• 10 Commenti

Anime EMC: tutta la verità sugli anime ex Shin Vision e Fool Frame.

L’intervista più attesa degli ultimi anni è finalmente qui, solo su Nanoda.com! Correte a leggervi tutta la verità della vicende e la situazione attuale del parter licenze.

intervistaEMCX-logo

Un po’ di “cenni storici”: Shin Vision nasceva nel 2002 dopo le ben note vicessitudini che da Dynamic Italia hanno portato alla nascita di tre differenti compagnie (Dynit, Shin Vision e D\Visual Italia) e dopo 2 anni di produzioni di animazione, manga e live movie viene dichiarata fallita dal tribunale di Roma il 7 maggio 2008. Exa Cinema assorbe quindi parte del catalogo audiovisivo creando il marchio Fool Frame. Dal 2001 maggio 2009 la EXA Media ha a sua volta cessato l’attività ed il marchio è stato ceduto alla EMC S.r.l..

Vediamo quindi grazie a questa intervista concessa da EMC in esclusiva a Nanoda.com il destino che hanno subito le varie licenza anime durante queste “peripezie”.

Segui qui le evoluzioni della situazione, giorno per giorno.

Con NANODA) saranno indicate le domande proposte dal nostro staff; con EMC) le gentili risposte del responsabile Marketing della EMC srl, Giacomo Checcucci.

NANODA) Potresti presentarti?
EMC) Mi chiamo Giacomo Checcucci, ex responsabile di divisione video di Exa Media, oggi responsabile Marketing della Emc Srl.

NANODA) Potresti raccontarci l’iter che ti ha portato a lavorare per EMC?
EMC) La Emc era già un’azienda gestita dalla Exa Media, chiaramente non trattava il video e quindi non avevo mai avuto rapporti lavorativi diretti essendo io la persona che si occupava in Exa di sviluppare la divisione video. Dal 2006 (anno di fondazione) a ieri, la Emc distribuiva esclusivamente videogames con brand anche molto importanti a livello europeo. Riprendendo l’iter che mi ha portato a lavorare con Emc, bè la vicissitudine di Exa penso la sappiate tutti; in aprile i soci hanno deciso di mettere in liquidazione la società, fermando così di fatto l’operatività. Arrivati ad un bivio, con altri manager di Exa, abbiamo deciso di non gettare il lavoro fatto negli ultimi anni e di capire come poter proseguire e dare continuità al progetto intrapreso. Abbiamo ricapitalizzato la Emc, ed eccoci qua pronti per ripartire e con la voglia di chi sta per iniziare una nuova, grande avventura.

NANODA) Com’è nata EMC?
EMC) La Emc è nata nel 2006 per distribuire videogiochi e accessori games nella grande distribuzione Italiana. L’intenzione era quella di non appesantire Exa Media di altre business unit, così fu creata la Emc Srl che a tutti gli effetti era una nuova azienda con una vita propria, anche se controllata dalla Exa Media.

NANODA) Quando ShinVision ha dismesso la sua attività, il parco titoli è stato assorbito da EXA Media creando l’etichetta Fool Frame quasi la totalità della library è stata confermata. Ora che EXA è stata assorbita da EMC sono stati acquisiti tutti i titoli anime del catalogo?
EMC) Certo, la Emc ha acquisito tutto quello che faceva parte di Exa, ergo anche molti titoli Ex Shin Vision. Alcuni e non tutti in verità perché passando il tempo, determinati titoli sono andati in scadenza naturale di contratto.

NANODA) Verrà mantenuto il marchio Fool Frame o ne sarà creato uno nuovo?
EMC) Sicuramente per il completamento delle serie in corso verrà mantenuto il marchio Fool Frame, nelle nuove edizioni dobbiamo ancora pensarci, non so se sarà più il caso di procedere con questo brand o meno. Saranno decisioni da valutare nel breve periodo.


NANODA)
Qual è la filosofia con cui EMC si affaccia al mercato dell’animazione italiano?
EMC) Poiché nel pubblico si cela una delusione e sfiducia motivata da anni di promesse non mantenute. La stessa che Exa Media aveva intrapreso; continuare la produzione e la distribuzione dei titoli rimasti bloccati al punto di partenza per vari motivi. È vero, nei fans c’è stata delusione per il blocco della produzione, ma chiaramente adesso capisci il perché e spero lo capisca anche il pubblico. Insomma, vedrete buone nuove prossimamente…….


NANODA)
Quali sono, secondo te, i vostri punti di forza e quali i punti su cui ritenete ancora di dover migliorare (se ce ne sono)?
EMC) Il vero punto di forza della Emc è la library che ci accingiamo a lanciare. Molti sono i titoli non ancora distribuiti e molte saranno le sorprese per gli appassionati con una partnership d’eccezione. La qualità dei prodotti rimarrà intatta, questa è la promessa. L’unico punto debole che vedo in questo momento è il dover di nuovo riconquistare la fiducia degli appassionati, ma spero di poter ovviare presto!

NANODA) Cosa ne pensi del mercato italiano odierno?
EMC) Il mercato in generale soffre in maniera spaventosa, i consumi si sono realmente abbassati a doppia cifra e la pirateria avanza a testa bassa. Il mercato di nicchia però dell’animazione Giapponese, non ha subito gravi conseguenze in quanto il collezionista/appassionato del genere, vuole il prodotto originale, con gli extra, i booklet, i gadgets e quant’altro non si può assolutamente recuperare in rete.

NANODA) Dopo l’uscita a Lucca 08 del film di Oh mia Dea e Lei L’arma finale 1 tutte le altre uscite sono bloccate, quando prevede il vostro piano editoriale di riprendere almeno le serie interrotte? Si sa che molti titoli sono praticamente pronti, doppiati e postprodotti (Lei l’arma finale, Gunslinger Girl, Godannar, Please Teacher, Samurai Deeper Kyo, gli OAV di Kenshin, Battle Royale etc…); è possibile che questi vengano immessi in commercio in tempi umani?
EMC) Ricominceremo la programmazione non appena possibile. Tieni presente che la Emc come la conosci oggi è partita solo a metà maggio.


NANODA) E per i titoli usciti in edicola ma di cui si attende un’edizione da fumetteria/videoteca? I film di Patlabor, Nasu un’estate in Adalusia per esempio.
EMC) Ci sarà spazio anche per questi titoli nel piano editoriale.

—- Andando nello specifico:

NANODA) EMC ha ereditato un pacchetto licenze dalla compianta Shin Vision/Fool Frame: al momento c’è molta confusione su ciò che è stato confermato e ciò che è stato abbandonato (Gunslinger Girl manga, Full Metal Panic! Second Raid…)
Potrebbe chiarire in maniera inequivocabile la situazione delle seguenti licenze ancora inedite? Se sono o meno in mano vostra e se rientrano trai i vostri progetti?

EMC) Risponderò solo con sì o no dopo il titolo nell’elenco sotto.

Dokkoider si
Gad Guard no
Giant Robo si
Gunparade March si
Haibane Renmei no
Heat Guy J si
I’ll/CKBC si
Initial D no
Ikki Tousen no
L/R: Licensed by Royalty no
Midori Days no
Slayers Next no
Slayers Try no
Texhnolyze no
Yukikaze no
Earth Girl Arjuna no
Escaflowne il film si
Samurai Deeper Kyo si
Please Teacher si
Pretear si
Gunslinger Girl si
Godannar si
Lei l’Arma Finale si
Battle Royale si
Rurouni Kenshin OAV – Seisou Hen si
Nasu un estate in Andalusia si
Rahxephon si

NANODA) Altre serie invece sono “semi-interrotte” dai tempi della Shin Vision/Fool Frame. EMC è intenzionata a continuarle? Mi riferisco in particolare a:
EMC) Rahxephon Si cercheremo di terminare la serie entro i primi del 2010
Cowboy Bebop renwal non uscirà più
Slayers non possiamo terminarla
Lei l’arma finale Stiamo attendendo risposte dai licensor per riprendere la distribuzione
Full Metal Panic! Fumoffu Si la termineremo nel 2009
Initial D non possiamo terminarla
Gundam Wing non possiamo terminarla

NANODA) Ci sono novità per i titoli che venivano editati in DVD partendo da licenze Mediaset?
EMC) One Piece, Hunter X Hunter. Sono due licenze che non hanno mai portato i frutti sperati. Se per la prima non ci sono possibilità di ulteriori distribuzioni, per Hunter x Hunter, siamo alla finestra per vedere Mediaset che intenzioni di visibilità vorrà apportare al brand.

NANODA) Ora che abbiamo svelato il passato e il presente di EMC, cosa ci possiamo aspettare dal futuro?
EMC) Non voglio fare l’ottimista, o il salvatore della patria. Voglio dirti solamente che sicuramente Emc ricomincerà la distribuzione dei titoli interrotti, delle nuove licenze e sarà in prima linea per quanto riguarda le novità. Questo è quanto posso dirti ad oggi.

NANODA) Avete mai pensato a passaggi in TV o addirittura al cinema per i vostri anime movie o live movie?
EMC) La Tv è un canale fondamentale per questo genere, i nostri Cartoni sono infatti su molti canali attualmente, sia in chiaro che sul satellite.

NANODA) In altri paesi, su due piedi mi viene in mente la Francia, talvolta c’è una politica aziendale che prevede, dopo l’uscita in volumi singoli delle serie, magari pieni di extra, un uscita low budget in box unico della serie. Magari con il solo audio 2.0 e sottotitoli senza extra, ma ad un costo competitivo. EMC ha mai pensato a una cosa del genere?
EMC) Certamente, è anche la nostra strada. Vedranno la luce abbastanza velocemente edizioni in Box “Light” Captain Herlock – The Endless Odyssey (successivamente Gun Frontiers), Hellsing, e molte altre, vedrai. Non è una novità, l’abbiamo fatto con Hunter X Hunter, con Detective Conan, con Pollon, Hello Spank, Dragon Ball e moltissimi altri.

NANODA) Continuerà l’esperienza fatta con Hellsing, ossia il rilascio di serie in BOX limited per collezionisti?
EMC) Direi di sì, stiamo già preparando quella di Gun Frontiers e di Battle Royale, abbiamo in mente quella di Godannar con il Robot da montare all’interno. Insomma la tiratura limitata per noi è fondamentale.

NANODA) Avete un sito e una mail di riferimento?
EMC) Certo; www.exacinema.it il sito dove annunciamo le uscite ed effettuiamo vendita on-line diretta, info@emcx.it la mail per contattarci.

NANODA) Per concludere ringraziandoti di averci concesso questa intervista, che sono sicuro chiarirà la situazione e renderà felici numerosi appassionati, potresti regalarci un aneddoto?
EMC) Stiamo preparando l’uscita di 3 Edizioni di Battle Royale. La prima in edizione standard, la seconda in un cofanetto contenente il disco e il numero 1 del fumetto edito da Panini, e la terza in tiratura limitata e numerata, doppio disco, cartoline e romanzo Mondadori.


NANODA) Grazie per la pazienza
EMC) Grazie a Nanoda per averci dato la possibilità di spiegare cosa sta accadendo.

Cordialmente.

Autore: Pufferbacco

Scritto da Pufferbacco il nelle categorie: Editoriali