie strambe piene di matti, tra cui un indiano che parla con un’oca.

Sicuramente continuerò a seguirlo.

Uchu no Kyodai

Adattamento dell’omonima serie manga tanto apprezzata anche da noi in Italia grazie a Star Comics.

Mutta e Hibito Namba sono due fratelli che sin da piccoli coltivavano il sogno di andare nello spazio. Purtroppo a volte quando si cresce e si perdono di vista i propri sogni, così che Mutta diventa un ingegnere per il mercato delle auto mentre Hibito continua a inseguire il suo sogno, entrando nell’operazione spaziale per mandare nuovamente gli uomini sulla Luna. Purtroppo il capo di Mutta commette l’errore di prendere per il culo suo fratello, leggendo la notizia sul giornale e il nostro protagonista gli da una capocciata alla Zidane, che provocherà la sua espulsio… ehm… licenziamento. Rimasto allo spasso Mutta cercherà lavoro, ma sembra che l’ex-capo abbia già sparso notizia del perché l’abbia licenziato e nessuno vuole assumerlo. Hibito, con la complicità dei genitori, farà in modo di ricordare a Mutta del sogno che covava da bambino e lo iscriverà ad una selezione per astronauti!

La serie è molto carina, un seinen che tratta di sogni e di astronauti da un punto di vista abbastanza realistico. L’animazione è impeccabile e le voci sono azzeccatissime per i personaggi.

Le sigle sono le cose che mi sono piaciute meno, la opening soprattutto a livello di musica.

Cosa mi è piaciuto: che è pari pari al manga.
Cosa non mi è piaciuto: le sigle scialbe! -_-

Voto: 7,5 – Seinen/commedia sullo spazio!

Consigliato a tutti gli amanti delle serie sullo spazio realistiche!

Continuerò a seguirlo.


Upotte!!

ATTENZIONE!!! Le protagoniste di questa serie sono giovani studentesse di una scuola privata… che in realtà, so che potrebbe sembrarvi assurdo, ma sono anche armi! Le protagoniste sono proprio quattro fucili d’assalto, la belga FNC, l’americana M16A4, l’inglese L85A1, e la svizzera SG550. Al primo giorno dell’arrivo del nuovo professore, FNC se ne invaghisce, ma a causa di una gaffe da parte del prof, finisce per mandarlo in ospedale sparandogli contro!

Inutile dire che ormai i jappi non riescono più a stupirmi… La moeficazione sta raggiungendo livelli assurdi, arrivando a personificare delle armi in giovani ragazzine con le mutandine a filo! XD
Inutile dire che spero appaia una ragazza italiana in onore della nostra Beretta! XD

Sigla iniziale ritmata e coloratissima e ovviamente una ending lentissima.

Cosa mi è piaciuto: l’assurdità della moeficazione di armi in ragazzine!
Cosa non mi è piaciuto: come sopra! XD

Voto: 7,2 – Commedia scolastica con moe e assurdità sulle armi.

Consigliato agli amanti delle serie moe o delle commedie scolastiche con battute ma non solo.

Probabilmente continuerò a seguirlo.


Yurumates 3D

Yurume è una diciottenne che si è trasferita a Tokyo per l’università… finisce nella Maison du Wish che immaginava come un grosso complesso moderno, invece è un normalissimo palazzo pieno di ronin, ovvero studenti universitari che non sono ancora riusciti a entrare all’università! XD

Una serie comico/demenziale di breve durata, appena 3 minuti a episodio. Se avete già visto i precedenti OAV, questo è l’inizio di tutto! XD

Bellissima la opening mecha! XD

Cosa mi è piaciuto: il chardes e la demenzialità.
Cosa non mi è piaciuto: che dura davvero pochissimo.

Voto: 6,3 – Una serie altamente demenziale con battute e tormentoni, tra i quali quello dei vicini festaioli.

Consigliato ai fan delle serie demenziali e a tutti, tanto ogni epi dura troppo poco per annoiare!

Sicuramente continuerò a seguirlo.


Zetman

Adattamento animato del manga omonimo di Masakazu Katsura.

Jin è un giovane barbone e vive assieme a suo nonno Goro Kanzaki. I due sono fuggiti dall’Organizzazione Amagi a causa del progetto ZET e all’incidente che portò alla fuga dei Player, degli esseri creati
geneticamente con corpi potenziati, per combattere tra loro in un’arena privata per ricconi. Un Player viene istigato da Haitani ad attaccare Goro e la sua comunità di barboni. Sarà Akemi Kawakami, una giovane donna aiutata da Jin durante un tentativo di stupro, a prendersi cura del ragazzino dopo la morte del nonno. Alla fine il Player torna attaccando Jin e Akemi, costringendo il piccolo a risvegliare i suoi poteri di Zetman.

La storia è stata leggermente cambiata, con Kouga e Jin che si conoscono sin da bimbi e sono amici, mentre è stata eliminata per il momento la componente sentimentale tra Konoha e Jin. Cosa ci mostrerà di bello la regia?
Il chardes è davvero simile a quello di Katsura. La cosa che mi lascia attonito è che la serie durerà 13 episodi e immagino che sarà autocensurata. O_O;;;

La sigla iniziale ha un’ottimo video, ma la canzone semi-rap non m’ha colpito particolarmente. La ending è lenta come al solito.

Cosa mi è piaciuto: il chardes, l’animazione.
Cosa non mi è piaciuto: l’ingentilimento delle morti! XD

Voto: 7 – Si prospetta una bella serie piena di mazzate e combattimenti in tema con il manga, ma temo che molto verrà censurato e riadattato! -_-

Consigliato ai fan del manga e degli action horror!

Sicuramente continuerò a seguirlo.


E con questo credo proprio di aver concluso…
A causa di mancanza di interesse per il genere o per non aver seguito le stagioni precedenti non ho visionato alcune serie di questa stagione (Ginga e Kickoff, Pretty Rhythm Dear My Future, Jewelpet Kira Deko!, Cardfight!! Vanguard: Asia Circuit Hen, Metal Fight Beyblade Zero-G, Phi Brain: Kami no Puzzle 2).

E voi che ne pensate? State già seguendo qualche serie di questa nuova stagione animata?

Autore: Shinji Kakaroth

Scritto da Shinji Kakaroth il nelle categorie: Nanoda News